139. Mai così vicini

douglas

Il biglietto d’acquistare per “Mai così vicini” è :1)Manco regalato 2)Omaggio 3)Di pomeriggio 4)Ridotto 5) Sempre

“Mai così vicini” è un film del 2014 di Bob Reiner, scritto da Mark Andrus con Michael Douglas e Diane Keaton.
Da vecchi, se possibile, diventiamo ancora più scorbutici e insofferenti. Le regole del buon vicinato se da giovani si accettano a denti stretti, da anziani vengono violate e provano litigi furiosi e spesso sfociano anche in tragedie poi raccontate dai giornali. Il cinema e la letteratura hanno raccontato spesso la figura” mitologica” della vicina di casa bella, affascinante e disponibile. Personalmente ho sempre avuto dei vicini odiosi, vecchi e rompicoglioni. Le riunioni di condominio le vivo sempre con fastidio e come momento in cui il mio portafoglio soffre.
Rob Reiner, acclamato regista di commedie romantiche con “Mai così vicini” vuole regalarci la speranza o forse l’illusione che si può innamorare anche da vecchi e magari della vicina di casa glamour e radical chic.
Così durante la pellicolaconosciamo Oren Little (Douglas) agente immobiliare ormai prossimo alla pensione e vedovo da due anni. Sogna di vendere l’ultima casa e di ritirarsi in campagna. È scontroso e caustico con i suoi vicini, anche se è affascinato da Leah (Keaton), talentuosa cantante e anche lei vedova.
I progetti di pensione di Oren vengono stravolti quando il figlio con cui ha sempre avuto un turbolento rapporto, lo costringe ad occuparsi, inaspettatamente, della nipote.
Oren così di malavoglia è chiamato a “scoprirsi” nonno premuroso e a cambiare il suo atteggiamento nei confronti dei vicini anche grazie all’aiuto e all’affettuosa amicizia che si instaura con Leah.
L sceneggiatura non brilla sicuramente per creatività e originalità, ma scorre abbastanza bene ed è lineare.
I dialoghi anche se prevedibili melensi risultano godibili per la qualità degli interpreti.
La regia di Reiner è semplice e classica, ma nello stesso calda e rassicurante. Si nota la mano esperta del regista nel dirigere il cast e nel condurre la storia in porto senza scossoni, riuscendo a dare nel complesso un dscreto ritmo al film e regalando allo spettatore sensazioni piacevoli e una buona dose di sorrisi.
La coppia Douglas-Keaton funziona e mostra una buona alchimia. L’esperienza e il talento della coppia riesce a rendere credibili e simpatici i loro personaggi senza cadere nel ridicolo.
Il finale anche se prevedibile ed eccessivamente buonista, si salva grazie alla forza interpretativa dei protagonisti.
“Mai così vicini” è un film adatto al periodo estivo perché ti regala un ora e mezza di serenità e divertimento e soprattutto ti fa credere che è possibile trovare la persona giusta anche da vecchio,  tra “gli odiosi “ vicini.

Vittorio De Agrò presenta “Essere Melvin”:  http://www.lulu.com/spotlight/melvin2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...