14) Gold

“Gold” è un film di Anthony Hayes. Con Zac Efron, Susie Porter, Anthony Hayes. Thriller, 97′. Australia 2021

Sinossi:

Due uomini, due vagabondi, viaggiano nel vasto deserto. Durante il loro cammino si imbattono in un’enorme pepita d’oro, la più grande mai rinvenuta. I due pensano subito a quanto potrebbero guadagnare con quel pezzo d’oro e a quale vita lussuosa potrebbero condurre. Mentre uno si mette in viaggio per cercare l’attrezzatura necessaria all’estrazione della pepita, l’altro resta a controllarla e ad aspettarlo. Dovrà affrontare il rigido clima del deserto, cercando di difendersi non solo dai lupi, ma anche da altri intrusi. Mentre lotta per restare vivo nella sterminata distesa di sabbia, inizia a pensare di essere rimasto solo e abbandonato a un crudo destino…

Recensione:

L‘uomo avido quasi sempre finisce per ritrovarsi da solo. Perché l’avidità, come insegnano mitologia, racconti popolari e storie vere, porta spesso con sé la diffidenza e il sospetto verso il prossimo.

Tra i beni più ambiti dall’uomo, non necessariamente avido, c’è l’oro. Oro che simboleggia ricchezza e potere, ma per accaparrarsi il quale si sono compiute nel corso della storia anche azioni deprecabili – come dimostrano le vicende di famosi cercatori.

“Gold” di Anthony Hayes riscrive in modo originale quanto crudo il mito della caccia all’oro, inserendolo in un contesto esistenziale intenso e cupo e in un’ambientazione nichilista alla “Survival”. continua su