42) Autobahn – Fuori Controllo

autobahn

Il biglietto d’acquistare per “Autobahn – Fuori Controllo” è : 1) Neanche regalato(Con Riserva) 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.

“Autobahn- Fuori controllo” è un film del 2017 scritto e diretto da Eran Creevy, con : Nicholas Hoult, Felicity Jones, Anthony Hopkins, Ben Kingsley, Clemens Schick, Michael Epp, Christian Rubeck, Joachim Król, Aleksandar Jovanovic.

Se siete amanti delle auto di lusso e da corsa e nello stesso vi considerate romantici come la famosa e tragica coppia di Romeo e Giulietta, allora decisamente “Autobahn” è il vostro film.
Eran Creevy, infatti, osa mescolare insieme il genere cinematografico alla Fast and Furious al genere romance strizzando l’occhio addirittura a William Shakespeare.
Il risultato drammaturgico di questa fusione è un ibrido che, ahimè, non soddisfa nessuno dei fan di tali generi.
Casey (Hoult)e Juliette sono due giovani americani che si incontrano e si innamorano durante un rave a Colonia. Casey è fuggito dall’America per pendenze penali, Juliette, è una studentessa in fuga dalla propria famiglia. Iniziano una dolce e romantica storia d’amore, bruscamente interrotta, quando alla ragazza viene diagnosticata la necessità di un trapianto di reni. . Casey, che era uno spacciator prima di conoscere ed innamorarsi di Juliete decide di tornare al suo oscuro passato per pagare le cure mediche che potrebbero salvarla. Seguendo il consiglio di Geran(Kingsley), un trafficante per il quale lavorava, decide di derubare il temuto gangster, ma ufficialmente stimato uomo d’affari, Hagen(Hopkins). La rapina, però, non va come previsto e Casey dovrà riuscire a sfuggire agli uomini di Hagen per salvare sé stesso e l’amore della sua vita.
“Autobahn” è un film che si potrebbe anche senza audio, per quanti i dialoghi siano davvero poveri e superflui, lasciando allo spettatore la possibilità di ammirare le folle corsi in auto per il centro di Colonia o in autostrada e le incredibili testa coda del protagonista e la sua capacità di uscire senza quasi un graffio dalle numerose e brutali sparatorie. continua su

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-fuori-controllo/

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Dstripbooks&field-keywords=essere+melvin

286) Romeo e Giulietta

romeo-e-giulietta

Uno spettacolo andato in scena quest’estate al Garrick Theatre di Londra, per la regia di Kenneth Branagh e Rob Ashford. Con Richard Madden, Lily James, Derek Jacobi, Meera Syal.

L’evento sarà disponibile al cinema il 29 e 30 novembre

Anche l’individuo più cinico e disilluso conosce la struggente storia d’amore di Romeo e Giulietta e può darsi che il loro tragico destino gli abbia strappato almeno un sospiro.

Tanti, forse troppi, registi e drammaturghi si sono cimentati con il capolavoro di William Shakespeare, modificandolo e stravolgendone l’essenza e la storia stessa a seconda dei propri gusti e capricci artistici.

Quella tra i due giovani di Verona è la storia d’amore per eccellenza e come tale assai difficile da mettere in scena in modi alternativi conservandone al contempo purezza, intensità e forza. Come dire che è complicato superare il maestro, quando si tratta di questi personaggi.

Kenneth Branagh, formatosi artisticamente prima come attore e poi come regista sui testi del Bardo, aveva più di ogni altro le carte in regola per riuscire nell’impresa.

La scommessa autoriale di Branagh, pur mantenendosi fedele alla struttura e all’intreccio narrativo del dramma originario, è stata quella di mettere in scena un Romeo e Giulietta ambientato negli anni ‘50 che ricorda per atmosfera la “Dolce vita” di Fellini e di scegliere come Mercuzio un uomo più maturo dell’originale e nello stesso tempo eccentrico e sagace. continua su

Al cinema: Romeo e Giulietta

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/B01H85DF8S/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1480341301&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre

142) Tra la Terra e il Cielo

indiano

Il biglietto d’acquistare per “La terra e il Cielo” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.

“La terra e il Cielo” è un film del 2015 scritto e diretto da Neeraj Ghaywan, con :Richa Chadda, Vicky Kaushal, Sanjay Mishra.

E’ difficile per qualsiasi popolo saper far convivere il progresso e la tradizione, dove, in molti casi il primo si scontra la seconda.L’India è un grande paese che rapidamente si sta avviando a diventare un’importante potenza economica e politica. Pur essendo nel 2016, in India, vige un forte e netto classismo sociale definite in caste, assai distinte e lontane tra di loro sotto ogni punto di vista. Se un aspirante William Shakespeare volesse scrivere una versione moderna di”Romeo e Giulietta”, dovrebbe farsi un giro in India trovando valide e importanti ispirazioni.La liberta d’amare e l’integrazione sono in India concetti assai diversi dalla mentalità europea e soprattutto condizionati dai dettami religiosi.

“Tra la terra e il cielo” è il toccante e poetica racconto di due giovani coppie che vorrebbero provare l’ebbrezza e l’essenza di un amore libero da qualsiasi vincolo, dettato da semplici e puri sentimenti e dall’attrazione fisica. Mostrando allo spettatore come funzioni la mentalità della società indiana Per il regime indiano, se una ragazza desidera fare sesso fuori dal matrimonio, come nel caso della bella e intelligente Devi, compie non solo un peccato religioso, ma anche un crimine punibile con il carcere a norma di legge. E approfittando di queste inique norme la polizia abusa del proprio potere ricattando e ottenendo ingenti somme dal malcapitato genitore di turno, spaventato di vedere la propria figlia messa alla pubblica gogna o peggio ancora processata. O come nel caso del giovane studente d’ingegneria Deepak, che grazie a Facebook, conosce e s’innamora di una ragazza, di una casta superiore, e ciò nonostante i due decidono di sfidare i divieti frequentandosi.Lo spettatore ha la sensazione di vedere due storie d’ispirazione shakespeariane nella mistica e nella rigida India. Una terra in cui la religione rileva l’importanza dell’io e dall’altra parte la legge limita parecchie libertà personali. continua su

Tra terra e cielo

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

130) Fiore

fiore

Il biglietto da acquistare per “Fiore” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Claudio Giovannesi. Con Daphne Scoccia, Josciua Algeri, Laura Vasiliu, Aniello Arena, Gessica Giulianelli, Valerio Mastrandrea. Drammatico, 110’. 2016

In uscita nelle sale italiane il 1 giugno.

Se pensiamo all’amore romantico per eccellenza molto probabilmente ci apparirà davanti agli occhi quello di Romeo e Giulietta, reso immortale dalla penna di William Shakespeare.

Si dice che l’amore non abbia limiti, che leghi le persone senza per questo tappargli le ali, che non esista al mondo sentimento più potente. Ma ci sono condizioni particolari che permettono all’amore di nascere? Cupido può scoccare la sua freccia in qualsiasi situazione e in qualsiasi luogo? E se il luogo in questione fosse un carcere minorile?

Claudio Giovannesi ha provato a rispondere a queste domande – semplici ma profonde – attraverso “Fiore”, presentato al Festival di Cannes nella sezione “Quinzaine” dove ha ottenuto buoni riscontri.

La storia non è ambientata a Verona ma a Roma, e la nostra Giulietta si chiama Dafne (Scoccia), per vivere rapina altri ragazzi in metro, rubando soprattutto cellulari, non ha una casa e il padre è un ex galeotto.

Le prospettive per la ragazza sembrano piuttosto limitate, e non è una sorpresa quando, durante un furto, viene arrestata e poi condannata a un anno di carcere minorile. continua su

Festival del cinema di Cannes | Anteprima | Fiore

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

The ticket to buy for “Flower” is: 1) Not even a present; 2) Tribute; 3) In the afternoon; 4) Reduced; 5) Always.

A Branko Schmidt movies. With Daphne Scoccia, Josciua Algiers, Laura Vasiliu, Aniello Arena, Gessica Giulianelli, Valerio Mastandrea. Drama, 110 ‘. 2016

Released in Italian cinemas on June 1.

If we think of romantic love par excellence it most likely will appear before the eyes of Romeo and Juliet, immortalized by William Shakespeare.

It is said that love has no limits, that links people without tappargli wings, which does not exist in the world more powerful feeling. But there are special conditions that allow the love to be born? Cupid can shoot his arrow in any situation and at any place? And if the place in question was a juvenile prison?

Branko Schmidt has tried to answer these questions – simple but profound – through “Flower”, presented at the Cannes Film Festival in the “Fortnight” section where he obtained good results.

The story is set in Verona but in Rome, and our Juliet is called Daphne (Scoccia), to live robbery other guys on the metro, especially stealing mobile phones, he has no home, and the father is an ex-con.

The outlook for the girl seem rather limited, and it is no surprise when, during a robbery, was arrested and later sentenced to a year in juvenile detention. continues on

Festival del cinema di Cannes | Anteprima | Fiore

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

71) Romeo e Giulietta

romeo e giulietta 2

“Romeo e Giulietta” è una tragedia di William Shakespeare, con l’adattamento e regia di Carmen Pommella. Prodotto da Le Pecore nere srl ( Angela De Matteo, Massimo De Matteo, Peppe Miale). Andato in scena il 25 e 26 Marzo al teatro delle Palme di Napoli.

Personaggi e Interpreti
Giulietta Annarita Ferraro
Romeo Orazio Cerino
Mercuzio Adriano Falivene
Tebaldo Renato De Simone
Balia Simona Esposito
Donna Capuleti Lorena Leone
Benvolio Agostino Pannone
Maestro Lorenzo/ Pietro Salvatore Esposito
Disegno luci di Salvatore Palladino .
Tutti noi, almeno una volta, abbiamo sognato nella vita di amare con l’intensità e purezza di Romeo e Giulietta. Tutti, almeno una volta, abbiamo amato un/a ragazzo/a nonostante il parere contrario dei genitori.
“Romeo e Giulietta” è forse la storia d’amore più bella mai scritta, ma è sicuramente la più rappresentata a teatro e al cinema. Due personaggi che rappresentano una sfida e un fascino per ogni attore.
Seppure la storia sia nota non stanca mai e, ogni volta, lo spettatore si emoziona seguendo le tragiche vicende dei due giovani protagonisti. “Romeo e Giulietta” è una storia sempre attuale e che si presta anche ai differenti adattamenti teatrali e cinematografici. Eppure basta poco per rendere una storia unica qualcosa di orribile e indigesto.
Un esempio? Qualche mese fa Mediaset ha proposto un miniserie tv in due puntate della tragedia ambientandola nel Mediodevo con protagonisti Alessandra Mastronardi e Manuel Rivas. Ebbene, bastavano solo pochi minuti di visione di questa mininiserie per gettarti nello sconforto più totale e, soprattutto, per provocare un terremoto sulla tomba di William Shakespeare. Una recita parrocchiale avrebbe meritato sicuramente un plauso più convinto. Personalmente, portandone pesanti segni, avevo giurato di girare al largo da qualsiasi tipo di Romeo e Giulietta almeno nel medio periodo.
Quando però l’amico Orazio Cerino mi ha invitato a vedere il suo Romeo, conoscendo il suo talento, ho deciso di rischiare e ho preso un treno per Napoli all’alba mercoledi scorso.
Una levataccia che è stata premiata dal riuscito e intenso spettacolo che ho visto. Cambiare, modificare, adattare non è da tutti e là si vede la capacità creativa e il talento di un regista.
Carmen Pommella ha vinto la sfida portando una versione “rock” di “Romeo e Giulietta”, divertendo il giovane e attento pubblico di ragazzi e unendo efficacemente modernità e tradizione.
Ambientato ai giorni nostri e, soprattutto, in atmosfera fresca, dinamica e frizzante, lo spettatore osserva e scruta le tensioni tra Montecchi e Capuleti che si tramutano in scontri e violenze per strada…continua su..

http://www.mygenerationweb.it/201503292343/articoli/palcoscenico/teatro/2343-romeo-e-giulietta-la-tragedia-eterna-di-william-shakespeare-nelladattamento-e-regia-di-carmen-pommella

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1427629313&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.libreriauniversitaria.it/essere-melvin-finzione-realta-agro/libro/9788899121372

“Romeo and Juliet” is a tragedy by William Shakespeare, with adaptation and directed by Carmen Pommella. Produced by The Black Sheep Ltd. (Angela De Matteo, Massimo De Matteo, Peppe Miale). Which ran on 25 and 26 March to theater of the Palms in Naples.

Characters and Actors
Juliet Annarita Ferraro
Romeo Orazio Cerino
Mercutio Adriano Falivene
Tybalt Renato De Simone
Balia Simona Esposito
Lady Capulet Lorena Leone
Benvolio Augustine Pannone
Maestro Lorenzo / Peter Salvatore Esposito
Lighting design by Salvatore Palladino.
All of us, at least once, we dream in life to love with the intensity and purity of Romeo and Juliet. Everyone, at least once, we loved a / a boy / girl against the advice of their parents.
“Romeo and Juliet” is perhaps the most beautiful love story ever written, but it is certainly the most represented in the theater and cinema. Two characters that represent a challenge and a charm for each actor.
Although the story is known never tires, and each time, the viewer gets excited following the tragic events of the two young protagonists. “Romeo and Juliet” is a story which is always present and that lends itself to different theater and film adaptations. Yet it does not take much to make a unique history something horrible and indigestible.
An example? A few months ago Mediaset has proposed a TV miniseries in two episodes of the tragedy setting it in Mediodevo starring Alessandra Mastronardi and Manuel Rivas. Well, enough only a few minutes of watching this mininiserie to throw you in utter despair and, above all, to cause an earthquake on the grave of William Shakespeare. A recitation parish definitely deserved praise more convinced. Personally, portandone heavy signs, I had sworn to turn off from any kind of Romeo and Juliet at least in the medium term.
But when his friend Horace Cerino invited me to see her Romeo, knowing his talent, I decided to risk it and I took a train to Naples at dawn last Wednesday.
An early rising which was rewarded by the successful and intense show I saw. Change, modify, adapt, not everyone and there you see the creativity and talent of a director.
Carmen Pommella won the challenge by bringing a version of “rock” of “Romeo and Juliet”, enjoying the young and attentive young audience and effectively combining modernity and tradition.
Set in the present and, above all, in the atmosphere fresh, dynamic and exciting, the viewer observes and examines the tensions between the Montagues and Capulets that turn into riots and violence in the street … read on ..

http://www.mygenerationweb.it/201503292343/articoli/palcoscenico/teatro/2343-romeo-e-giulietta-la-tragedia-eterna-di-william-shakespeare-nelladattamento-e-regia-di-carmen-pommella

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1427629313&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.libreriauniversitaria.it/essere-melvin-finzione-realta-agro/libro/9788899121372