147) Roma Gospel Voices per “Adotta un Anziano”

Ci sono modi diversi ed altrettanto piacevoli per vivere intensamente un sabato di giugno nella caldissima Roma
Uno di questi è  assistere e partecipare a un  concerto del Roma Gospel Voices di Nico Bucci, come ha fatto il sottoscritto ieri sera.

Nico Bucci e i suoi scatenati e bravi ragazzi si sono infatti ieri sera esibiti presso la Chiesa Battista Centocelle , sposando l’iniziativa “Adotta un Anziano” promossa dell’Istituto G. B Taylor(http://www.istitutotaylor.it/) , che dal 1950 si adopera per accogliere e prendersi cura nella sua confortevole struttura degli anziani del quartiere.
È stata una serata all’insegna della solidarietà e della bella ed intesa musica, che ha coinvolto ed allietato il numeroso e partecipato pubblico presente all’evento.

Ancora una volta Nico e i suoi ragazzi sono stati capaci di costruire un ponte emotivo con il pubblico, regalando vibranti e sincere emozioni, attraverso la magia unica del Gospel.
Stavolta invece d’annoiarvi con le nostre inutili parole, abbiamo scelto di dare spazio alle immagini e soprattutto alla musica, per farvi comprendere che cosa vi siete persi.
Cliccate qui per poter vedere le varie dirette facebook eseguite da Vittorio De Agrò  durante l’evento di ieri sera.

Nico Bucci e il Roma Gospel Voices si prendono ora una meritata vacanza, da settembre torneranno più carichi e battaglieri che mai.
Chi volesse decidere di far parte di questa allegra e” pazza” famiglia, può tranquillamente partecipare alle “Audizioni” di Settembre( per maggiori info consultate la loro pagina facebook https://www.facebook.com/romagospelvoices/).
Magari sarete tra i protagonisti dei diversi concerti che Nico e il Roma Gospel Voices terranno a dicembre.
Noi ci saremo comunque, voi?

317) Nico Bucci-Roma Gospel Voices-Concerto di Natale 2016- The Answer Is You

roma-gosspel

Per una persona schematica, rigida e sorda alle novità musicali di qualsiasi genere, è assai difficile, se non impossibile, appassionarsi a un evento, concerto che invece un fan attende con trepidazione ed attesa.
Ciò nonostante il sottoscritto appartenendo alla prima categoria non vedeva l’ora ieri sera di poter assistere nuovamente all’esibizione di Nico Bucci e dei suoi scatenati Roma Gospel Voices.
Ancora una volta al Teatro Orione di Roma ieri sera è andato in scena il Concerto di Natale “The Answer is You” che ha dato l’opportunità ad amici, parenti e soprattutto agli appassionati (e sono tanti credetemi) di poter applaudire e gustarsi uno spettacolo intenso, unico e avvolgente.
Lo spettatore entra da subito in sintonia nella la magia dello show grazie alla forza e carisma di Nico Bucci e della sua voce chiara, nitida e potente che apre lo show conducendo il pubblico all’interno di lungo momento in cui sono sospese problemi e pensieri.
Un luogo dove anima e cuore si fondono perfettamente ascoltando cantare i Roma Gospel Voices, uomini e donne che con il sorriso sulle labbra trasmettono la loro gioia e semplicità nel canto.
C’ è stato anche spazio per le convincenti e talentuose performance da soliste rappresentate dalle voci di, Marta, Sabina e Sabrina Condò , Kenya Sealey e dell’illustre ospite internazionale Joshua Sommerville, che hanno incantato, commosso ed emozionato il pubblico.

Non potevano ovviamente mancare pezzi tesi a sollecitare il pubblico ad alzarsi in piedi ed essere parte integrante dello spettacolo ballando e battendo le mani insieme a Nico e al Coro.
Il concerto è stato anche l’occasione per presentare in anteprima mondiale il primo disco “Wishyouwerehere” di Nico Bucci e Roma Gospel Voices dove potrete ascoltare non solamente canzoni tipiche della tradizione gospel, anche pezzi riadatti di canzoni famosi come quelle di Lady Gaga.
Nove canzoni da ascoltare e un cd d’acquistare su tutti gli store on line per rendere diverso il vostro Natale grazie al talento e positività trascinante del Roma Gospel Voices.

153) Nico Bucci & Roma Gospel Voices in Concerto

Roma Gospel

Ci sono degli eventi cui è opportuno partecipare senza porsi molte domande se si ha l’opportunità di fare del bene.
Se almeno una volta tendi la mano a chi, al momento, è meno fortunato di te, tornerai a casa più ricco e felice nello spirito.

Spinti da questa sincera e profonda convinzione Nico Bucci e il Roma Gospel Voices ieri hanno chiuso la loro stagione artistica esibendosi a Roma presso la Chiesa Evangelica Battista.
Andando in scena un bellissimo e coinvolgente concerto di beneficenza a favore dell’associazione “Semi di Speranza, http://www.volontariato.lazio.it/semidisperanza/. Facebook https://www.facebook.com/semi.speranza. “ che si occupa di sostenere cinquanta famiglie bisognose del quartiere Centocelle.
La Chiesa era piena di spettatori concentrati, attenti e curiosi di poter ascoltare della bella musica. E cosi è stato fin dal primo brano conquistando e stimolando il pubblico.
Come avevo potuto notare già lo scorso dicembre assistendo al concerto di Natale, Nico e i ragazzi sono davvero bravi nel costruire un ponte emotivo e di calore umano con il pubblico creando un’atmosfera allegra, emozionante e piena d’amore.
E’ stata una serata scandita da una ricca e intensa scaletta musicale in cui si sono alternate perfomance corali a talentuose e intense prestazioni di singole voci che hanno alzato il livello musicale della serata.
Si è respirato un’energia positiva e la voglia di condividere un momento di solidarietà e nello stesso di poter trascorrere una serata in allegria e perché no di dare libero sfogo al proprio desiderio di cantare e ballare.
Uomini, donne e bambini, infatti, si sono uniti, su sollecitazione di Nico, al canto del coro realizzando una simpatica e incisiva scenografia degna di un grande show televisivo o cinematografico.
Musica e Solidarietà sono le protagoniste di questa felice e riuscita serata che però deve essere solo l’inizio per ognuno di noi per donare un po’ del proprio tempo al prossimo, perché solo così potremmo avere davvero degli“Happy Days” come i Roma Gospel Voices insieme al pubblico hanno cantato alla fine del concerto.

271) Roma Gospel Voices – Sconcerto di Natale 2015

agata

Chi  vi scrive considera andare ai concerti un qualcosa di noioso e inutile. Spendere soldi e tempo dietro a un cantante lo ritiene  qualcosa d’incomprensibile per il sottoscritto.
Non suono, non so cantare, e al massimo ascolto la radio quando sono in macchina.
Il Natale è una festività che mi produce, ormai, tanta malinconia e osservo ogni anno che passa, come le persone in questo periodo dell’anno diventino, se possibile, ancora più cattive, ciniche e indolente.
Allora vi chiederete perché ieri seri ser,a invece di stare in casa a leggere un buon libro, mi sia sorbito “Lo Sconcerto di Natale” del Roma Gospel Voices?

Per due motivi: voglio bene alla mia amica Agata, e seppure io sia un gran rompicoglioni resto, invecchiando, una persona curiosa.
Dopo aver ascoltato per tanto tempo racconti entusiastici dalla mia amica sulla sua vita da corista, non potevo non essere presente all’evento svoltosi ieri al Teatro Orione di Roma.
Che cosa posso dirVi sul concerto Gospel? Nulla dal punto di vista tecnico e musicale, perché potrei scrivere delle stupidaggini, oltretutto rischiando di offendere la professionalità e il talento dei coristi.
Piuttosto preferisco raccontarVi come ho avuto modo di trascorrere una bella e calorosa serata in compagnia della musica e di come l’atmosfera allegra, elettrizzante e positiva dal palco si sia trasferita al pubblico numeroso presente in sala.
E’ un coro composto di uomini e donne uniti da sincera amicizia, prima ancora che dall’amore per il canto. Capaci di dare tutto se stessi nelle canzoni , generando un’energia positiva e contagiosa.
Una positività trascinante che si riflette nelle canzoni e nel modo come sono interpretate e sentite.
Nico Bucci è il Leader, anima, direttore d’orchestra di questo scatenato e fresco coro.

Bucci si dimostra anche un bravo e capace cantante,rivelando doti di vero mattatore.
Il pubblico in sala si scalda, scatta in piedi, balla e applaude e soprattutto canta creando con il coro una sinergia musicale e spirituale unica.
Per il sottoscritto è stata un’esperienza nuova e intensa .Sicuramente sarà un bel ricordo quando la malinconia natalizia mi assalirà e per i miei lettori la mia testimonianza possa essere uno stimolo per conoscere quanto prima  il “Gospel Roma Voices”!.

The writer considers going to concerts something boring and useless. Spend money and time behind a singer is really something incomprehensible for myself.
No sound, can not sing, and at most when I listen to the radio in the car.
Christmas is a holiday that I produce now so melancholy and watch each passing year as the people in this time of year to become, if anything, even more vicious, cynical and lazy.
Then you wonder why serious yesterday evening instead of staying at home reading a good book, I have sipped “The Bewilderment of Natale2 the Roma Gospel Voices?

For two reasons: I love my friend Agata and although it is a big pain in the ass getting older rest a curious person.
After listening for a long time enthusiastic stories from my friend about his life as a chorister I could not be present at the event which took place yesterday at the Orion Theatre in Rome.
What can I tell You of Gospel concert? Nothing in terms of technical and musical because I write stupid things plus the risk of offending the professionalism and talent of the boys.
So I prefer to tell you how I got to spend a beautiful and warm evening with the music and how the atmosphere cheerful, positive and electrifying the stage will be transferred to the audience in the hall.
It ‘a choir of men and women united by sincere friendship before love for singing. Capable of giving their all in the songs creating a positive energy and contagious.
A positive enthralling reflected in the songs and how they are interpreted and heard.
Nico Bucci is the leader, soul, conductor of this wild and fresh chorus Bucci but it also shows a good and capable singer revealing gifts of a true showman.
The audience warms up, jumps up, dances and claps and sings above all creating a synergy with the choir musical and spiritual one.
For myself it was a new and intense and that will surely be a nice souvenir when melancholy Christmas assail me and for you instead my brief testimony may be an incentive to learn and appreciate the near future “Rome Gospel Voices”!