232) Ben-Hur

ben-hur

Il biglietto d’acquistare per “Ben-Hur” è: 1) Neanche regalato (Con Riserva) 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.

“Ben – Hur” è un film del 2016 diretto da Timer Bekmambetov, scritto da : John Ridley, con : Jack Huston, Toby Kebbell, Morgan Freeman, Rodrigo Santoro, Nazanin Boniadi,Ayelet Zurer, Sofia Black-D’Elia.

Avviso ai miei due lettori: questa recensione è scritta per senso di responsabilità e rispetto nei confronti del mio caporedattore Emma di Lorenzo e per il cortese invito ricevuto dalla Universal. In assenza di questo, mi limiterei a scrivere: non andate al cinema a vedere questo inutile remake e recuperate il Ben-Hur del 1959 con Charlton Heston.
Fatta questa doverosa promessa, mi avventuro nell’ardua impresa di commentare una pellicola che ha solo il nome in comune con il prestigioso e meraviglioso kolossal che ha fatto la storia del cinema.
L’appello che posso rivolgere ai giovinastri incuriositi dalle immagini di battaglia in 3D e, magari, coinvolti dall’eccitante gara tra Ben-Hur e il fratellastro Messala con la quadriga nel circo è non fermatevi solo agli effetti speciali, a tratti inutili, ma approfondite la storia.
Ben-Hur è più di un racconto di riscatto, tradimento e vendetta, come è stata impostato in questo remake. Il principe Giuda Ben-Hur, ingiustamente accusato di aver attentato con una freccia alla vita del governatore Ponzio Pilato (in realtà l’incidente è causato dalla caduta di una tegola dovuta alla disattenzione della sorella di Ben-Hur), è fatto schiavo e costretto per cinque anni alla dura vita all’interno di una galera romana con la sua famiglia brutalmente carcerata.
Il Ben-Hur del 2016 si distacca molto da quello del 1959 e, in questo voler cambiare e modernizzare perde di forza, fascino e spiritualità.
La sceneggiatura di questo remake è davvero ben poca cosa risultando poco incisiva, opaca, alla stregua di una soap opera, piuttosto che di un film storico di ampio respiro. continua su

https://mygenerationweb.it/201609293341/articoli/palcoscenico/cinema/3341-anteprima-ben-hur-o-dell-inutilita-di-un-remake

Vittorio De Agrò presenta”Amiamoci, nonostante tutto”

https://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1475151074&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

50) Attacco al Potere 2

attacco al potere 2

Il biglietto d’acquistare per “Attacco al Potere 2” è: 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“Attacco al Potere 2” è un film del 2016 di Bbak Najafi, scritto da Creighton Rothenberger e Katrin Benedikt, con: Gerard Butler, Morgan Freeman, Aaron Eckhart, Angela Basset

“Attacco al Potere 2” è il sequel di un progetto cinematografico che punta invece a raccontare di una netta e chiara divisione manichea dei ruoli tra buoni e cattivi.

Una scelta narrativa di per sé discutibile che eppure ha conquistato tre anni fa con il primo film un buon successo di pubblico, spingendo la produzione a sfornare un secondo film. L’idea di mettere in scena gli americani contro tutti e portatori degli ideali di Libertà, Giustizia e Coraggio incarnati dall’agente speciale Mike Banning (Butler) incaricato di difendere a tutti i costi la vita del presidente degli Stati Uniti Benjamin Asher (Eckhart) da ogni possibile attentato è davvero il festival del retorico e dello scontato.

Un manifesto di patriottismo e di forza che cozza con la realtà e con le problematiche che oggi vive il mondo.

Se tre anni fa il nemico era la Corea del Nord che addirittura metteva a ferro a fuoco la Casa Bianca, ora nel sequel il terrore si sposta in Europa e precisamente a Londra.

Il pretesto è la misteriosa e improvvisa morte del Premier britannico, che costringe tutti i maggiori Leader a recarsi nella capitale inglese per i funerali, trasformandoli in una trappola mortale per la maggior parte di loro.

Un attentato costruito e studiato con cura e meticolosità da un pericoloso trafficante d’armi dello Yemen insieme con i suoi figli, sfuggiti, due anni prima, a un attacco mortale dei droni americani, adesso vogliono vendicare però la morte della figlia del trafficante, vittima dell’attacco.

Trasformando così Londra un campo di battaglia e luogo di guerriglia in cui Banning e Asher isolati dal resto del mondo devono fuggire e soprattutto difendersi in ogni modo dai terroristi, che sognano di giustiziare in mondo visione il Presidente degli Stati Uniti.

Una storia scritta male e messa in scena con modestia artistica facendo emergere tutti i luoghi comuni e i peggiori cliché su come solo gli Stati Uniti abbiano migliore governo migliore grazie a uomini coraggiosi e forti. continua su

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-attacco-al-potere-2/

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket purchase for “London Has Fallen”” is: 1) Not even given 2) Tribute 3) afternoon 4) Reduced 5) Always

“London Has  Fallen” is a 2016 film by Bbak Najafi, written by Creighton Rothenberger and Katrin Benedikt, with: Gerard Butler, Morgan Freeman, Aaron Eckhart, Angela Basset.

 

“The Siege 2” is the sequel to a film project which strives to tell of a distinct and clear Manichean division of roles between good and bad.

A choice of narrative by saying that controversial yet won three years ago with the first film a good success, pushing production to churn out a second film. The idea to stage the Americans against all bearers of the ideals of freedom, justice and courage embodied by Special Agent Mike Banning (Butler) in charge to defend at all costs the life of US President Benjamin Asher (Eckhart) from any possible attack is really the rhetoric and the festival granted.

A poster of patriotism and strength that clashes with reality and with the problems that the world now lives.

If three years ago the enemy was North Korea that even began to focus iron the White House, now in the sequel terror moves in Europe and specifically in London.

The pretext is the mysterious and sudden death of the British Premier, which forces all major leader to travel to the British capital for the funeral, turning them into a death trap for most of them.

A bomb constructed and studied carefully and meticulously a dangerous smuggler Yemen weapons together with his sons, escaped, two years before, in a deadly attack by American drones, but now they want to avenge the death of the daughter of the trafficker, the victim attack.

Transforming London a battlefield and place of guerrillas in which Banning and Asher isolated from the rest of the world have to escape and especially defend himself in any way by terrorists, who dream of executing in the world view the US President.

A story written badly and staging artistic modesty, bringing out all the clichés and the worst clichés on how only the United States has improved thanks to better government brave and strong men. continues on

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-attacco-al-potere-2/

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher feature “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

128) Ruth e Alex

Ruth e Alex

Il biglietto d’acquistare per “Ruth e Alex” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Richard Loncraine. Con Morgan Freeman, Diane Keaton, Carrie Preston, Cynthia Nixon, Claire van der Boom, Korey Jackson. Drammatico, 92′. 2015.

Rimanere sposati per quarant’anni, oggi, è davvero una sfida. Essere una longeva coppia e pure “radical chic” è un connubio che sa più di film che di vita reale. Ma proprio matrimonio, famiglia, casa, sono le parole chiave per una vita normale e felice.

Ebbene, la coppia mista formata da Ruth (Keaton) e Alex Carver (Freeman) è felicemente sposata da molto tempo. Da sempre i due abitano a Brooklyn, New York City, e non avendo avuto figli riversano il loro amore genitoriale sull’amata cagnolina.

Una vita serena, quella condotta dai coniugi, vita nel corso della quale hanno anche sfidato i pregiudizi di parenti e mondo intero, realizzando in larga parte i loro sogni – Alex dipingendo, Ruth insegnando.

Come spesso accade, però, il caos può bussare alla porta in qualunque momento, portando con sé problemi e incertezze. In questo caso l’imprevisto ha la forma di Lily Portman (Nixon), nipote di Ruth, eccentrica e determinata agente immobiliare che propone alla coppia di mettere in vendita la casa, ormai inadeguata alla loro età.

Così nell’abitazione di Ruth e Alex sfilano una serie di potenziali compratori, che mostrano allo spettatore, tra le altre cose, come il mercato immobiliare americano, seppure provato dalla crisi, sia comunque avanti rispetto al nostro – la sigla Imu non significa niente, da quelle parti, ad esempio. Alex non vorrebbe vendere, Ruth vorrebbe comunque rimanere a vivere nel quartiere. Così la coppia inizia a valutare case alternative, rievocando gli anni trascorsi insieme.

Un film dove il matrimonio è ancora un atto d’amore, un viaggio che si è felici di aver intrapreso e non un macigno da portare sulle spalle. Una pellicola che è una fotografia, colorata e divertente, degli usi e costumi degli abitanti di New York, e che evidenzia anche come la casa, nonostante tutto, conservi nel 2015 il valore atavico di “focolare domestico”…continua su

http://paroleacolori.com/ruth-alex-l-amore-cerca-casa/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket purchase for “Ruth and Alex” is: 1) Even given; 2) Tribute; 3) In the afternoon; 4) Reduced; 5) Always.

Directed by Richard Loncraine. With Morgan Freeman, Diane Keaton, Carrie Preston, Cynthia Nixon, Claire van der Boom, Korey Jackson. Drama, 92 ‘. 2015.

Stay married for forty years, today, is really a challenge. Being a long-lived couple and even “radical chic” is a combination that knows more about movies than real life. But marriage, family, home, are the key words for a normal and happy life.

Well, the mixed couple formed by Ruth (Keaton) and Alex Carver (Freeman) is happily married for a long time. Always the two live in Brooklyn, New York City, and not having had children pour their parental love sull’amata dog.

A peaceful life, one conducted by the spouses, life during which they also challenged the prejudices of family and the entire world, making a large part of their dreams – Alex painting, Ruth teaching.

As often happens, however, the chaos can knock on the door at any time, bringing with it problems and uncertainties. In this case the unexpected is shaped Lily Portman (Nixon), grandson of Ruth, eccentric and determined realtor who proposes to couple to sell the house, now inadequate for their age.

So the home of Ruth and Alex paraded a number of potential buyers, showing the viewer, among other things, as the US housing market, although tried by the crisis, is still ahead of our – the symbol IMU does not mean anything, in these parts, for example. Alex would not want to sell, Ruth would still remain living in the neighborhood. So the pair began to evaluate alternative houses, recalling the years spent together.

A film where marriage is still an act of love, a journey that you are happy to have taken a rock and not to carry on his shoulders. A film that is a snapshot, colorful and fun, customs and traditions of the people of New York, and also highlights how the house, after all, retain in 2015 the value of atavistic “hearth and home” … read on

http://paroleacolori.com/ruth-alex-l-amore-cerca-casa/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html