125) Yesterday Il Film

Il biglietto da acquistare per “Yesterday” è:
Nemmeno regalato. Omaggio. Di pomeriggio (con riserva). Ridotto. Sempre.

“Yesterday ” è un film di Danny Boyle. Con Himesh Patel, Lily James, Ana de Armas, Kate McKinnon, Lamorne Morris. Commedia. Gran Bretagna 2019

Sinossi:

Jack Malik è un musicista di scarso successo. In lui crede solo Ellie, manager, amica e forse qualcosa in più, benché inespresso. Finché una sera, dopo che ha deciso di smettere con la musica e cercare un lavoro più regolare, Jack ha un incidente e perde coscienza durante un blackout planetario. Quando si sveglia, scopre che il mondo è stato privato delle canzoni dei Beatles e che lui è rimasto il solo a ricordarle.

Recensione:

Tutti sognano di lasciare un segno indelebile del nostro passaggio in questo mondo – in ambito politico, economico, artistico. A riuscirci, però, sono soltanto in pochi…

Non importa quanto poco vi interessiate di musica, ci sono buone probabilità che conosciate almeno una canzone dei Beatles. Nonostante il gruppo sia stato attivo solo fino al 1970, i ragazzi di Liverpool hanno fatto la storia, e vengono ascoltati, suonati e cantati ancora oggi in tutto il mondo.

Ma cosa succederebbe se, in seguito a un blackout, venissero cancellati dalla memoria colletiva? E se a ricordarsi di loro e della loro musica fosse soltanto un giovane musicista inglese di scarso successo?

“Yesterday” di Danny Boyle, presentato in anteprima al 65° Taormina Film Festival, parte da qui per raccontare l’inaspettata quanto clamorosa ascesa di Jack Malik (Patel), che dopo essere stato coinvolto in un incidente e aver perso conoscenza, si risveglia e scopre di essere l’unico a ricordare le canzoni dei Beatles.

Richard Curtis firma una sceneggiatura originale, divertente, briosa quanto ironica, mescolando con creatività e talento generi come il fantasy, il musical e la commedia romantica, e trovando nel complesso un armonioso e convincente equilibrio narrativo.

Il regista Danny Boyle, contando su un solido script, mette in scena da una parte un’operazione nostalgia, facendo ballare e cantare il pubblico con canzoni indimenticabili. Dall’altra racconta in modo romantico, piacevole e coinvolgente la non-storia d’amore tra Jack ed Elle, che aspetta pazientemente che l’amico la veda sotto la giusta luce. continua su

“Yesterday”: i Beatles e la beatlemania raccontata da Danny Boyle

168) Il tuo Ex non muore mai

Il biglietto da acquistare per “Il tuo ex non muore mai” è:
Nemmeno regalato. Omaggio (con riserva). Di pomeriggio. Ridotto. Sempre.

“Il Tuo Ex Non Muore Mai” è un film di Susanna Fogel. Con Mila Kunis, Kate McKinnon, Justin Theroux, Sam Heughan, Gillian Anderson. Commedia, 116′. USA 2018

Sinossi:

Audrey e Morgan, due amiche trentenni che vivono a Los Angeles, si ritrovano al centro di una cospirazione internazionale, quando l’ex fidanzato di Audrey si presenta nel loro appartamento per nascondersi da un gruppo di spietati assassini che lo stanno inseguendo. Incredule e stupite, le due saranno costrette a entrare in azione e trasformarsi in spie provette. Dovranno fare i conti con i killer e con un agente segreto britannico, misterioso e affascinante, mentre cercano di salvare il mondo… e la pelle.

Recensione:

Possiamo mai dire davvero di conoscere qualcuno, fosse anche il nostro partner? E se dopo un anno di felice convivenza questi dovesse lasciarci improvvisamente, tramite messaggio, sarebbe solo uno st**o senza possibilità di perdono o magari potrebbe avere un motivo per le sue azioni? Qualcosa che ci tiene, appunto, nascosto?

Sarà capitato a molti di porsi domande come questa, magari dopo la fine di una relazione sentimentale. Altrettanto spesso questi temi sono stati presi come spunto narrativo per realizzare commedie romantiche o drammi esistenziali strappalacrime.

Ebbene, caro spettatore, se pensi che “Il tuo ex non muore mai” di Susanna Fogel rientri in una delle due categorie rimarrai deluso. Il film parte da una rottura, è vero, quella tra Audrey (Kunis) e il fidanzato, ma poi si configura come una spy story tutta al femminile, incredibile quanto divertente.

A sequenze d’azione degne del miglior James Bond o di Mission Impossible se ne alternano fin da subito altre da commedia romantica. Cosa unisce le due anime, all’apparenza tanto diverse? Il personaggio di Drew (Theroux), ex di Audrey, che porterà le due amiche a essere coinvolte in un pericoloso intrigo internazionale.

Il fatto di giocare sulla mescolanza tra commedia e azione convince, ma solo fino a un certo punto. Alla lunga, infatti, “Il tuo ex non muore mai” risulta piuttosto pasticciato, un ibrido che non riesce ad assimilare il meglio né di un genere né di un altro. continua su

http://paroleacolori.com/il-tuo-ex-non-muore-mai-spy-story-e-commedia-romantica/

297) La Festa prima delle Feste

festa

Il biglietto d’acquistare per “La Festa prima delle Feste” è: 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di Pomeriggio (Con Riserva) 4) Ridotto 5) Sempre.

“La Festa prima delle Feste” è un film del 2016 diretto da Josh Gordon, Will Speck, scritto da Justin Malen, Laura Solon, con : Kate McKinnon, Olivia Munn, Jennifer Aniston, Jamie Chung, Jason Bateman, T.J. Miller, Abbey Lee, Courtney B. Vance, Matt Walsh, Jillian Bell, Rob Corddry, Randall Park, Oliver Cooper.

Il Natale è il momento dell’anno più difficile e complesso sul piano lavorativo.
I dipendenti si aspettano una meritata gratifica, i manager si attendono una promozione, i capi invece fanno i conti e piangono miseria.
Ciò nonostante tutti insieme, soprattutto in America, sono pronti a festeggiare organizzando un folle party in ufficio lasciando a casa contegno, disciplina e responsabilità.
“La festa prima delle feste” di Gordon e Speck appartiene a quel tipo di cinema d’evasione, grottesco, e politicamente scorretto e fuori dagli schemi che il pubblico ha imparato ad amare con film cult come Porky’s, Quel Pazzo Venerdi, Una Notte da Leoni ecc.
La sceneggiatura non ha quindi nulla d’originale ed innovativo rispetto ai titoli sopracitati, ma ha il merito di mescolare con bravura le diverse tematiche dando vita a un prodotto che seppure in alcuni momenti eccessivo e debordante e con una seconda parte troppo lunga e meno brillante come ritmo si lascia guardare con simpatia fino alla fine.
Quando un amministratore delegato con le belle forme di Jennifer Aniston ma dal carattere acido e permaloso cerca di chiudere la filiale gestita dal fratello scapestrato, quest’ultimo, insieme al direttore del suo reparto tecnico (Bateman), decide di radunare i colleghi ed organizzare un’epica festa di Natale nel tentativo di fare colpo su un potenziale cliente, e concludere così una vendita che potrebbe salvare i loro posti di lavoro.
Un film che vive più sulla parte visiva, sui rumori che sulla parola o piuttosto su dei dialoghi incisivi e profondi.
La vera novità drammaturgica è sicuramente la rilevanza e importanza dei ruoli femminili su quelli maschili, cosa rara in questo genere di pellicole.
Jennifer Aniston, Kate McKinnon, Olivia Munn conquistano con ruoli diversi ma altrettanto efficaci e divertenti il centro della scena mostrando talento, personalità e tempi comici perfetti oltre che una notevole bellezza e presenza scenica.
La regia è semplice, diretta, puntuale e adatta nel gestire un film caotico, rumoroso e colorato trascinando lo spettatore dentro una pazza ed eccitante notte.
Lavorare è spesso faticoso, ripetitivo e noioso, ma quando ti capita di avere un capo che ritiene gli impiegati come una grande famiglia, allora anche il lavoro può diventare divertente e spassoso come una festa.

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/B01H85DF8S/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1481112670&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre

181) Ghostbusters

fantasmi

Il biglietto da acquistare per “Ghostbusters” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre (con riserva).

Un film di Paul Feig. Con Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Leslie Jones, Kate McKinnon, Chris Hemsworth, Cecily Strong, Andy Garcia. Fantascienza, 108′. 2016.

Togliamoci subito il dente: questa nuova versione al femminile di “Ghostbusters” non manca di rispetto alla saga che la mia generazione e non solo ha amato moltissimo negli anni ‘80.

Appassionati e semplici curiosi, fin dall’annuncio della produzione, hanno storto il naso e mostrato grandi perplessità sul progetto del regista Paul Feig di portare sul grande schermo un remake in rosa delle avventure celeberrimi acchiappafantasmi. Si sono spesi fiumi di parole, sul web e sui social e gli stessi critici si sono arroccati su pregiudiziali stroncature prima ancora di vedere un solo minuto di film.

Ebbene, cari lettori, potete andare al cinema senza pensieri, magari in compagnia dei figli, perché il fascino e l’ironia della saga originaria sono salvi, e addirittura rinnovati e rinfrescati.

Questo “Ghostbusters” si colloca a metà strada tra un remake e un reboot, dove alle novità si uniscono innumerevoli citazioni e omaggi alla prima versione, a cominciare dai piccoli e divertenti cameo dei membri del vecchio cast.

Quello di Feig è un film godibile, leggero, che si lascia vedere con gusto e in scioltezza nonostante la trama sia di per sé abbastanza scontata e prevedibile.

Lo spettatore si trova nella New York moderna, dove tre giovani scienziate formano una sgangherata e arruffona squadra dedita allo studio dei fenomeni paranormali. Ne fanno parte Erin (Wiig) e Abby (McCarthy), amiche di vecchia data legate dall’amore per lo studio dei fantasmi e Holtzaman (McKinnon). Alle tre scienziate si uniscono presto Patty (Jones), impiegata del metrò eccentrica e colta, e Kevin (Hemsworth), segretario belloccio ma stupido.

È un po’ come assistere a una sorta di gioco degli specchi o, se preferite, di ribaltamento, tra i personaggi del nuovo film e quelli che hanno fatto la storia. Le quattro protagoniste hanno infatti caratteri, personalità, pregi e difetti tutti loro eppure richiamo alla mente i “colleghi” uomini per alcuni tic e modi di fare. continua su

Al cinema: Ghostbusters

Roberto Sapienza presenta “Ninni,mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/B01H85DF8S/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1469715345&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre