131) 7 minuti dopo mezzanotte

Il biglietto da acquistare per “Sette minuti dopo la mezzanotte” è: Nemmeno regalato. Omaggio. Di pomeriggio. Ridotto (con riserva). Sempre.

Un film di Juan Antonio Bayona. Con Lewis MacDougall, Sigourney Weaver, Felicity Jones, Toby Kebbell, Ben Moor. Drammatico, 108’. USA, Spagna, 2016

Basato sull’omonimo romanzo di Patrick Ness

La perdita prematura di un genitore per malattia è un evento doloroso e traumatico per un figlio, specie se questo non è ancora adulto.

Su quale sia il modo migliore per elaborare un lutto tanto grande si discute e si scrive molto, ma prima della perdita c’è una fase forse ancora più dura, stare accanto a mamma o papà mentre lentamente ed inesorabilmente si spegne.

E allora capita – come vi potrà confermare chiunque ci è passato – di sperare che la fine arrivi quanto prima. Per far finire tutto questo dolore.

“Sette minuti dopo la mezzanotte” di Juan Antonio Bayona è un racconto delicato, commovente, straziante sotto forma di fantasy. continua su

http://paroleacolori.com/sette-minuti-dopo-la-mezzanotte-una-fiaba-gotica-ricca-di-pathos/

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

42) Autobahn – Fuori Controllo

autobahn

Il biglietto d’acquistare per “Autobahn – Fuori Controllo” è : 1) Neanche regalato(Con Riserva) 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.

“Autobahn- Fuori controllo” è un film del 2017 scritto e diretto da Eran Creevy, con : Nicholas Hoult, Felicity Jones, Anthony Hopkins, Ben Kingsley, Clemens Schick, Michael Epp, Christian Rubeck, Joachim Król, Aleksandar Jovanovic.

Se siete amanti delle auto di lusso e da corsa e nello stesso vi considerate romantici come la famosa e tragica coppia di Romeo e Giulietta, allora decisamente “Autobahn” è il vostro film.
Eran Creevy, infatti, osa mescolare insieme il genere cinematografico alla Fast and Furious al genere romance strizzando l’occhio addirittura a William Shakespeare.
Il risultato drammaturgico di questa fusione è un ibrido che, ahimè, non soddisfa nessuno dei fan di tali generi.
Casey (Hoult)e Juliette sono due giovani americani che si incontrano e si innamorano durante un rave a Colonia. Casey è fuggito dall’America per pendenze penali, Juliette, è una studentessa in fuga dalla propria famiglia. Iniziano una dolce e romantica storia d’amore, bruscamente interrotta, quando alla ragazza viene diagnosticata la necessità di un trapianto di reni. . Casey, che era uno spacciator prima di conoscere ed innamorarsi di Juliete decide di tornare al suo oscuro passato per pagare le cure mediche che potrebbero salvarla. Seguendo il consiglio di Geran(Kingsley), un trafficante per il quale lavorava, decide di derubare il temuto gangster, ma ufficialmente stimato uomo d’affari, Hagen(Hopkins). La rapina, però, non va come previsto e Casey dovrà riuscire a sfuggire agli uomini di Hagen per salvare sé stesso e l’amore della sua vita.
“Autobahn” è un film che si potrebbe anche senza audio, per quanti i dialoghi siano davvero poveri e superflui, lasciando allo spettatore la possibilità di ammirare le folle corsi in auto per il centro di Colonia o in autostrada e le incredibili testa coda del protagonista e la sua capacità di uscire senza quasi un graffio dalle numerose e brutali sparatorie. continua su

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-fuori-controllo/

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Dstripbooks&field-keywords=essere+melvin

307) Rogue One – A Star Wars Story

rogue-one

Il biglietto da acquistare per “Rogue one – A Star Wars story” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Gareth Edwards. Con Felicity Jones, Diego Luna, Mads Mikkelsen, Alan Tudyk, Ben Mendelsohn, Forest Whitaker, Donnie Yen, Jonathan Aris, Riz Ahmed, Genevieve O’Reilly, Jimmy Smits. Fantascienza, 133′. 2016

Le grandi storie, quelle epiche che si tramandano di padre in figlio hanno spesso origine dalle gesta coraggiose di un uomo o di un gruppo che fatalmente, sono sconosciute al grande pubblico. Eppure è da quella storia originaria che è nato tutto.

La saga di Star Wars ha attratto milioni di fan fin dal suo esordio al cinema nel 1977. Il dualismo tra il potere buono, totalizzante, della Forza e dei jedi e il Lato Oscuro, sua degenerazione in senso distruttivo, con il malvagio Darth Vader come suo cavaliere, hanno affascinato e continuano ad affascinare il pubblico.

Fino ad oggi si sono susseguite sul grande schermo con alterne fortune due trilogie complete e il primo episodio di una terza, per un totale di sette film.

Eppure la Disney e George Lucas sentivano che mancava qualcosa alla narrazione delle vicende di questa “galassia lontana lontana” che tutto il mondo sente tanto vicina.

“Rogue one – A Star Wars story”, lo spin off diretto da Gareth Edwards, è pensato per essere una sorta di trait d’union tra la prima trilogia e la seconda, mettendo ogni tassello al suo posto e in un certo senso chiudendo il cerchio.

Non voglio macchiarmi in questa recensione del grave peccato di spoiler, per questo eviterò di parlare dell’intreccio e della trama, lasciandovi piuttosto delle suggestioni su cui riflettere.

Rogue one” si compone di due momenti drammaturgici distinti. Il primo è preparatorio, lineare, preciso nell’accompagnare lo spettatore alla scoperta di come nasce il gruppo di coraggiosi ribelli guidati dall’intrepida Jyn Erso (Jones), figlia di Galen Erso (Mikkelsen), che decise di sfidare l’Impero cercando di rubare i piani della Morte Nera.

Il secondo mette in scena l’essenza stessa del teatro greco classico, con l’eroe che si sacrifica per il bene comune ma anche per dare una speranza alla propria discendenza. continua su

http://paroleacolori.com/al-cinema-rogue-one-a-star-wars-story/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante Tutto”

https://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2/dp/8891182028/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1481844790&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

238) Inferno

inferno

Il biglietto da acquistare per “Inferno” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto (con riserva); 5)Sempre.

Un film di Ron Howard. Con Tom Hanks, Felicity Jones, Ben Foster, Omar Sy, Irrfan Khan, Sidse Babett Knudsen, Fausto Maria Sciarappa, Ana Ularu. Thriller, 121′. 2016

Tratto dal romanzo omonimo di Dan Brown.

Il nostro pianeta soffre di un grave forma di sovrappopolamento. Il rischio concreto è quello di somigliare sempre più a una gigantesca carrozza del metrò nell’ora di punta, con le risorse energetiche e alimentari non più sufficienti a sostenere l’intera popolazione mondiale.

Di questo parlano da tempo addetti ai lavori e capi di stato. Ma esiste una soluzione definitiva al problema? Difficile dirlo. Madre Natura, nel corso dei secoli, è intervenuta a suo modo sfoltendo la popolazione, con epidemie, carestie, disastri climatici.

Dan Brown, nel quarto libro della serie con protagonista il professor americano di simbologia Robert Langdon (Hanks), “Inferno”, ha affrontato proprio questo delicato tema, unendo thriller e action. Come fa presagire il titolo, questa volta sono Firenze, il Sommo Poeta Dante e la prima cantica della Divina Commedia al centro della storia.

Il regista Ron Howard non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di completare la trilogia iniziata con “Il codice Da Vinci” e proseguita con “Angeli e demoni”, portando sul grande schermo anche questo romanzo che aveva tutte le potenzialità per incantare il pubblico.

Lo spettatore entra subito nel pieno di una trama ricca di colpi di scena e improvvisi cambi di alleanze, dove è arduo capire chi sia davvero il cattivo e chi stia facendo il doppio gioco.

Il protagonista si risveglia ferito e convalescente in un letto d’ospedale fiorentino, accudito dalla bella dottoressa Sienna Brooks (Jones). Costretto a scappare insieme alla donna, dovrà cercare di superare la momentanea amnesia e ricostruire quanto gli è successo nelle ore precedenti l’incidente. Perché è ricercato dall’Organizzazione Mondiale della Salute, dalla polizia e da una spietata killer? Quali segreti porta con sé? E di chi può fidarsi veramente?

Insieme a Sienna, Langdon sarà coinvolto in una drammatica lotta contro il tempo per fermare il folle piano di Zobrist (Foster) e dei suoi seguaci, intenzionati a diffondere un virus letale che potrebbe causare miliardi di morti.

continua su

Al cinema: Inferno

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/8892613278/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1476338139&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre