264) The Greatest Showman

Il biglietto da acquistare per “The Greatest Showman” è:
Nemmeno regalato. Omaggio. Di pomeriggio. Ridotto. Sempre.

“The Greatest Showman” è Un film di Michael Gracey. Con Hugh Jackman, Michelle Williams, Zac Efron, Rebecca Ferguson, Zendaya, Keala Settle. Musical, 110′. USA, 2017.

Sinossi:

Inizio Ottocento. Phineas Taylor Barnum è il figlio di un sarto che muore catapultando il bambino nel buio di un’infanzia dickensiana. Ma P.T. crede nel sogno americano e il suo amore di gioventù, la dolce Charity, abbandona i privilegi della propria casta bramina per seguire le visioni di quello che diventerà suo marito e il padre delle loro due figlie. Per Barnum, convinto che ogni progetto debba essere realizzato “cinque volte più grande, e dappertutto”, nulla è abbastanza: non il Museo delle stranezze che edifica nel centro di Manhattan, non il circo che porta il suo nome in cui si esibiscono la donna barbuta e il gigante irlandese, il nano Tom Thumb e i gemelli siamesi. Perché quando P.T. Barnum “sta arrivando”, lo fa come un ciclone inarrestabile che travolge ogni cosa al suo passaggio: steccati e ipocrisie, ma anche legami e sentimenti.

Alzi la mano chi, da bambino, non ha dato almeno una volta il tormento ai propri genitori per essere portato al circo. Ebbene, tornate indietro con la mente e cercate di rievocare la genuina incredulità provata nel vedersi davanti, per la prima volta dal vivo, una giraffa o un elefante, le risate strappate dagli sketch dei pagliacci, il brivido per i volteggi in aria dei trapezisti…

Ecco, dopo aver fatto questo viaggio, sarete nella giusta condizione emotiva per apprezzare fino in fondo “The greatest showman”, il biopic musicale su Phineas Taylor Barnum, l’inventore del circo, capace di dimostrare che il sogno americano, se hai talento e determinazione, è alla portata di chiunque.

Hugh Jackman ha voluto fortemente interpretare il ruolo del protagonista, dopo essere rimasto colpito dalla biografia di Barnum ma soprattutto dalle sue doti imprenditoriali ed umane, che gli permisero di “sdoganare” uomini e donne considerati, negli Stati Uniti di fine Ottocento, scherzi della natura.

Sono stati necessari tre anni di duro lavoro per realizzare l’ambizioso progetto, che trae ispirazione anche dal musical teatrale. Nella storia del Barnum bambino si notano echi di dickensiana memoria – la morte del padre, l’indigenza, le difficoltà di trovare da mangiare. Eppure l’incipit del film strizza l’occhio anche alla fiaba di Aladino, con il colpo di fulmine tra il protagonista e Charity (Williams), figlia di un ricco e superbo uomo d’affari inglese.

“The greatest showman”, in forma romanzata ed edulcorata, racconta la sfida affrontata da Barnum per mettere in piedi il circo chiamato The Greatest Show on Earth nel 1872. continua su

http://paroleacolori.com/greatest-showman-un-musical-frenetico-ed-eccessivo-come-il-circo/

265) Carosello Park- La Repubblica della Luna

carosello park
“Carosello Park”- “La Repubblica della Luna” è uno spettacolo teatrale di Dante Antonelli, drammaturgia di Giovanni Ortoleva e Valeria Belardelli, con Martina Badiluzzi, Andrea Polia, Mario Russo. È andato in scena il 17 Dicembre alla Spin Time Teatro di Roma.

La libertà è un dono concesso da Dio e come tale di un valore inestimabile.
L’uomo senza di essa non è felice. La brama, la ricerca e la insegue per una vita senza mai possederla pienamente.
Quando si è veramente liberi? Quando si può esprimere senza problemi la propria opinione? Forse, ma in vero la vera libertà è poter essere se stessi fino in fondo davanti a tutti.
Un’utopia in un mondo dove le regole e le limitazioni ci sovrastano e ci impediscono qualsiasi azione.
Esiste dunque sulla terra un luogo davvero libero e privo di un soffocante regolamento.
No, è la risposta che si dà la giovane la Ballerina Luna (Badiluzzi) che lavora da sempre in un circo in compagnia di due russi.
Luna è stanca di vivere in un luogo in apparenza felice e serena, ma in realtà soffocante e priva di amore. Vuole conoscere luoghi nuovi e diversi e soprattutto essere finalmente libera.
La sua fuga provoca caos e stupore negli altri colleghi del circo. Spingendo cosi i super clown Augusto (Polia) e Pierot (Russo) e la donna cannone Bianca (Badiluzzi) a lasciare a loro volta il circo e di andare a cercare Luna nel bosco.
Un bosco in cui i super poteri dei clown vengono meno costringendoli a confrontarsi con la realtà che hanno intorno e a comprendere come la vita circense non sia alla fine la migliore vita possibile.
Si dice la fuga non sia mai la soluzione migliore, ma in questo caso la fuga diventa per tutti i nostri protagonisti e l’opportunità di vivere un’avventura unica e irrepetibile tra gag surreale e grottesche.
E come dicono ancora gli antichi, non si può fuggire in eterno ed è necessario un approdo, un luogo sicuro.
Per i nostri clown il luogo sicuro sarà la Luna non sola come luogo geografico, ma anche porto seno dello spirito e dell’anima. Un porto in cui un individuo può essere veramente libero e capace di poter amare senza vincoli.
“Carosello Park” è una favola d’amore e di libertà adatta a un pubblico di ogni età grazie a un testo ben scritto, fresco e divertente che regala al pubblico un’ora e venti di sorrisi e spunti di riflessione.
Martina Badiluzzi, Andrea Polia, Mario Russo sono ottimi interpreti, riuscendo a realizzare a delle convincenti perfomance anche sul piano acrobatico. Costruendo così di personaggi istrionici, gustosi e soprattutto comici che conquistano il pubblico.
La regia di Dante Antonelli è briosa, colorata e dinamica guidando con i giusti tempi e ritmo lo spettacolo e il cast.
Essere libero è il nostro Sacro Gral e per essere tale si può anche vivere lontani da tutto e tutti.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1450470488&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

“Carousel Park” – “The Republic of the Moon” is a play of Dante Antonelli, dramaturgy of John and Valeria Ortoleva Belardelli, with Martina Badiluzzi, Andrea Polia, Mario Russo. It was staged on December 17 at Spin Time Theatre of Rome.

Freedom is a gift given by God and as such is invaluable.
The man is happy without it. The longing, searching and chasing for a lifetime without ever fully possess.
When you are truly free? When you can express their opinion without any problems? Perhaps, but real true freedom is being able to be yourself all the way in front of everyone.
Utopia in a world where the rules and limitations dominate us and keep us from any action.
Thus there is on earth a truly free and free of a suffocating regulation.
No, it is the answer that you give the young Moon Dancer (Badiluzzi) who has always worked in a circus in the company of two Russians.
Luna is tired of living in a seemingly happy and serene, but actually suffocating and loveless. He wants to know new places and different and above all to be free at last.
His escape causes chaos and awe in the other colleagues in the circus. Thus pushing the super clown Augustus (Polia) and Pierot (Russian) and the fat lady Bianca (Badiluzzi) to leave you the circus and go find Luna in the woods.
A forest in which the super powers of the clowns are not forcing them to face the reality that around and see how the circus life is not the end the best life possible.
It says escape is never the best solution, but in this case the flight gets to all of our players and the opportunity to experience a unique adventure and unrepeatable between surreal gags and grotesque.
And as they say still the old, you can not run away forever and you need a landing place, a safe place.
For our clown safe place will be the Moon not only as a geographical location, but also harbor within the spirit and the soul. A port in which an individual can be truly free and able to be able to love without strings attached.
“Carousel Park” is a tale of love and freedom suitable for audiences of all ages thanks to a well-written text, cool and fun that gives the audience a hour of smiles and insights.
Martina Badiluzzi, Andrea Polia, Mario Russo are excellent performers, managing to achieve a convincing performance on the level of acrobatic. Thus building of characters histrionic, tasty and above all comedians who conquered the audience.
Directed by Dante Antonelli is lively, colorful and dynamic driving with the right timing and rhythm of the show and the cast.
Being free is our Holy Grail and to be that you can also live far from everything and everyone.

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1450470488&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto