44) Gagarine -Proteggi ciò che ami

Il biglietto d’ acquistare per “Gagarine” è : Di pomeriggio

“Gagarine” è un film del 2020 diretto da Fanny Liatard, Jérémy Trouilh, scritto da Benjamin Charbit, Fanny Liatard, Jérémy Trouilh, con :
Alseni Bathily, Lyna Khoudri, Jamil McCraven, Finnegan Oldfield, Farida Rahouadj, Denis Lavant,
Sinossi:
Gagarine – Proteggi ciò che ami, film diretto da Fanny Liatard e Jérémy Trouilh, è ambientato nella periferia sud di Parigi e racconta la storia di un ragazzo di sedici anni di nome Youri (Alseni Bathily), che spera un giorno di diventare un cosmonauta. Il giovane è nato e cresciuto nel complesso residenziale della Cité Gagarine, complesso di abitazioni di mattoni rossi, che alla sua costruzione era un simbolo architettonico di modernità. Ora la cittadina rischia di essere demolita a causa del degrado dilagante e Youri, deciso a non rassegnarsi, vuole battersi per salvare il complesso e la sua casa. Mentre gli appartamenti intorno al suo si svuotano e i cantieri aumentano, il giovane si adopera per realizzare la sua missione.
Recensione:
La casa in cui siamo nati e cresciuti rappresenta calore, stabilità, sicurezza.
Quelle quattro mura assumono un valore simbolico ed esistenziale soprattutto per chi non ha altro o si trova ad essere solo.
“Gagarine” è una poetica storia di resilienza abitativa che il giovane protagonista Youri decide di combattere contro la modernità e l’ avidità edilizia.
“Gagarine” è un vecchio e malridotto complesso degli anni sessanta, abitato da famiglie e persone “cosiddette” emarginate dalla società .
E’ più semplice ed economico “abbattere” piuttosto che riparare per il Comune di Parigi.
Ma quest’operazione non tiene conto dei sentimenti, ricordi delle persone che hanno vissuto il “Gagarine”.
Youri è un amante dello spazio e dell’ingegneria e non vuole rassegnarsi all’idea di lasciare il suo appartamento.
Orfano di padre ed abbandonato dalla madre che si è rifatta una vita, il Gagarine rappresenta l’ultimo legame familiare o se preferite è la sua personale “coperta di linus”.
Cosi Youri insieme all’amico d’infanzia Houssam ed alla simpatica e sveglia Diana decidono di mettere su un’operazione impossibile: ristrutturare loro il Gagarine salvandolo dalla demolizione.
Un tentativo ingenuo quanto vano, ma che lo spettatore segue con tenerezza e partecipazione, comprendendo il significato più profondo che muovono la caparbia illusione di Youri.
“Gagarine” è un film delicato, a tratti onirico ed allo stesso politico evidenziando la distanza, frattura che esiste tra i quartieri periferici e la Parigi moderna e ricca.
Youri indossa i panni di un novello “Don Chisciotte” di quartiere disposto anche al sacrificio estremo pur di salvare “Gagarine”, la sua storia, anima.
Youri lotta per se stesso, perché sa di non avere più nulla oltre quella casa.
Lo spettatore entra da subito in empatia con il bravo Alseni Bathily un po’ sognatore e un pò rivoluzionario, partecipando alla sua melanconica e solitaria battaglia per impedire che gran parte dei suoi ricordi siano distrutti.
E’ altrettanto meritevole di menzione l’interpretazione della giovane Lyna Khoudri nel ruolo di Diana, gitana orgogliosa quanto romantica che con Youri inizierà una toccante relazione.
Una casa per quanto vecchia e malridotta possiede un’anima, un passato e forse un futuro finchè ci sarà qualcuno a difenderla ed onorala con coraggio ed amore.
Ogni abitazione dovrebbe avere un Youri come strenuo difensore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.