5) Padri e figli nel cinema (Roberto Campari)

Padri e figli nel cinema : Campari, Roberto, Lingiardi, Vittorio:  Amazon.it: Libri

“Padri e figli nel cinema” è un saggio scritto da Roberto Campari e pubblicato da “La Nave di Teseo” il 17 Giugno 2021.

Sinossi:

“Scegliere la strada del cinema per raccontare il rapporto tra padri e figli è una scommessa altrettanto avventurosa che scegliere la strada del rapporto tra padri e figli per raccontare il cinema. Roberto Campari le imbocca entrambe con eleganza. Lieve come il racconto di un amico e puntuale come la competenza di uno studioso, Padri e figli nel cinema ci cattura con una storia antica come Abramo e Isacco e moderna come i protagonisti senza nome, padre e figlio, della Strada di Cormac McCarthy e dell’omonimo film di John Hillcoat.” Dall’introduzione di Vittorio Lingiardi

Un viaggio affascinante e intenso nelle pellicole che hanno fatto la storia del cinema per esplorare il sentimento della paternità. Affettuosi e gentili, oppure irascibili e brutali, colpevoli o redenti, indulgenti o moralisti, attesi o rimpianti, guerrieri o sconfitti, i tanti padri narrati in questo libro disegnano un unico grande ritratto composto di infiniti volti in cui cercare anche quello della propria famiglia.

Recensione:

Chi vi scrive ha avuto un rapporto “diversamente sereno” con il proprio padre.

La figura paterna per un figlio maschio rappresenta contemporaneamente un modello ed una sfida.

Il mio psichiatra volendo scuotermi dalla mia apatia mi ripeteva come un mantra “Perdona il padre e manda a vaffa.. l’uomo”.

È possibile scindere l’uomo dalla figura paterna?

Quando un figlio  può definirsi  realmente emancipato alias adulto dalla sfera paterna?

Il  controverso rapporto tra padre e figlio è stato affrontato  prima in chiave religiosa, poi analizzato in campo medico è successivamente è stata fonte d’ispirazione per la letteratura  e la 7 Arte-

La psicanalisi e l’Arte in generale  hanno intuito il potenziale salvifico /narrativo di questa tematica , cercando il linguaggio più giusto e gli strumenti più idonei nel poterlo codificare.

Esistono diverse figure di padre: il padre padrone, il padre castrante, il padre rigido, quello violento , comprensivo e purtroppo anche quelli assenti ed egoisti.

Ho sorriso quando ho ricevuto in dono il saggio di Roberto Campari.

Ma fin dalle prime pagine il saggio mi ha conquistato , facendomi riflettere , sorridere oltre che rievocare film ed attori unici

“Padri e figli nel cinema” è un saggio interessante, dotto, citazionista quanto  universale nel descrivere come la figura paterna sia evoluta negli anni, passando da un ruolo centrale a quello di quasi subalternità.

Campari firma un accurato viaggio nella memoria cinematografica che offre  una convincente valenza storica e sociologica.

Una lettura consigliata per i cinefili e non.

2 pensieri su “5) Padri e figli nel cinema (Roberto Campari)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.