44) Bolle Di Sapone (Marco Malvadi)

Bolle di sapone - Marco Malvaldi - MilanoNera

“Bolle di Sapone” è un romanzo scritto da Marco Malvadi e pubblicato da Sellerio Editore nel settembre 2021

Sinossi:
Protagonisti della fortunata serie TV Sky «I delitti del BarLume», attesissimi, finalmente di nuovo in azione i vecchietti e il barista Massimo con un intrigo dai risvolti inattesi. Marco Malvaldi non delude i suoi lettori abituati alla formula che unisce umorismo e suspense. Eppure sorprende con questo romanzo che tocca assai da vicino i temi drammatici del momento, dalla pandemia ai risvolti socioeconomici che hanno travolto le vite degli italiani. Tanto che dopo essersi gustati il ben congegnato giallo comico la commozione subentra inaspettata.
Recensione:
Era inevitabile che la pandemia, il Covid e soprattutto il drammatico Lockdown del 2020 venissero utilizzati creativamente come spunto drammaturgico da scrittori e sceneggiatori nel realizzare i loro futuri progetti.
Era meno scontato invece che queste tematiche potessero essere “declinate” in toni ironici e gustosi all’interno di una commedia.
Va dato merito a Marco Malvadi d’ aver scritto “Bolle di Sapone” strappando più di un sorriso al lettore.
“Bolle di Sapone” ci racconta come i vecchietti terribili del Bar Lume affrontano l’isolamento imposto dalla pandemia.
Si è tanto scritto, discusso come il distanziamento sociale abbia provocato dolore, sofferenza, depressione oltre che un disastro economico.
Tanti, troppi anziani sono stati costretti all’isolamento, separati dall’affetto di figli e nipoti.
L’emergenza sanitaria ha generato quella psicologica ed esistenziale, le cui conseguenze sono ancora incalcolabili.
“Bolle di sapone” si è rivelato una lettura piacevole, divertente, ironica e soprattutto inaspettata sul piano narrativo commuovendo il lettore.
Malvadi costruisce apparentemente un classico “caso” da Bar Lume ambientato nella primavera 2020 e sviluppato sull’asse Pineta-Calabria dove si ritrova “confinata” Alice, la vicequestora e fidanzata di Massimo.
L’intreccio narrativo si muove fluido sugli abituali schemi della saga alternando la parte investigativa a quella più da commedia in cui ascoltiamo i battibecchi verbali tra i vecchietti e Massimo.
Il Covid 19 impedisce al gruppo di riunirsi al bar e così le riunioni avvengono in streaming tramite la piattaforma Zoom facendoci rivivere i mesi più difficili della pandemia.
Un duplice omicidio di una coppia di ristoratori a distanza di poche ore avendo il figlio come unico indiziato sembra essere il “giusto tonico” per tenere arzilli e partecipativi i vecchietti distraendoli dai tragici bollettini della pandemia.
I vecchietti e Massimo inizieranno la loro consueta indagine parallela rivelandosi ancora una volta determinanti nella soluzione del caso.
Ma proprio quando tutto sembra risolto, ecco che Malvadi con maestria e malizia fa scoppiare la” bolla narrativa” abilmente costruita, a cui si era dato credito.
Il finale di “Bolle Di Sapone” non solo ribalta ogni giudizio, convinzione acquisita, ma soprattutto “obbliga” il lettore a rivalutare l’intero romanzo da una diversa quanto tenera prospettiva.
“Bolle di Sapone” è quindi in ultima analisi un inedito e riuscito manifesto sull’amicizia, sull’importanza di tenere impegnati i nostri anziani, risorsa insostituibile per Il Bar Lume, per la letteratura e financo per il nostro Paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.