36) L’Inverno Dei Leoni – La Saga dei Florio ( Stefania Auci)

“L’Inverno dei Leoni” è un romanzo scritto da Stefania Auci e pubblicato nel Maggio 2021 da Casa Editrice Nord

Sinossi:
Hanno vinto, i Florio, i Leoni di Sicilia. Lontani sono i tempi della misera putìa al centro di Palermo, dei sacchi di spezie, di Paolo e di Ignazio, arrivati lì per sfuggire alla miseria, ricchi solo di determinazione. Adesso hanno palazzi e fabbriche, navi e tonnare, sete e gioielli. Adesso tutta la città li ammira, li onora e li teme.
E il giovane Ignazio non teme nessuno. Il destino di Casa Florio è stato il suo destino fin dalla nascita, gli scorre nelle vene, lo spinge ad andare oltre la Sicilia, verso Roma e gli intrighi della politica, verso l’Europa e le sue corti, verso il dominio navale del Mediterraneo, verso l’acquisto dell’intero arcipelago delle Egadi. È un impero sfolgorante, quello di Ignazio, che però ha un cuore di ghiaccio. Perché per la gloria di Casa Florio lui ha dovuto rinunciare all’amore che avrebbe rovesciato il suo destino. E l’ombra di quell’amore non lo lascia mai, fino all’ultimo…
Ha paura, invece, suo figlio Ignazziddu, che a poco più di vent’anni riceve in eredità tutto ciò suo padre ha costruito. Ha paura perché lui non vuole essere schiavo di un nome, sacrificare se stesso sull’altare della famiglia. Eppure ci prova, affrontando un mondo che cambia troppo rapidamente, agitato da forze nuove, violente e incontrollabili. Ci prova, ma capisce che non basta avere il sangue dei Florio per imporsi. Ci vuole qualcos’altro, qualcosa che avevano suo nonno e suo padre e che a lui manca. Ma dove, cosa, ha sbagliato?
Vincono tutto e poi perdono tutto, i Florio. Eppure questa non è che una parte della loro incredibile storia. Perché questo padre e questo figlio, così diversi, così lontani, hanno accanto due donne anche loro molto diverse, eppure entrambe straordinarie: Giovanna, la moglie di Ignazio, dura e fragile come cristallo, piena di passione ma affamata d’amore, e Franca, la moglie di Ignazziddu, la donna più bella d’Europa, la cui esistenza dorata va in frantumi sotto i colpi di un destino crudele.
Sono loro, sono queste due donne, a compiere la vera parabola – esaltante e terribile, gloriosa e tragica – di una famiglia che, per un lungo istante, ha illuminato il mondo. E a farci capire perché, dopo tanti anni, i Florio continuano a vivere, a far battere il cuore di un’isola e di una città. Unici e indimenticabili.
Recensione:
Faccio pubblica ammenda: Stefania Auci mi ha colpito e affondato!
Dopo la “mezza delusione” suscitami dalla lettura de “I Leoni di Sicilia”, stavolta l’autrice siciliana con il secondo e conclusivo romanzo sulla saga della Famiglia Florio ha ribaltato il mio scetticismo letterario.
Nutrivo più di un pregiudizio nei riguardi di un sequel che sulla carta appariva un’ operazione commerciale con il serio rischio di sembrare di un “feuilleton” in salsa siciliana.
Invece “L’inverno dei Leoni” si è rivelato un coinvolgente, inteso e profondo romanzo introspettivo “camuffato” da romanzo storico.
“L’Inverno dei Leoni” al netto di una storia ben costruita, piena di colpi di scena scandita da morti, delusioni e tradimenti racconta la lenta caduta ma inesorabilmente “caduta degli Dei” alias I Florio per mano dell’ultimo figlio maschio Ignazio, incapace di reggere il peso dell’eredità paterna e del nonno.
Ignazio si trova a dover guidare l’impero familiare non avendone il talento imprenditoriale, la lungimiranza e soprattutto l’abilità politica dei suoi illustri predecessori.
L’eredita paterna o se preferite il peso di un Cognome condizionerà la vita privata e soprattutto pubblica di Ignazio, da una parte desideroso di dimostrarsi all’altezza e dall’altra determinato a smarcarsi dall’ombra paterna stoltamente convinto di condurre anche meglio le attività di famiglia.
Il “piccolo “ Ignazio è diverso dagli altri uomini di Casa Florio, essendo nato cresciuto nella ricchezza e soprattutto sensibile al fascino femminile.
Non ha “la fame”, il culto del lavoro che ha permesso alla casata Florio d’elevarsi socialmente diventando la famiglia più potente della Sicilia
“L’inverno dei Leoni” mi piace definirla un racconto storico ma allo stesso tempo ha un tratto universale nel raccontare , mostrare, la pressione che un figlio può sentire nel corso di una vita dovendo rispettare le aspettative familiari e non.
“L’inverno dei Leoni” è il preciso, accorato resoconto dei cambiamenti, trasformazioni ed involuzioni sociali, culturali ed economici dell’Italia che in gran parte la Sicilia ha dovuto subire in una drammatica reciprocità con la decadenza del potere e prestigio della Famiglia Florio.
“L’inverno dei Leoni” è una lettura avvincente quanto malinconica in cui l’apice del successo rappresenterà anche l’inizio della fine.
“L’inverno dei Leoni” è un romanzo in cui storia , passione, orgoglio familiare e tradizione siciliana sono mescolati con maestria e creativa offrendo al lettore una lettura estiva assolutamente imperdibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.