35) Figlia della Cenere (Ilaria Tuti)

“Figlia della Cenere” è un romanzo scritto da Ilaria Tuti e pubblicato da Longanesi il 3 Giugno 2021

Sinossi:

«La mia è una storia antica, scritta nelle ossa. Sono antiche le ceneri di cui sono figlia, ceneri da cui, troppe volte, sono rinata. E a tratti è un sollievo sapere che prima o poi la mia mente mi tradirà, che i ricordi sembreranno illusioni, racconti appartenenti a qualcun altro e non a me. È quasi un sollievo sapere che è giunto il momento di darmi una risposta, e darla soprattutto a chi ne ha più bisogno. Perché i miei giorni da commissario stanno per terminare. Eppure, nessun sollievo mi è concesso. Oggi il presente torna a scivolare verso il passato, come un piano inclinato che mi costringe a rotolare dentro un buco nero. Oggi capirò di dovere a me stessa, alla mia squadra, un ultimo atto, un ultimo scontro con la ferocia della verità. Perché oggi ascolterò un assassino, e l’assassino parlerà di me.» Dopo “Fiori sopra l’inferno” e “Ninfa Dormiente”, torna il commissario Teresa Battaglia in una storia intrisa di spietatezza e compassione, di crudeltà e lealtà, di menzogna e gentilezza. L’indagine più pericolosa per Teresa, il caso che segna la fine di un’epoca.

Recensione:

Pochi giorni fa scrivevamo  con sincera  convinzione che la Dott.ssa Cristina Cassar Scalia andava   considerata come il più degno successore del Maestro Camilleri nello scrivere romanzi gialli ambientati in Sicilia.

Oggi ci sentiamo di scrivere con altrettanta sicurezza e consapevolezza come Ilaria Tuti abbia  tutte “le carte in regola” per essere  ammessa  nell’esclusivo club di autori “nordici” del calibro di Stieg Larsson, Henning Mankell e soprattutto Camilla Lackberg.

Ilaria Tuti ha uno stile originale, incisivo, scorrevole capace d’inchiodare il lettore alla lettura fino all’ultima pagina.

Teresa Battaglia è ormai   molto di più  di  un personaggio letterario.  

La commissaria   è pronta  a spiccare il volo verso un meritato adattamento televisivo.

In questo nuovo episodio della saga il lettore conoscerà la sfera più intima, profonda, segreta di questo commissario burbero in apparenza, ma avendo un’anima segnata da dolorose cicatrici capace di rinascere dalle “proprie ceneri” nella Teresa Battaglia che i suoi uomini amano ed il resto del mondo teme e/o odia.

“Figlia della Cenere” è un piccolo gioiello letterario costruito con sapienza, creatività, talento dove la Tuti ha dimostrato piena padronanza delle tematiche storiche e religiose affrontante e ben mescolate con l’impianto giallo.

“Figlia della Cenere” è un giallo dentro il giallo in cui il tempo, i ricordi, flashback rappresentano il cuore narrativo /esistenziale della storia facendo vivere al lettore un’indagine ad alto tasso di pathos e coinvolgimento emotivo

“Figlia della Cenere” ci piace vederlo da una parte come l’inquietante e cupa rivisitazione letteraria del leggendario film “Il Silenzio degli Innocenti” magistralmente ambientata e sviluppata ai giorni nostri.

Dall’altra parte la sofferta, drammatica lotta di Teresa contro la demenza senile ci ha rievocato il dramma interiore vissuto da commissario Wallander, anche lui costretto alla fine ad arrendersi al vuoto della mente.

“Figlia della Cenere” è una lettura intensa, avvolgente, sorprendente, spiazzante che consigliamo di leggere per ripartire con il piede giusto almeno in campo letterario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.