132) Padrenostro

“Padrenostro” è un film di Claudio Noce. Con Pierfrancesco Favino, Barbara Ronchi, Mattia Garaci, Francesco Gheghi, Anna Maria De Luca. Drammatico, 120′. Italia 2020

Sinossi:

Roma, 1976. Valerio Le Rose è un bambino quando suo padre Alfonso, noto magistrato, subisce un attacco terroristico sotto casa. I genitori pensano che Valerio dorma, invece lui si sveglia e dal balcone assiste a parte della scena, anche se non ne parla con nessuno. Da quel momento la sua infanzia si consuma nella paura e in un costante stato di allerta, mentre i genitori cercano di tenere nascosta a lui e alla sua sorellina Alice la pericolosità della loro esistenza sotto scorta. E l’antica abitudine di Valerio di inventarsi amici immaginari trova una materializzazione in Christian, un ragazzo di poco più grande ma apparentemente molto meno spaventato dalla vita.

Lettera Aperta al Regista Claudio Noce

Gentile Claudio, mi permetto di scriverle queste poche righe dopo aver visto il suo “Padrenostro”, presentato in concorso alla Mostra del cinema, e aver partecipato alla conferenza stampa, ascoltando con attenzione e curiosità le sue parole sulla genesi del film e sulla necessità di realizzarlo in questo momento.

Partecipo come inviato a Venezia solo da pochi anni, ma mi considero un grande appassionato di cinema e quando devo scrivere la recensione di un film mi sforzo di essere il più obiettivo possibile. continua su

“Padrenostro”: il ritratto straziante e bellissimo di un rapporto padre-figlio

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.