129) Alla ricerca del predatore Alfa (David Quammen)

“Alla ricerca del predatore alfa” è un saggio scritto da David Quammen e ripubblicato da Adelphi nell’aprile 2020.

Sinossi:
«Grandi e terribili belve carnivore hanno da sempre condiviso lo spazio con gli esseri umani. Erano parte del contesto ecologico nel quale si è evoluto “Homo sapiens”. Erano parte dell’ambiente psicologico in cui è sorto il nostro senso di identità come specie. Erano parte dei sistemi spirituali da noi inventati per far fronte alle alterne vicende dell’esistenza. I denti e gli artigli, la ferocia e la fame dei grandi predatori erano truci realtà che si potevano eludere ma non dimenticare. Di tanto in tanto un mostruoso carnivoro emergeva come una fatalità da una selva o da un fiume, a uccidere e a cibarsi del cadavere. Era – come oggi gli incidenti d’auto – una sventura consueta, che ogni volta, nonostante la consuetudine, rinnovava il trauma e l’orrore. E comunicava un certo messaggio. Una delle prime forme dell’autoconsapevolezza umana fu la percezione di essere pura e semplice carne».
DAVID QUAMMEN

Recensione:
David Quammen, Chi è costui?
Inutile negarlo. Fino al tragico scoppio della pandemia non avevo mai sentito nominare il nome di questo saggista, né tantomeno letto una riga dei suoi libri.
Invece improvvisamente sui social network tutti sembravano grandi conoscitori di Quammen, arrivando addirittura a citare interi passaggi del suo saggio “Spillover” in cui paventava scientificamente e razionalmente l’inevitabile scoppio di una pandemia nel breve periodo.
Quest’estate avevo deciso di colmare questa mia grave mancanza saggista “facendomi contagiare” dalle pagine di Spillover, ma sfortunatamente le librerie di Catania ne erano sprovviste.
L’ultimo libraio contatto, non volendomi lasciare a mani vuote oltre che ignorante, mi ha suggerito di leggere “Alla ricerca del predatore Alfa” uscito nel 2003 e tornato “di moda” in questi mesi.
Non è stata una lettura facile né comprensibile per la complessità e vastità dei temi affrontati dall’autore.
Si fatica nel trovare un ritmo e un appiglio adeguato a connettersi visivamente ed emotivamente alla storia magistralmente raccontata da Quammen
“Alla ricerca del predatore alfa” pur essendo immaginata, pensata ed infine scritta come via di mezzo tra un saggio e un dettagliato diario di bordo, riesce solo a tratti a coinvolgere il lettore nel viaggio intrapreso dall’autore in giro per il mondo.
“Alla ricerca del predatore alfa” ha l’ambizione narrativa oltre che scientifica di far compiere al lettore un viaggio nella storia del mondo dei predatori facendoli comprendere in che modo il primo sia stato legato ed è tutt’ora a doppio filo con quello dell’uomo.
Una “convivenza” durata secoli scandita dal reciproco rispetto e nel preservare un equilibrio naturale indispensabile per la sopravvivenza dell’ecosistema.
Un equilibrio purtroppo che sta venendo meno a causa delle scellerate politiche ambientali, politiche e strutturali messe in campo nell’ultimo secolo dai governi che rischiano di provocare conseguenze disastrose per l’intera umanità.
“Alla ricerca del predatore Alfa” va forse letto a piccole dosi e magari riletto una seconda volta per apprezzarne appieno la bontà narrativa e validità scientifica.
Ma per un lettore medio resta sicuramente una sfida fuori portata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.