112) Ema

Il biglietto d’acquistare per “Ema” è : Sempre (Con Riserva)

“Ema” è un film del 2019 diretto da Pablo Larrain e scritto da Guillermo Calderón, Alejandro Moreno , con : Mariana Di Girolamo, Gael Garcia Bernal, Santiago Cabrera, Giannina Fruttero, Catalina Saavedra, Mariana Loyola.

“ …A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra..”
(Dal Vangelo secondo Luca 6, 27 -38)
Quasi sicuramente è un azzardo interpretativo o se preferite somma stupidaggine del vostro inviato, eppure mi piace pensare che i bravi e visionari sceneggiatori di Ema anche abbiano anche solo inconsapevolmente pensato a questo passaggio del Vangelo nell’immaginare il personaggio di Ema e dopo cucirne addosso una storia in cui una donna può rivelarsi un personaggio “diversamente” cinico, manipolatore e sessualmente sfrontanta sfidando il politically correct imperante.
Pablo Larrain porta in Laguna il film candidato a raccogliere prima ancora dei probabili e meriti premi, il titolo di pellicola più divisoria e contestata di Venezia 76.
Ema è il classico film spacca critica e pubblico in due nette e opposte fazioni .
Una prima ha gridato al “Capolavoro”, l’altra altresì ha risposto inorridita “ E’ Una vergogna. Un indegno mercimonio di corpi senza alcun costrutto narrativo ed artistico”.
Personalmente ci piace definire drammaturgicamente Ema come una caparbia, bizzarra, catartica e un po’ folle rivincita pensata e realizzata dalla protagonista nei confronti d’amici, parenti e chiunque le abbia impedito di trovare finora una piena soddisfazione professionale e serenità intima.
Ema come può essere vista come il geniale quanto folle mx in chiave femminile di due eterni personaggi letterari: Don Chisciotte ed il Conte di Montecristo.
Ema è una donna decisa, vogliosa, libera, emotivamente contraddittoria quanto fragile magnificamente interpretata dalla sensuale e carismatica Mariana Di Girolamo (Coppa Volpi Migliore Attrice ? E’ assai Probabile) .
Mariana Di Girolamo stupisce, incanta, inquieta il pubblico dimostrando un innato talento e personalità nel prendersi il centro della scena e conquistando l’attenzione e stupore dello spettatore fino all’incredibile finale.
Lo spettatore osserva, prenda nota delle continue evoluzioni, trasformazioni, finzioni della protagonista che con disarmante furbizia ed intelligenza si adatta al proprio interlocutore.
Ema è anche la storia di una duplice, triplice seduzione in cui Larrain , senza alcun ipocrisia umana prima ancora che creativa, riafferma attraverso Ema come un bel corpo sia spesso uno strumento decisivo nel raggiungimento di un obiettivo.
Ema è una ballerina e tutto il suo mondo ruota intorno alla ricerca delle giuste movenze, ritmo e musica che sappia rappresentare al meglio la propria sensibilità e profondità interiore.
Ema è un visione folle, onirica, cruda, animalesca , spiazzante ed allo stesso tempo tenera, commovente e tragicomica nel descrivere i diversi ed inaspettati legami ed incontri che si creano grazie al lucido quanto folle desiderio di Ema d’essere “pienamente madre” oltre a costruire una famiglia.
Pablo Larrain firma una regia accattivante, sinuosa, incalzante, furba, creativa, ricca di rimandi ed omaggi destinata a lasciare il segno nel tempo.
Dopo aver terminato la visione di Ema, il concetto di vendetta/rivincita al femminile assumerà un ulteriore e spiazzante significato e se possibile, facendo voglia d’essere liberi e determinati come Ema nell’ottenerla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.