103) The Old Guard

Il biglietto d’acquistare per “ The Old Guard” è : Di pomeriggio

“ The Old Guard” è un film del 2020 diretto da Gina-Prince Bythewood , scritto da Greg Rucka , tratto dall’omonima serie Image Comics di Greg Rucka e Leandro Fernandez, con : Charlize Theron, Chiwetel Ejiofor, Matthias Schoenaerts, KiKi Layne, Harry Melling, Marwan Kenzari, Luca Marinelli, Natacha Karam, Veronica Ngo, Anamaria Marinca, Joey Ansah

Sinossi:
The Old Guard, il film diretto da Gina Prince-Bythewood, segue la storia di un gruppo di guerrieri che è sopravvissuto alle battaglie più importanti della storia dell’uomo perché dotato di un’abilità estremamente rara, ovvero quella di curare qualunque ferita. Tale potere gli ha permesso di risorgere dopo ogni morte e di essere quindi a tutti gli effetti immortali, con una vita plurisecolare alle spalle.
Guidato da Andy (Charlize Theron), una guerriera di antichissime origini, il gruppo scopre l’esistenza di un’altra creatura immortale, ma nel momento in cui il loro potere segreto viene reso noto, si rendono conto di essere in pericolo. Qualcuno è sulle loro tracce e pur di sfruttare a scopo di lucro il loro prezioso dono, è disposto a qualunque cosa.
Del cast fanno parte anche Chiwetel Ejiofor, Matthias Schoenaerts, Kiki Layne, Harry Melling, Marwan Kenzari e l’italiano Luca Marinelli.
Recensione:

Chi vi scrive, fino a pochi giorni fa, non aveva mai sentito parlare di “The old guard”, la serie a fumetti scritta da Greg Rucka e illustrata da Leandro Fernandez per la Image Comics, con protagonisti un gruppo di mercenari immortali. E non ha neanche una grande passione per il genere.

Una premessa necessaria, prima di iniziare la recensione del film diretto da Gina Prince-Bythewood, con Charlize Theron, KiKi Layne e il nostro Luca Marinelli, primo esperimento di cinecomics targato Netflix.

Vista la sua natura, e il periodo in cui è “uscito”, era abbastanza naturale che “The old guard” non fosse perfetto, e prestasse il fianco a diverse critiche da parte del pubblico e degli addetti ai lavori.

In primis non gli ha giovato il mancato passaggio in sala, causa Covid. Per quanto la risoluzione di televisori e pc sia oggi ottima, le ambientazioni naturali e metropolitane e persino i combattimenti sarebbero stati meglio apprezzati sul grande schermo.

A livello narrativo, il film è una sorta di via di mezzo tra “Highlander” e “The Avengers”. Gli sceneggiatori hanno cercato di dare alla storia un taglio più intimistico e filosofico rispetto a quelle classiche di supereroi, ma sono riusciti nell’intento solo parzialmente. Lo script infatti è nel complesso “leggero” e a tratti anche piuttosto prevedibile. continua su

“The old guard”: un action piacevole, con un buon Luca Marinelli

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.