95) L’Ultima Storia ( John Grisham)

“L’ultima storia” è un romanzo scritto da John Grisham e pubblicato il 3 Giugno da Mondadori Editore.

Sinossi:
È piena estate e a Camino Island sta per abbattersi un uragano di proporzioni allarmanti. Il governatore della Florida ordina a tutti gli abitanti l’immediata evacuazione dell’isola. La maggior parte fugge sulla terraferma, ma Bruce Cable, noto libraio e collezionista di libri antichi, nonché animatore della vita culturale dell’isola, decide di rimanere sul posto.
Come previsto, l’uragano devasta ogni cosa, abbattendo alberi e danneggiando gravemente abitazioni, alberghi e negozi, e purtroppo ci sono delle vittime. Tra queste Nelson Kerr, un noto scrittore di thriller amico di Bruce. Ma la furia della tempesta non sembra essere stata la causa della sua morte. I numerosi colpi alla testa farebbero pensare a ben altro.
Chi può aver voluto Nelson morto?
La polizia locale non è solita occuparsi di omicidi, meno che mai in un momento di emergenza come questo, e Bruce inizia la sua personale indagine. E se la morte dell’amico fosse legata in qualche modo ai suoi romanzi, e soprattutto all’ultimo romanzo, ancora inedito e custodito nel suo computer? Quello che Bruce scoprirà è molto più sconvolgente dei colpi di scena delle storie di Nelson Kerr.
L’ultima storia segna l’avvincente ritorno di John Grisham al mystery, dopo il felice esordio de Il caso Fitzgerald, che ancora una volta trascina il lettore in una nuova e appassionante avventura.
Recensione:
Sarà il caldo torrido di quest’inizio estate unito al crescente timore per una seconda ondata di Covid 19, ma sono diventato sempre più esigente nei confronti dei miei autori preferiti.
Non riesco più ad accettare libri “inutili”, opere scritte per meri motivi commerciali e non ispirati da una vera quanto auspicabile idea creativa.
Ecco dopo questa pandemia, almeno in campo letterario, sono “più intollerante”
Un ‘intolleranza che purtroppo in questo caso investe il Maestro John Grisham.
“L’ultima storia” è un sequel non richiesto, complessivamente prevedibile e noioso e seppure sia ben scritto è ben lontano dai consueti alti standard narrativi dell’autore americano.
Ho vanamente cercato durante l’intera lettura, un appiglio drammaturgico, una motivazione creativa, una spiegazione stilistica che potesse spiegare la scelta di Grisham di realizzare un sequel de “Il caso Fitzgerald” che già di per sé aveva entusiasmato poco o nulla lettore e critica.
Nulla fare, “L’ultima storia” sembra stato scritto per esaudire un capriccio autoriale del buon John.
Un romanzo “troppo” semplice nella struttura narrativa, “straordinariamente” telefonato nello sviluppo e nei suoi prevedibili colpo di scena.
Un romanzo che pur unendo più generi dal disastro ambientale all’ omicidio da spy story ed infine mala sanità nelle RSA con relativa truffa al sistema sanitario nazionale americano, non convince mai completamente.
Il lettore si ritrova tra le mani un romanzo “normale”, avendo poco o nulla della zampata di John Grisham.
Si palesa privo di mordente, pathos e della consueta e vincente capacità d’incollare il lettore alla storia fino alla fine.
Fossimo nei panni di Bruce Cable, presenteremo a “denti stretti” questo romanzo nella nostra immaginaria libreria.
Almeno in questo caso, John Grisham è fortunato. Abbiamo solamente questo blog…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.