114) Il Libro dell’Inquietudine di Bernardo Soares ( Fernando Pessoa)

“Il Libro dell’Inquietudine” di Bernardo Soares è un romanzo scritto da Fernando Pessoa e pubblicato da Feltrinelli nel dicembre 2012.

Sinossi:
“Il libro di Soares è certamente un romanzo. O meglio, è un romanzo doppio, perché Pessoa ha inventato un personaggio di nome Bernardo Soares e gli ha delegato il compito di scrivere un diario. Soares è cioè un personaggio di finzione che adopera la sottile finzione letteraria dell’autobiografia. In questa autobiografia senza fatti di un personaggio inesistente consiste l’unica grande opera narrativa che Pessoa ci abbia lasciato: il suo romanzo”. (Antonio Tabucchi).
Recensione:
Oggi se avvertiamo una sorta di malessere interiore, ci sentiamo insoddisfatti, ansiosi, “depressi” non abbiamo alcuna esitazione a farci prescrivere dal medico di base o magari dal primo psichiatra trovato sull’elenco degli psicofarmaci illudendoci di risolvere così ogni problema.
Quelli “più illuminati” consapevoli che solamente “la pasticca” non possa essere sufficiente ad arginare i tormenti dell’anima decidono d’affidarsi ad uno psicoterapeuta iniziando un lungo, costoso e spesso doloroso percorso di analisi.
Nonostante i progressi della farmacologia e soprattutto delle neuroscienze la cura dell’anima e financo della mente rimangono ancora campi per lo più inesplorati e misteriosi.
Non esiste la cura universale, ogni persona /paziente è un caso a sè stante
Su un punto convergono i vari neurologi, psichiatri e psicoterapeuti, la scrittura è uno degli strumenti più consigliati e funzionali affinché un paziente possa liberarsi del proprio malessere.
Scrivere di sé, mettere su carta le proprie paure, ossessioni o banali pensieri svolge una funzione catartica, liberatoria e soprattutto terapeutica.
Tenere un diario, prendere appunti, raccontare una storia non è soltanto un impegno creativo, ma è altresì un esercizio di costanza e volontà che consente alla mente d’uscire dall’impasse emotiva e sbloccando la paralisi psicologica.
Fernando Pessoa, pur non disponendo delle moderne conoscenze mediche e psichiatriche, scrivendo “Il Libro dell’Inquietudine” , da geniale autore, anticipò  i tempi realizzando un’opera rivoluzionaria non soltanto in campo letterario ma anche a livello medico.
“Il Libro dell’Inquietudine” con una prima quanto superficiale lettura potrebbe visto e percepito come una sorta di “Zibaldone” di leopardiana memoria, quando in realtà è qualcosa di più profondo oltre che di diverso.
Pessoa nell’ attribuire la “paternità” del romanzo all’immaginario ed anonimo contabile Bernardo Soares, rende più sincero, realistico, toccante il flusso di pensieri, gli stati d’animi e le fragilità che possono attraversare il cuore e la mente di qualsiasi individuo.
Sebbene i pensieri di Soares siano numerati e datati non consentono di stabilire una vera e chiara struttura narrativa del romanzo, lasciando volutamente al lettore una sensazione d’ improvvisazione quanto confusione autoriale.
Una sensazione ovviamente ingannevole studiata con talento e sensibilità da Pessoa per descrivere e raccontare con maggiore efficacia ed intimità la personalità e psicologia del protagonista.
“Il Libro dell’Inquietudine” è un tortuoso, amaro, malinconico viaggio nella psiche umano magistralmente descritto, rappresentato facendo diventare Bernardo Soares, non soltanto una persona conosciuta, ma soprattutto un amico a cui voler bene sentendolo vicino nella comune consapevolezza che il suo malessere è vicino al nostro.
Perché ciò che scrive e prova Bernardo è una declinazione della vita fatta di luci ed ombre, con le ultime sempre più numerose e pericolosamente in agguato.
“Il libro dell’inquietudine “è una lettura consigliata soprattutto a coloro che in modo sciocco  si dichiarano immuni a certe tematiche e soprattutto diffidenti   all’introspezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.