100) La Signora degli Scrittori ( Sally Franson)

“La Signora degli Scrittori” è un romanzo scritto da Sally Franson e pubblicato nel Marzo 2019 da Garzanti Editore.
Sinossi:
Casey è giovane e brillante. È brava nel suo lavoro, nonostante la sua direttrice sia una donna impossibile, pronta a bocciare ogni proposta e a incutere timore a chiunque le stia intorno. Così, quando per la prima volta le affida un progetto da seguire da sola, Casey non può dire di no. Nessuno ha mai osato farlo. Eppure, quella che si trova di fronte sembra davvero un’impresa impossibile: convincere degli scrittori di grido a fare da testimonial per la pubblicità. Convincerli a uscire dal mondo dorato della letteratura, a esporsi in prima persona per qualcosa di diverso dalla loro opera. Casey ci mette tutto il suo impegno e comincia a incontrarli, uno dopo l’altro. Si trova ad avere a che fare con personaggi molto particolari: uno vuole sempre avere ragione; un altro odia tutti i colleghi; c’è quello che non ha mai letto un libro; e quello che non ha scritto nemmeno una riga dei suoi romanzi; un altro ancora non fa nulla senza tornaconto. Con Ben Dickinson, invece, Casey entra subito in sintonia, anche se sa che si tratta di lavoro e che non può lasciarsi andare. Per di più non ha tempo da trascorrere con lui, perché deve seguire le indicazioni della direttrice, che la conducono dritta dritta alla Fiera di Los Angeles: libri ovunque e cene infinite a parlare di lavoro. Un sogno per Casey. Un sogno che presto si trasforma in un incubo, perché qualcosa di inaspettato rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad allora. Casey ha paura che la colpa sia solo sua, ma c’è chi è pronto a farle cambiare idea. Perché bisogna sempre credere nelle proprie capacità. Bisogna far sentire la propria voce, anche quando non viene ascoltata. Costi quello che costi.
Recensione:
Sono sufficienti il talento, la creatività e un elegante stile per affermarsi come scrittore di successo?
Ovviamente no.
Inutile fingersi indignati invocando la famigerata quanto auspicabile “meritocrazia” quantomeno in campo letterario. Soprattutto in questo mondo sono altre le “variabili” determinati a stabilir le classifiche dei best seller.
“uno su mille” cantava Gianni Morandi nel 1985, ma il bravo autore bolognese non immaginava che qualche decennio dopo sarebbero arrivati i temuti quanti preziosi social network, i social media ed agguerrite agenzie pubblicitarie.
“La Signora degli Scrittori” è una divertente, leggera, romantica quanto pungente commedia che mira a raccontare il dietro le quinte del mondo della pubblicità ed in particolare modo quello letterario e quanto tutto sia ormai diventato un affare commerciale a scapito dell’arte e della qualità.
“Con la cultura non si mangia” disse qualche anno fa il buon Giulio Tremonti, e con questa cinica frase racchiudeva i pensieri di chi invece soldi mira a farli in quantità.
Lo stesso Tremonti non immaginava pero come l’apparenza, l’immagine alias “la fuffa” dei cosiddetti “influencer” o di pseudo artisti avrebbe influenzato e condizionato la società d’oggi generando anche immensi guadagni.
Sally Franson è stata abile nel costruire un intreccio narrativo lineare, semplice ed allo stesso tempo frizzante, avvolgente e pungente permettendo al lettore d’entrare fin da subito dentro la storia e simpatizzare con Casey, battagliera e sognatrice protagonista, e con gli altri bizzarri personaggi.
“La Signora degli Scrittori” presenta due linee narrative che si mescolano ed alternano sulla scena: la parte romantica caratterizzata dal travolgente incontro tra tra Casey ed il gentile fascinoso scrittore Ben e la seconda imperniata sul lavoro della protagonista nel “reclutare” scrittori più o meno famosi per l’azienda “Nabu” creata dalla spietata PR Celeste.
Dovendo analizzare la struttura narrativa e l’impostazione stilistica decisa dall’autrice, la parte romance appare drammaturgicamente meno riuscita rispetto alla seconda decisamente più convincente, interessante e ricca di colpi di scena.
Franson probabilmente avrebbe dovuto “sacrificare” l’aspetto romance per concentrarsi esclusivamente sul “backstage” letterario della storia ampliando le dinamiche, i rapporti e soprattutto le personalità dei personaggi in particolare quella di Celeste invece appena abbozzata.
“La Signora degli Scrittori” è complessivamente una lettura consigliata oltre che utile per chi sogna di fregiarsi del titolo di scrittore e cerca disperatamente consigli e strumenti per tramutare tale aspirazione in realtà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.