63) Go Home – A Casa Loro

Il biglietto da acquistare per “Go home – A casa loro” è:
Nemmeno regalato. Omaggio (con riserva). Di pomeriggio. Ridotto. Sempre.

Un film di Luna Gualano. Con Antonio Bannò, Sidy Diop, Shiek Dauda, Cyril Dorand Nzeugang Domche, Pape Momar Diop, Annabella Calabrese. Horror, 85′. Italia 2018

Un gruppo di militanti di estrema destra si riunisce a Roma per protestare contro l’apertura di un centro d’accoglienza. Scoppia una rissa con i manifestanti a favore, ma quella che era nata come una semplice disputa si trasforma in un’apocalisse zombie. Nessuno sembra sopravvivere tranne Enrico che trova rifugio proprio presso i richiedenti asilo che voleva far sgomberare. All’inizio diffidente, mente sulle proprie convinzioni politiche per farsi aiutare. Alla fine dovrà cedere a cooperare con loro per tentare di rimanere in vita.

Oggi la nostra società appare drammaticamente contagiata dal virus dell’intolleranza e dell’odio nei confronti del diverso, come se fosse “l’altro” l’unico responsabile dei problemi che ci affliggono.

La caccia all’immigrato – visto come una sorta di ladro di lavoro e di futuro – si è scatenata prima sui social e poi per le strade, e spaventa vedere come vi abbiano aderito anche uomini e donne all’apparenza insospettabili, che hanno scelto però di seguire la massa spegnendo ogni forma di razionalità.

Se fossimo in un film, queste persone sarebbero dei perfetti zombi privi di cervello… Ed è con coraggio e vena provocatoria e ironica che Luna Gualano ha deciso di realizzare un horror, “Go home – A casa loro”, presentato ad Alice nella città nel 2018, ambientato in un quartiere popolare di Roma alla deriva…

Nel terrore dilagante provocato dall’apocalisse zombie l’unico luogo sicuro sembra essere una palazzina occupata – illegalmente – da un gruppo di immigrati clandestini. Ed è qui che trova rifugio un giovane facinoroso di estrema destra, salvato proprio da coloro che dovrebbero essere i nemici suoi e del popolo italiano.

Sulla carta “Go home” era un esperimento creativo e culturale interessante e con grande potenziale. Peccato però che nella messa in scena si perda larga parte della forza dell’idea e che il film finisca solo per risultare un banale film horror di serie B. continua su

“Go home – A casa loro”: un horror che all’intrattenimento unisce la satira

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.