45) Peterloo

Il biglietto da acquistare per “Peterloo” è:
Nemmeno regalato. Omaggio. Di pomeriggio. Ridotto. Sempre.

“Peterloo” è un film di Mike Leigh. Ccon Maxine Peake, Rory Kinnear, David Bamber, Tim McInnerny, Teresa Mahoney. Drammatico, 154’. Gran Bretagna 2018.

Sinossi:

Il giovane trombettiere Joseph sopravvive miracolosamente alla sanguinosa battaglia di Waterloo e torna a casa, a Manchester, dalla sua famiglia di umili operai. Ma un’altra battaglia si prepara da quelle parti: quella del popolo inglese del dopoguerra, ridotto alla fame dalla disoccupazione e dalla tassa sull’importazione del grano e trattato con a ferocia e ingiustizia da una magistratura ecclesiastica arrogante e violenta. Giovani radicali e meno giovani riformisti moderati prendono a riunire folle sempre più numerose, pronte a domandare in piazza il diritto di voto che la Costituzione prevede per loro. Il governo di Londra, informato dei fatti, si prepara invece a difendere i propri privilegi, affilando le armi.

Recensione:

Chi ancora oggi sostiene l’utilità della guerra come mezzo per disfarsi dei dittatori e garantire al popolo oppresso l’agognata libertà dovrebbe dare un’occhiata ai libri di storia. Oppure, se leggere non è il suo forte, guardare qualche film. “Peterloo” di Mike Leigh, presentato in concorso a Venezia, ad esempio.

Un biopic classico, preciso e rigoroso che rievoca con dovizia di particolari, bei costumi e un’attenta ricostruzione storica gli eventi che portarono al cosiddetto “massacro di Peterloo”, il 16 agosto 1819, quando oltre sessantamila persone si riunirono pacificamente in St Peter’s Field e vennero brutalmente travolte dalla cavalleria dell’esercito, finendo uccise o ferite.

Si tratta di una delle pagine più vergognose della storia inglese, in cui il governo e il Re si rivelarono non soltanto miopi ma anche sprezzanti verso le richieste legittime dei cittadini.

La vittoria inglese su Napoleone a Waterloo del 1815 fu accolta all’inizio con grande entusiasmo da parte di tutto il popolo inglese, speranzoso che la caduta del dittatore francese avrebbe portato pace, benessere e ricchezza nel Regno Unito. Un’illusione che durò lo spazio di pochi mesi, quando i reduci della guerra, tornati a casa, si ritrovarono senza un lavoro e ancora più affamati.

La Gran Bretagna fu colpita da una lunga e devastante crisi economica, che portò da una parte all’ulteriore impoverimento degli umili, dall’altra all’arroccamento dei nobili e della borghesia benestante nelle loro posizioni di dominio e privilegio.

Mike Leigh, con il suo ultimo lavoro, ha cercato di far rivivere le difficoltà patite dagli abitanti di Manchester in quegli anni, l’ottusità dei tutori della legge, le condizioni che hanno spinto il popolo a scendere in piazza. continua su

http://paroleacolori.com/peterloo-il-racconto-di-un-evento-del-passato-che-ha-costruito-il-presente/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.