187) Bogside Story

“Bogside story” è un film di Rocco Forte. Documentario, 75′. Italia 2017

Sinossi:

L’autorevole giornalista Fulvio Grimaldi, unico foto-reporter italiano a documentare la pacifica Marcia per i diritti civili del 30 gennaio 1972, a Derry, culminata con il massacro tristemente noto con il nome di Bloody Sunday, torna in Irlanda del Nord, 45 anni dopo, per testimoniare alla terza inchiesta sull’evento. A Derry scopre che sulle mura esterne delle case del Bogside, il più importante quartiere cattolico della città, sono dipinti dei murales che raccontano gli eventi più significativi della recente storia nordirlandese. Affascinato dalla potenza comunicativa dei murales, Fulvio entra in contatto con The Bogside Artists, gli autori dei dipinti, e con le persone che furono coinvolte negli eventi.

Recensione:

Sarà capitato a tutti, anche ai più ignoranti in fatto di musica, di sentire almeno una volta la canzone degli U2 “Sunday Bloody Sunday”, data 1983. Ma quanti sanno che il gruppo si è ispirato, per scriverla, agli eventi verificatisi il 30 gennaio 1972 nella cittadina di Derry, in Irlanda del nord?

Quanti sanno che la “domenica di sangue” del titolo provocò la morte di 14 persone innocenti e disarmate, tra cui bambini, donne e anziani, uccise dai fucili del reparto paracadutisti dell’esercito britannico? Quanti non inglesi ricordano la guerra civile tra protestanti e minoranza cattolica, iniziata alla fine dei Sessanta e conclusasi solamente il 10 aprile 1998 con lo storico accordo del “Venerdì Santo”?

Non voglio annoiarvi con un’interrogazione di storia contemporanea non programmata, ma queste domande e molte altre vi assilleranno dopo aver visto il documentario di Rocco Forte “Bogside story” (Bogside dal quartiere a maggioranza cattolica della cittadina in cui si svolse la manifestazione e il massacro), che porta sul grande schermo una pagina buia dell’Europa moderna, rinfrescando la memoria al pubblico meno giovane, vittima spesso di una pericolosa amnesia collettiva sul recente passato.

Grazie al coraggio, alla professionalità e al tempismo del fotoreporter italiano Fulvio Grimaldi, testimone oculare di quella strage, furono trasmesse notizie e immagini degli eventi, nonostante il tentativo di censura del governo britannico. continua su

http://paroleacolori.com/bogside-story-la-domenica-di-sangue-rivive-in-un-documentario/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.