186) Ora Dimmi di Te – Lettera a Matilda (Andrea Camilleri)

“Ora Dimmi di Te – Lettera a Matilda” è un romanzo di Andrea Camilleri, pubblicato da Bompiani il 30 Agosto 2018.

Sinossi:
Che cosa rimarrà di noi nella memoria di chi ci ha voluto bene? Come verrà raccontata la nostra vita ai nipoti che verranno?

«Matilda mia, ho imparato pochissime cose e te le dico»

Andrea Camilleri sta scrivendo quando la pronipote Matilda si intrufola a giocare sotto il tavolo, e lui pensa che non vuole che siano altri – quando lei sarà grande – a raccontarle di lui. Così nasce questa lettera, che ripercorre una vita intera con l’intelligenza del cuore: illuminando i momenti in base al peso che hanno avuto nel rendere Camilleri l’uomo che tutti amiamo. Uno spettacolo teatrale alla presenza del gerarca Pavolini e una strage di mafia a Porto Empedocle, una straordinaria lezione di regia all’Accademia Silvio D’Amico e le parole di un vecchio attore dopo le prove, l’incontro con la moglie Rosetta e quello con Elvira Sellerio… Ogni episodio è un modo per parlare di ciò che rende la vita degna di essere vissuta: le radici, l’amore, gli amici, la politica, la letteratura. Con il coraggio di raccontare gli errori e le disillusioni, con la commozione di un bisnonno che può solo immaginare il futuro e consegnare alla nipote la lanterna preziosa del dubbio.

Recensione:
Ho riflettuto lungamente se e che cosa scrivere sull’ultima fatica letteraria del Maestro. Chiedendomi quanto fosse lecito oltre che interessante “recensire” una lettera d’amore, di ricordi scritta da un bis nonno alla sua pro nipote.
Una lettera che profuma di malinconia, orgoglio e soddisfazione personale e professionale, tracciando cosi una sorta di testamento esistenziale del bis nonno più famoso ed amato d’Italia: Andrea Camilleri
Le mie tediose riflessioni sono state spazzate via dalla consapevolezza che il Maestro pur indirizzando ufficialmente questa lettera alla sua cara Matilda, di fatto si rivolga a tutti i nipoti e pro nipoti del nostro Paese.
Con la speranza che quest’ultimi, non soltanto abbiano “l’urgenza” di leggere gli scritti del Maestri per apprezzarne il talento e creatività, ma ne scoprano anche la passione e coerenza intellettuale e civile.
Non è la prima volta che il Maestro nei propri lavori scriva di sè e delle scelte compiute con coraggio e spesso in controtendenza rispetto ai tempi in cui viveva.
Eppure “Ora Dimmi di te” rappresenta qualcosa di diverso non soltanto a livello autobiografico e strutturale, ma soprattutto evidenzia una profonda e nuova necessità umana, affettiva e civile da parte del Maestro.
Ovvero trasmettere alle nuove generazioni quanto sia fondamentale poter esprimere liberamente le proprie idee e soprattutto difenderle e nel caso modificarle senza essere sottoposti a qualsiasi tipo di minaccia o violenza fisica o psicologica.
Essere capaci d’ascoltare e rispettare le altrui idee senza trincerarsi sciocchi pregiudizi ideologici, politici oltre che culturali.
Il Maestro invita tutte le Matilda a seguire i propri sogni ed ispirazioni con tenacia e testardaggine, ma studiando e lavorando sodo senza farsi tentare da scorciatoie fasulle quanto pericolose.
Camilleri si augura che la sua Matilda possa trovare un vero, romantico quanto solido amore incarnato dal compagno/a con cui vivere e costruire una vita insieme.
Il nonno Camilleri ha vissuto un’esistenza intensa, ricca e coerente e non può non augurarsi che quella della nipote sia altrettanto soddisfacente e stimolante.
Il Maestro scrivendo questa lettera racconta con passione e forza quali sono stati i suoi Maestri di vita, gli amici e le persone che gli hanno permesso d’essere oggi un bis nonno sereno quanto ancora battagliero.
L’ avanza età anagrafica impedirà al Maestro di vedere la pro nipote crescere, maturare, sbagliare ed infine diventare donna. Ma finché sarà possibile, le starà vicino con grande affetto e curiosità e pronto ad ascoltare le sue storie
Perché è tempo di Matilda e in generale delle nuove generazioni raccontarsi e farsi capire dal mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.