266) La zona cieca (Chiara Gamberale)

“La zona cieca” è un romanzo di Chiara Gamberale, pubblicato nel 2008 da Bompiani e nel novembre 2017 ripubblicato da Feltrinelli Editore con la postfazione di Walter Siti.

Sinossi:
Nel pomeriggio di un 29 febbraio, in uno scalcinato luna park, Lidia e Lorenzo si incontrano. Raro come il giorno che li ha fatti conoscere e fuori dal tempo come quel luna park, un sentimento li lega fin da subito, anche se all’apparenza non potrebbero essere più diversi: Lidia, conduttrice radiofonica di Sentimentalisti Anonimi, è fin troppo abituata a guardare in faccia il suo dolore, Lorenzo, scrittore narcisista e inafferrabile, riesce a sopportare la vita solo ingannando sé stesso e gli altri. Eppure il bisogno di essere amata di lei permette a lui di entrare in contatto con la sua zona cieca, quella parte di noi dove ognuno è sconosciuto a sé stesso. E la paura di amare di Lorenzo permette a Lidia di fare altrettanto. Proprio per questo, se cercarsi è per tutti e due naturale e necessario, stare insieme sembra impossibile e più Lorenzo mente, più Lidia si fa ossessiva, più Lidia chiede, più Lorenzo elude, illude e tradisce. Fino a che, in un crescendo che fatalmente diventa tragico e comico allo stesso tempo, cominciano ad arrivare le lettere di Brian, un improbabile ex musicista che, per la prima volta, regala a Lorenzo la sensazione di potere ascoltare e a Lidia quella di venire ascoltata…Chiara Gamberale, a poco più di trent’anni, sorprende la critica con uno stile personalissimo, tanto rigoroso quanto vitale. Questa sua riproposta in edizione maggiore, con una postfazione critica di Walter Siti, riporta La zona cieca all’attenzione dell’ampio pubblico dell’autrice, così come di tutti i lettori in cerca di un’opera urgente e raffinata (Premio Selezione Campiello 2008). Al di là di tutte le nostre differenze, l’ho capito subito che in questo eravamo uguali, noi due. Bravi ad amare solo quello di cui percepiamo la caducità.

Recensione:
Alzi la mano chi non almeno una volta non ha vissuto, provato, nella propria vita sentimentale, una storia d’amore dannosa, sciagurata, pericolosa per la sua salute mentale, fisica, contrastata da amici e parenti, e ciò nonostante rimanendo attaccato “come una cozza” a questo insano rapporto sperimentando sulla propria pelle una forma di “tafazzismo” emotivo estremo?
“La zona cieca” di Chiara Gamberale è una piacevole, interessante quanto tardiva scoperta letteraria per il sottoscritto.
Quando ho scorto il titolo in libreria mentre mi accingevo a stilare la lista dei libri che desideravo ricevere dalla mia famiglia, è stato spontaneo quanto immediato inserirlo.
Da pochi anni ho avuto modo di scoprire, a livello letterario, Chiara Gamberale, rimanendone subito colpito dallo stile, creatività e soprattutto dal talento e sensibilità dimostrati nel raccontare ed indagare la complessità e fragilità dell’animo umano.
“La zona cieca” è un libro vero, sincero, autentico nell’evidenziare e mostrare come l’innamoramento possa essere allo stesso tempo un sentimento meraviglioso quanto devastante.
Amare, proteggere, decidere di condividere una parte della propria esistenza con un ‘altra persona è “una lucida follia”, che neanche un redivivo Freud sarebbe capace di dissuadere un proprio paziente dal compiere.
La storia di Lidia e Lorenzo è un intenso, coinvolgente e struggente alternarsi di momenti di tenerezza ad altri di distruzione emotiva, creando al lettore la consapevolezza, fin dalle prime pagine, quanto possa essere impensabile un lieto fine per questa coppia d’innamorati.
Chiara Gamberale dà voce ai sentimenti, alle paure, all’angosciose domande di Linda, giovane donna segnata da una sfibrante battaglia con l’anoressia e da tre ben ricoveri psichiatrici, quanto ingenuamente illusa che l’amore di e per Lorenzo possa darle finalmente una stabilità e un futuro sentimentale.
“La zona cieca” è un romanzo sull’amore e su quanto possa rivelarsi complicato, difficile e controverso essere “colpiti” da questo sentimento.
Tutti vorrebbero essere amati, coccolati e poter contare nei momenti difficili sulla mano tesa di un partner. Ma quanto costa questo sogno? Quanto si è disposti a sacrificare, rischiare ed investire di noi stessi?
“La zona cieca” è un libro che trasmette emozioni, pathos, felicità e delusione e soprattutto trasudando autentica e disperata umanità
L’amore è una continua e sfibrante guerra tra egoismo ed altruismo, e come dimostra la storia di Linda e Lorenzo, raccontata in modo magistrale, brillante, incisiva da Chiara Gamberale, la felicità di coppia resta una chimera e che serenità si trova fuori da un rapporto appassionato quanto insano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.