65) Bleed- più forte del Destino

Il biglietto d’acquistare per “Bleed – Più forte del destino” è: 1)Nemmeno regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Ben Younger. Con Miles Teller, Aaron Eckhart, Katey Sagal, Ciarán Hinds, Ted Levine, Christine Evangelista. Biografico, 116’. 2015.

“Bleed – Più forte del destino” di Ben Younger racconta la storia vera del pugile italoamericano Vinny Pazienza (Teller), detto “The Pazmanian Devil”, che dopo aver perso il titolo dei super leggeri riuscì a sorpresa a rimettersi in carreggiata e vincere quello dei superwelter.

Come dite? Siete stanchi di vedere pellicole sul pugilato? Per voi il mondo della boxe al cinema inizia e finisce con Rocky Balboa? Non avete tutti i torti; io stesso, dopo aver letto la sinossi del film, ho pensato qualcosa di analogo.

Eppure se mi fossi fermato a questo primo giudizio affrettato avrei perso una storia meritevole, appassionante e diversa da quello che abbiamo già visto e rivisto.

Sul finire degli anni ‘80 Pazienza viene sconfitto in un incontro valido per il titolo mondiale pesi leggeri e abbandonato dagli sponsor e dall’allenatore, perché considerato alla fine della sua poca brillante carriera.

Vinny però è un uomo ostinato che non vuole arrendersi e così accetta di farsi allenare da Kevin Rooney (Eckhart), caduto anche lui in disgrazia dopo aver scoperto Mike Tyson.

Rooney vede nell’altro le potenzialità e la struttura fisica per “saltare” di categoria e prepararsi per incontri con pugili più pesanti. Vinny accetta la sfida, nonostante il parere contrario del padre manager e del mondo della boxe, riuscendo a compiere l’impresa di conquistare il titolo superwelter.

Vissero tutti felici e contenti? La vita non è una favola, che si conclude dopo il successo. Vittima insieme a un amico di un grave incidente automobilistico, Vinny resta quasi paralizzato, costretto a vivere con un esoscheletro fissato direttamente sulle ossa del cranio. Neppure questo riuscirà a fermarlo…

A differenza delle altre storie sul pugilato che abbiamo visto negli anni al cinema, stavolta al centro di tutto c’è la tenacia del protagonista, che lotta non solo sul ring ma contro le leggi di natura e lo scetticismo dei medici, per affermare il suo diritto a vivere una vita normale. continua su

http://paroleacolori.com/al-cinema-bleed-piu-forte-del-destino/

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...