223) La Guerra di Indipendenza di Roma Nord ( Claudio Delicato)

roma

“La Guerra di Indipendenza di Roma nord” è un romanzo scritto da Claudio Delicato pubblicato nell’aprile 2016 da Mondadori Editore.

Non amo i romanzi di natura distopica e utopica, né tantomeno sono un fanatico delle mode e del politicamente corretto.
Quando però si dice che un titolo azzeccato di un libro è già un bel biglietto da visita trova conferma nella mia personale esperienza.
Quando infatti pochi giorni fa girando tra gli scaffali della mia libreria di fiducia l’occhio è caduto sul romanzo di Claudio Delicato, leggendo il solo titolo è subita scattata in me la mia proverbiale curiosità.
Io sono siciliano ma vivo ormai a Roma da 27 anni e in particolare nel quartiere Parioli, cuore pulsante di Roma Nord
Per chi è di Bergamo Alta magari questa sottolineatura può risultare superflua, ma vedi caro amico bergamasco, il vero e autentico leghista e secessionista è romano Essendoci profonde differenze e insofferenza tra un abitante di Roma nord e uno di Roma Sud.
Oserei dire che siamo di fronte a una differenza antropologica oltre che culturale e sociale.
Pensi che stia scherzando? Forse, ma non fino in fondo. Roma, lo sai bene, è una citta complessa, difficile, strana da governare, amministrare e soprattutto da vivere dopo gli ultimi scandali di Mafia Capitale.
L’ascesa dell’amministrazione Raggi era stata vista come l’ultima speranza per salvare da fallimento la città eterna. È cronaca di solo quest’ultime ore come l’utopia penta stellata si sia sciolta come fu qualsiasi Icaro.
Claudio Delicato con una creatività e originalità davvero uniche è riuscito nell’impresa di unire il genere distopico all’anomalia romana costruendo un romanzo davvero particolare e accattivante.
Immaginate che un nerd di nome Alberto Gagliardi, brillante e intelligente studente, approfittando del degrado morale e politico della città riesca a candidarsi alle elezioni comunali avendo come unico programma l’indipendenza di Roma Nord e di farla diventare una Repubblica automa e di realizzarlo.
Immaginate che la Lazio diventi davvero la prima squadra della Capitale e che Moccia sia osannato come lo scrittore di punta di un Paese e simbolo della nuova letteratura.
Immaginate di leggere una riedizione moderna e romana della “Fattoria degli animali2 o se volte “1984”.
Chi ha amato la serie “Hunger Games” non potrà rimanere incuriosito e affascinato dalla struttura narrativa voluta dall’autore dove non mancano scene di battaglia, sangue e continui tradimenti.
Claudio usa l’arma dell’ironia e delle metafore per criticare ed evidenziare le magnane della classe politica attuale romana e nazionale.
La prima parte è magari più brillante, divertente e fluida nella lettura a differenza di una seconda parte meno vivace e più dispersiva sul piano narrativo, conservando però una forte e incisiva valenza sociale e critica.
Caro lettore di Bergamo alta leggendo questo romanzo non potrai sentire l’odiato romano più vicino di quanto tu possa immaginare.

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/B01H85DF8S/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1474476414&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...