208) Piuma

piuma

Il biglietto da acquistare per “Piuma” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto (con riserva); 5)Sempre.

Un film di Roan Johnson. Con Luigi Fedele, Blu Yoshimi, Michela Cescon, Sergio Pierattini, Francesco Colella, Brando Pacitto, Francesca Antonelli, Massimo Reale. Commedia, 98’. 2016.

La nascita di un figlio è una benedizione o un cataclisma? In molti risponderanno la prima, sempre e comunque, ma se a diventare genitori è una coppia di diciottenni, alle prese con la Maturità, può essere che il lieto evento porti con sé anche qualche problema.

Il regista pisano Roan Johnson potrebbe essersi fatto ispirare per il suo film “Piuma”, in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, dal reality americano di gran successo “16 anni e incinta”. C’era molta attesa da parte della critica attorno alla proiezione, anche per via delle parole d’elogio che il direttore Alberto Barbera ha pronunciato sulla pellicola durante la conferenza stampa di presentazione della Biennale.

Leggendo solo la sinossi il paragone con “Juno” di Jason Reitman (2007) poteva nascere spontaneo, non fosse che per il tema centrale della genitorialità in età adolescenziale. Ebbene facciamo subito chiarezza: “Juno” è un piccolo grande film, “Piuma” è sì una commedia garbata e a tratti divertente, ma non ai livelli narrativi e di qualità della pellicola americana.

Ferro (Fedele) e Cate (Yoshimi) sono due 18enni innamorati, alle prese con un inaspettato test positivo. Nonostante la giovane età, dopo l’iniziale smarrimento, accettano il cambiamento edecidono di portare avanti la gravidanza.

Sono piuttosto i rispettivi genitori a mostrarsi incapaci di gestire la situazione, colti da panico, ansie e paure assortite. Franco (Pierattini), papà di Ferro, sogna di godersi un meritato riposo in Toscana dopo trent’anni di lavoro a Roma e la notizia dell’arrivo del nipote, vista come la fine di quei progetti, lo fa infuriare; la moglie Carla (Cescon) si mostra titubante. Alfredo (Colella), padre di Cate, incapace di tenersi un lavoro e scommettitore incallito si rivela inadeguato anche come genitore nel sostenere la figlia. continua

Biennale di Venezia | Film in concorso | Piuma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...