186) Io prima di te (Jo Jo Moyes)

libro

“Io prima di te” è un romanzo scritto nel 2012 da Jo Jo Moyes e pubblicato nel 2013 da Mondadori in Italia.
La vita è un dono di Dio e chi pensa di suicidarsi compie un peccato.
Lo stesso Dio ha concesso all’uomo un dono altrettanto forte e potente: il libero arbitrio, il dono di poter anche sbagliare.
Per chi invece è agnostico ma romantico si tende a credere che l’amore sia più forte di tutto anche della morte.
Qual è dunque la più giusta e corretta posizione? E’ difficile dare una risposta senza scatenare un diluvio di polemiche.
Però la letteratura e la creatività di una scrittrice possono compiere anche dei piccoli miracoli mettendo insieme amore, laicismo e l’annoso dibattito sulla fine vita.
E’ questo il caso del romanzo “Io prima di te” della scrittrice inglese Jo Jo Moyes che personalmente non conoscevo fino a qualche settimana fa e che è balzata al mio interesse guardando i primi trailer della trasposizione cinematografica del suo romanzo in uscita nelle nostre sale il prossimo primo settembre.
Per una volta ho voluto invertire il mio schema e ho letto il romanzo prima di vedere il film avendo letto l’interessante e spinosa sinossi.
Infatti, la Moyes unisce una semplice, lineare e in qualche modo già vista storia d’amore tra una ragazza Luisa e un ragazzo Will di due livelli sociali, economici e culturali profondamente diversi facendoli causalmente incontrare e inevitabilmente farli innamorare.
La diversità consiste che galeotto è il motivo dell’incontro: Luisa è, infatti, assunta da Camilla, rigida madre di Will, per fare da badante al figlio paraplegico dopo un tragico incidente subito.
Luisa è una ragazza esuberante, spontanea, si veste in maniera colorata, non ha particolari ambizioni nella vita mentre Will prima dell’incidente era un brillante manager, un latin lover, un amante dei piaceri della vita.
L’incidente ha distrutto l’esistenza di Will negandoli ogni speranza di guarigione. Per il giovane uomo, l’unica alternativa a una vita non vissuta come lui desidera, è l’eutanasia.
E’ una scelta discutibile, terribile e controversa che i genitori di Will cerchino di combattere dissuadendo il figlio fino all’ultimo.
L’unica concessione fatta però dal figlio è di rinviare la sua morte per sei mesi. Un tempo breve cu Luisa si aggrappa con tutte le forze entusiasmo prima e poi con amore.
Il lettore legge e osserva l’evoluzione del rapporto tra Will e Luisa che dall’iniziale versione maschile del Bisbetico domato per poi vedere Will nella figura di Pigmalione nei confronti della ragazza fino a diventare un rapporto di reciproca crescita e trasformazione emotiva.
Luisa e Will diventano l’un per l’altro maestro e allievo di vita e soprattutto modelli nel modificare i loro rispettivi approcci alla vita. Luisa cresce come donna accanto a Will e quest’ultimo con lei riassapora i sapori e i piaceri della vita.
E’ una storia d’amore platonica e casta quanto intensa e coinvolgente che non può appassionare e commuovere il lettore.
Lo stile della Moyes è leggero, delicato, divertente e soprattutto sensibile nell’introdurre il tema della morte senza essere pesante e oppressivo.
Il lettore si dividerà inevitabilmente tra la scelta di Will e la battaglia di cuore intrapresa da Luisa senza però riuscire a biasimare nessuno dei due.
Innamorarsi meraviglioso e può cambiare una persona come capita a Luisa e nello stesso, non è sufficiente per rendere una vita degna di essere vissuta se quest’amore non si può vivere come si vorrebbe.
Il finale tragico e nello stesso tempo romantico e struggente ci insegna che prima di ogni cosa bisogna amare se stessi e vivere la propria vita al massimo e solo dopo, forse, saremo capaci di amare chi ci sta accanto.

Roberto Sapienza presenta “Ninni, mio padre”

https://www.amazon.it/Ninni-mio-padre-Roberto-Sapienza-ebook/dp/8892613278/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1470671343&sr=1-1&keywords=ninni+mio+padre

Annunci

2 pensieri su “186) Io prima di te (Jo Jo Moyes)

  1. Ho letto questo libro e condivido l’idea che sia una bella storia, scritta bene.
    Ma non mi trovo d’accordo con quello che ha fatto intendere l’autrice. Non è una storia d’amore. È la storia di un amore non ricambiato. Perché quando provi amore, quello vero, affronti qualunque difficoltà che la vita di metta davanti…

    • Gentile Slda
      grazie per avermi dedicato un pò del Suo tempo.Io la ritengo una storia d’amore vera nel motivo in cui i due protagonisti accettano le rispettive esigenze e continuano ad amarsi senza alcuna remora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...