138) S is for Stanley

kubrick

Il biglietto d’acquistare per S is for Stanley è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“S is for Stanley” è un documentario scritto e diretto da Alex Infascelli, con : Alex Infascelli, Emilio D’Alessandro, Janette Woolmore.

L’amicizia è un sentimento puro e nobile che non conosce distinzione sociale.

Due persone possono essere legate da una profonda amicizia anche provenienti da due mondi diversi e trovando nella rispettiva compagnia: affetto, stima e un sostegno per il proprio lavoro e vita.

L’amicizia vera più dell’amore può durare una vita e superare anche il limite della morte.

Alex Infascelli nel 2008 intervistò la moglie di Stanley Kubrick e per caso la donna citò il nome di Emilio D’Alessandro, come uomo di fiducia del marito per oltre trent’anni. Infascelli incuriosito da questa rivelazione decise d’andare a cercare questo misterioso uomo italiano e di saperne di più.

La ricerca è stata breve perché D’Alessandro vive ormai da qualche tempo con la moglie inglese a Cassino.

Chi è dunque Emilio D’Alessandro? Un ragazzo che alla fine degli anni sessanta decide di andare in Inghilterra per fare fortuna e di trovare la sua strada. S’innamora e sposa un’inglese e avendo delle doti naturali per la guida sportiva aspira a diventare un pilota di Formula Uno. I sogni però non pagano le bollette e così per mantenere moglie e figli, incomincia a lavorare come autista per una ditta privata. Una notte da tregenda a Londra, nessun autista vuole rischiare con la macchina tranne Emilio che accetta, con coraggio, di fare una misteriosa e curiosa consegna.un “fallo” gigantesco.

D’Alessandro non immagina che il destinatario del fallo è niente meno che il regista Stanley Kubrick. Il quale colpito dal coraggio e abilità come pilota di Emilio decide di assumere come autista personale. E’ l’inizio ufficialmente di un rapporto di lavoro, ma che nel corso degli anni si trasforma in amicizia e profonda collaborazione. Emilio diventa il tuttofare di Kubrick e, di fatto, diventando l’osservatore privilegiato di come lavorasse e pensasse l’eccentrico e geniale regista americano.

Alex Infascelli ha costruito un documentario interessante, sincero, divertente e a tratti toccante lasciando la possibilità a Emilio D’Alessandro di scavare nella sua memoria rievocando diversi momenti del suo rapporto con Kubrick. Lo spettatore non può non rimanere stupito e incuriosito. continua su

S IS for Stanley

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...