134) Alice Attraverso lo specchio

alice attraverso lo specchio
Il biglietto d’acquistare per “Alice attraverso lo specchio” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto (con riserva) 5)Sempre

“Alice attraverso lo specchio” è un film del 2016 diretto da James Bobin, scritto da Linda Woolverton e tratto dal romanzo “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò” di Lewis Carroll, con : Mia Wasikowska, Johnny Depp,Helena Bonham Carter, Anne Hathaway,Michael Sheen, Sacha Baron Cohen, Richard Armitage, Alan Rickman, Rhys Ifans.

Essere diversamente ignoranti ha i suoi vantaggi. Se non hai letto nell’adolescenza i romanzi di formazione come quelli di Lewis Carroll e bensì hai ceduto al fascino della rosa Gazzetta, oggi puoi approcciarti alle trasposizioni cinematografiche senza il pregiudizio snob e culturale.

Non sono tra quelli che sei anni fa gridò al capolavoro per “Alice in Wonderland” di Tim Burton e non ero così in trepidante attesa per il sequel.
Sapete bene, cari lettori, quanto sia scettico, sulla possibilità di replicare un successo al cinema, avendo il pubblico, un palato esigente.
Ergo “Alice attraverso lo specchio” di James Bobin come deve essere considerato?
E’ subito evidente e netta la differenza tra lo stile registico di quest’ultimo con quella visionaria e creativa di Tim Burton. Il primo firma una regia di livello, ma senza scrivere una pagina memorabile di cinema.
Il film di Tim Burton puntava a stupire e a descrivere un mondo per molto tempo immaginato da tante generazioni e in maniera efficace e spettacolare, riuscì a soddisfare la fantasia del pubblico.
Osservare i personaggi tanto amati quanto il Cappellaio Matto interpretato da Johnny Deep, Mirana, la Regina Bianca da Anne Hathaway e la Regina di Cuori dall’istrionica Bonham Carter prendano vita in modo naturale e credibile non poteva non colpire l’immaginario dello spettatore.
La magnifica e ricca ideazione e costruzione del magico Mondo di Sotto ha stregato tutti per la capacità di rendere reali le parole di Carroll.
E soprattutto l’ingenua e sognatrice Alice magistralmente interpretata e rappresentata dalla bella ed espressiva Mia Wasikowska ha segnato un punto di forza della pellicola.
Sei anni dopo la sfida della sceneggiatrice Linda Woolverton era quella di inserire in un ambiente onirico, magico e splendente l’elemento di riflessione con una scrittura drammaturgica in cui fosse protagonista la dinamica del Tempo e di come esso incida sulla vita dell’uomo.
Il Tempo è personificato in modo magistrale e brillante dall’attore inglese Sacha Baron Cohen che diventa in questo sequel contemporaneamente avversario e alleato di Alice. La nostra protagonista è cresciuta diventando un valente e coraggioso capitano della nave “Wonderland”. Una volta tornata a Londra è costretta, però, a confrontarsi con la triste realtà di un mondo che non concede alla donna la possibilità di poter realizzare i propri sogni.
Così Alice torna nel Mondo di Sotto richiamata da Brucaliffo per salvare da una depressione mortale Cappellaio Matto afflitto dall’idea di non aver non potuto fare pace con proprio padre.
Si può cambiare il passato si chiede Alice? E’ davvero impossibile o come invece ci ricorda Carroll, è impossibile solo ciò che non è fatto?
“Alice attraverso lo specchio” è una versione favolistica del film cult“Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis mancando però dello stesso fascino e incisività narrativa.
Il viaggio nel tempo di Alice ha un aspetto morale e un insegnamento sociologico ovvero che il Tempo è neutrale nella vita dell’uomo e sebbene possa apparire cinico e spietato gli concede la possibilità di trarre esperienza dai propri errori e di potersi comunque migliorare.
“Alice attraverso lo specchio” è sicuramente visivamente bella, accurato, grandioso nelle scenografie e ricco nei costumi. E’ invece più povero dal punto di vista narrativo, con una seconda parte più intensa e profonda come pathos e ritmo.
Il finale rientra nei dettami e filosofia della Disney rimarcando l’importanza della famiglia e dell’amicizia come valori immuni alla forza inesorabile del Tempo.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.