103) Benvenuti..ma non troppo

benvenuti, ma non troppo

Il biglietto d’acquistare per “Benvenuti…ma non troppo” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto5)Sempre

“Benvenuti..ma non troppo” è un film del 2016 scritto e diretto da Alexandra Leclère con: Karin Viard, Didier Bourdon, Valèrie Bonneton, Michel Vuillermoz,Josaine Balasko e Patrick Chensnais.

Guardandoci, in solitudine, allo specchio potremmo sostenere di essere persone sensibili, altruiste e compassionevoli? Chi dice di sì sarebbe quindi pronto e disponibile in caso di un’emergenza nazionale ad aprire le porte della propria casa a chi non la possiede? Sarebbe dunque felice di trasformare, per volere del governo, la propria abitazione in un multirazziale Comune 2.0?
Personalmente, da proprietario di immobili e da uomo di destra, avrei più di un dubbio.
E cosa succederebbe nella civile e multirazziale Francia di fronte a un evento straordinario, come ad esempio un’ondata di freddo tale da costringere il governo a varare un decreto d’urgenza per tutelare i cittadini senza dimora? In che modo reagirebbero gli abitanti dei quartieri alti?
La regista Alexandra Leclère, partendo da questo divertente e nello stesso tempo interessante spunto sociologico, ha deciso di scrivere e mettere in scena una commedia agrodolce sui temi, molto attuali, dell’accoglienza e condivisione.
Si immagina, in un futuro non troppo lontano, che la città di Parigi sia attanagliata da un inverno assai rigido, tale da provocare la morte di decine di persone prive di fissa dimora e spingere le autorità a varare misure uniche e straordinarie: imporre ai proprietari di immobili sfitti o comunque grandi di ospitare uomini e donne prive di un tetto.
Inizia così una gigantesca e colorata e, soprattutto, forzata Comune in grande stile.
Immaginate che il quartiere romano dei Parioli diventi, di fatto, una sorta di porto di mare, costringendo un qualsiasi elegante e borghese condominio a condividere gli spazi con personaggi di ceto basso, oltre che di un’altra nazionalità.
I Parioli di Parigi per la regista sono “la rue du Cherche” in cui vivono famiglie borghesi sia di cultura socialista sia di fede politica gollista.
Lo spettatore assiste alle reazioni di due famiglie di opposte fedi politiche: la gollista e conservatrice Dubrueil e la socialista Bretzel. continua su

https://www.mygenerationweb.it/201605013073/articoli/palcoscenico/cinema/3073-benvenuti-ma-non-troppo-una-commedia-francese-sul-sottile-confine-tra-generosita-e-ipocrisia

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

The ticket purchase for “Welcome … but not too much” is: 1) Not even given 2) Tribute 3) afternoon 4) Ridotto5) Always

“Benvenuti..ma not too” is a 2016 film written and directed by Alexandra Leclère with: Karin Viard, Didier Bourdon, Valèrie Bonneton, Michel Vuillermoz, Josaine Balasko and Patrick Chensnais.

Watching us, in solitude, the mirror could be argued to be sensitive, selfless and compassionate? Who says yes then it would be ready and available in the event of a national emergency to open the doors of their home to those who does not possess it? It would therefore be happy to turn, at the behest of the government, their home in a multiracial City 2.0?
Personally, as owner of real estate and the right man, I would have more of a doubt.
And what would happen in the civil and multiracial France in front of an extraordinary event, such as a cold spell that compels the government to pass an emergency decree to protect citizens homeless? How would they react residents uptown?
The director Alexandra Leclère, starting from this fun and interesting at the same time sociological inspiration, he decided to write and stage a bittersweet comedy about themes, very current, acceptance and sharing.
Imagine, in a not too distant future, that the city of Paris is gripped by a very severe winter, as to cause the death of tens of people without fixed abode and push the authorities to launch unique and extraordinary measures: require owners of vacant properties or at least large to accommodate men and women without a roof.
Thus began a gigantic, colorful and, above all, forced the City in style.
Imagine that Rome’s exclusive Parioli become, in fact, a kind of sea port, forcing any elegant and bourgeois apartment building to share the spaces with lower-class characters, as well as another nationality.
The Parioli Paris for director are “the rue du Cherche” they live in middle-class families is of socialist culture is the Gaullist political faith.
The spectator witnesses the reactions of two opposing faiths political families: the Gaullist and conservative Dubrueil and the Socialist Bretzel. continues on

https://www.mygenerationweb.it/201605013073/articoli/palcoscenico/cinema/3073-benvenuti-ma-non-troppo-una-commedia-francese-sul-sottile-confine-tra-generosita-e-ipocrisia

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...