60) Tutti Gli Uomini del Generale ( Fabiola Paterniti)

dalla chiesa

“ Tutti gli uomini del Generale” è un libro scritto da Fabiola Paterniti e pubblicato nel dicembre 2015 da Melampo Editore.

La storia è fatta da grandi uomini capaci con i loro talenti, carisma e determinazione a lasciare un segno del loro passaggio su questa terra.
Gli eroi sono invece quelle persone che agiscono per il bene comune e per lo più senza compresi fino in fondo e osannati quando non ci sono più.
I martiri invece sono quelli invece che offrono la loro stessa vita per cambiare il mondo.
Il Generale Carlo Alberto Della Chiesa è stato tutte e tre cose: grand’uomo, eroe e martire sempre al servizio del nostro Paese e dello Stato.
E’ stato uomo delle istituzioni, espressione spesso abusata dai giornali per elogiare il politico potente di turno, ma per il Generale Dalla Chiesa è probabilmente il minimo sindacale.
Carlo Alberto Della Chiesa è stato barbaramente ucciso dalla mafia a Palermo nel settembre del 1982 insieme alla giovane moglie dopo neanche cento giorni dal suo arrivo in città come prefetto.
Lo Stato aveva affidato al generale l’incarico di sconfiggere la mafia come riuscì a fare anni prima con le Brigate Rosse, altra piaga terribile e drammatica del nostro Paese.
Chi è stato il Generale Dalla Chiesa quasi tutti lo sanno, ma i nomi e i volti degli uomini che lo affiancarono con coraggio e dedizione nella guerra contro il terrorismo fino a oggi se ne sapeva poco.
Fabiola Paterniti con questo libro colma questa grave lacuna, intervistando gli uomini del Generale e portando a galla un pezzo di storia del nostro Paese caduto quasi nel dimenticatoio e soprattutto rende onore al coraggio e all’eroismo di questi uomini.
Uomini semplici che hanno scelto di seguire il Generale Della Chiesa formando il Nucleo Anti Terrorismo mettendo a rischio se stessi e le proprie famiglie mettendo come priorità il bene dello Stato.
Leggendo le diverse e interessanti interviste della Paterniti il lettore apprezza l’umiltà, il pudore e la fierezza di questi uomini nel raccontarsi e descrivere come e quanto fu faticoso, difficile e pericoloso il loro lavoro e ciò nonostante se potessero tornare indietro rifarebbero la stessa scelta.
Senso dello Stato, lealtà, onore, rispetto dei ruoli, integrità morale sono i valori comuni a questo gruppo di persone, fieri e orgogliosi di seguire il Generale.
Un libro che apre al lettore le porte di una realtà sconosciuta e tenuta segreta per motivi di sicurezza permettendo di conoscere un momento delicato e importante della nostra storia recente.
Conosciamo i nomi e le storie di Giampaolo Sechi, Michele Gallo, Pasquale Vitagliano, Giuseppe Severino e tanti altri che hanno dedicato la vita all’Arma dei Carabinieri, rispettando la divisa e rendendole Onore con le loro azioni e dignità. Lo stesso Generale Della Chiesa nell’intervista rilasciata a Enzo Biagi nel 1981 quando il giornalista gli domanda “Che cosa pensa di dover ai suoi collaboratori”, il militare è secco “Tutto”.
Il Generale è stato per i suoi uomini, un padre, un mentore, una guida, un esempio e ancora oggi leggendole interviste si sente forte l’intenso legame di rispetto, affetto e stima ch li univano e di come il ricordo del Generale sia ancora vivo tra i suoi “ragazzi”.
Un libro che merita di essere letto fino alla fine soprattutto da più i giovani che hanno quasi dimenticato cosa significhi credere a una’idea e soprattutto avere fiducia nello Stato e nella legalità.

“All of the General” men is a book written by Fabiola Paterniti and published in December 2015 by Melampo Publisher.

History is made by great men capable, with their talent, charisma and determination to make a mark of their passage on this earth.
The heroes are those people who act for the common good and mostly not fully understood and acclaimed when there are no more.
The martyrs rather are those however who offer their lives to change the world.
General Carlo Alberto Della Chiesa was all three things: great man, always a hero and martyr in the service of our country and the state.
E ‘was man of the institutions, an expression often abused by newspapers to praise the political powers that be, but for the General Dalla Chiesa is probably the minimum wage.
Carlo Alberto Della Chiesa was brutally murdered by the Mafia in Palermo in September 1982 with his young wife after less than one hundred days since his arrival in the city prefect.
The state had entrusted to the general in charge of defeating the Mafia as he managed to do years before with the Red Brigades, another terrible and tragic plight of our country.
Who was General Dalla Chiesa almost everyone knows, but the names and faces of the men who assisted him with courage and dedication in the war against terrorism until now they knew little.
Fabiola Paterniti with this book fills this gap, interviewing the men of the General Assembly and a piece of history by bringing to the surface of our country fell almost into oblivion and especially honors the courage and heroism of these men.
simple men who have chosen to follow the General Della Chiesa forming the Core Anti Terrorism endangering themselves and their families as a priority by putting the good of the state.
Reading the different and interesting interviews of Paterniti the reader appreciates the humility, modesty and pride of these men in the tell and describe how and what was tiring, difficult and dangerous their work and yet if they could go back would repeat the same choice .
State sense, loyalty, honor, respect of roles, moral integrity are values ​​common to this group of people, proud and proud to follow the General Assembly.
A book which opens to the player the doors of an unknown reality and kept secret for security reasons allowing to know a sensitive and important time in our recent history.
We know the names and stories of Giampaolo Sechi, Michele Gallo, Pasquale Vitagliano, Giuseppe Severino and many others who dedicated their lives to the weapon of the Carabinieri, respecting the uniform and making Honor by their actions and dignity. The same General Della Chiesa in an interview with Enzo Biagi in 1981 when the journalist asked him “What do you think of having his collaborators”, the military is dry “Everything.”
The General was for his men, a father, a mentor, a guide, an example by reading interviews and still feels strong the intense bond of respect, affection and esteem ch united them and how the memory of the General is still i live among his “boys.”
A book that deserves to be read to the end especially more young people have almost forgotten what it means to believe una’idea and above all trust in the state and within the law.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...