24) Point Break

point break

Il biglietto d’acquistare per “Point Break” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“Point Break” è un film del 2016 di Ericson Core, scritto da Kurt Wimmer,con: Edgar Ramirez, Luke Bracey, Teresa Palmer, Ray Winstone, Delroy Lindo.

Nella vita è sempre difficile ripetersi, quasi impossibile superarsi. Se poi applichiamo questa considerazione al mondo del cinema, possiamo senza alcuna esitazione definirla una certezza.

Raramente un “remake” di un film cult riesce ad ottenere lo stesso successo dell’originale e soprattutto spesso né “infanga” la memoria e lo spirito con risultati assai modesti.

Il cinema vive da qualche tempo un periodo di vacche magre per quanto concerne la creatività e idee nuove e i produttori non sapendo cosa inventarsi hanno deciso di scomodare i film cult degli anni 80/90 ripresentandogli in versione 2.0, sperando di ottenere un ugual successo.

L’ambizione è legittima, ma il più delle volte gli sceneggiatori ingaggiati fanno la fine di novelli Icaro.

Neanche due anni fa ci provarono con “Robocop” provocando reazioni di scherno e delusione da parte dei fan indignati.

Ora è il turno di “Point Break” farne il remake del film cult di Kathryn Bigelow del 1991 con protagonisti un giovanissimo Keanu Reaves e il compianto Patrick Swayze:.

Un film che ha segnato un’epoca per i contenuti, le interpretazioni e soprattutto per la forza dirompente di libertà e coraggio che trasmetteva non solo nella scrittura, ma soprattutto nell’atmosfera e riuscito intreccio narrativo.

Venticinque anni dopo lo spettatore si ritrova a vedere un “Point Break” 2.0 che è solamente una brutta e sbiadita copia dell’originale avendo anche la pretesa “filosofica” del testo e soprattutto attraverso i dialoghi di mostrare il disagio delle nuove generazioni nei confronti della moderna e avida società.

Questa versione di “Point Break” è sicuramente bella da vedere, con una discreta fotografia e presentando delle ambientazioni naturali che non possono non essere gradite e avvincenti agli occhi dello spettatore.

Un film che punta tutti sulla potenziale adrenalina e intenso pathos che lo spettatore dovrebbe provare vedendo le scene mozzafiato, in cui i protagonisti sono chiamati a superare i propri limiti per trovare il loro personale “Nirvana” sportivo per mezzo delle “Otto prove di Ono Ozaki”.

Sulla carta potremmo dire che si tratti di riedizione “cool” delle leggendarie sette fatiche di Ercole, eppure durante la proiezione più che il Mito greco allo spettatore vengono in mente le comiche e goffe imprese di “Kung Fu Panda”.

continua su

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-point-beak/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

The ticket purchase for “Point Break” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always

“Point Break” is a film of 2016 of Ericson Core, written by Kurt Wimmer, with: Edgar Ramirez, Luke Bracey, Teresa Palmer, Ray Winstone, Delroy Lindo.

In life it is always difficult to repeat, almost impossible to overcome. If we then apply this view to the world of cinema, we can without any hesitation to call it a certainty.

Rarely a “remake” of a cult film manages to achieve the same success of the original and especially thick or “muddy” the memory and spirit with very modest results.

The film lives for some time a lean times with regard to creativity and new ideas and the producers did not know what to invent decided to disturb the cult film of the years 80/90 ripresentandogli in version 2.0, hoping to get an equal success.

The ambition is legitimate, but more often the writers are hired late weds Icarus.

Not even two years ago they tried with “Robocop” causing reactions of ridicule and disappointment from fans outraged.

Now it is the turn of “Point Break” make the remake of the cult film by Kathryn Bigelow 1991 starring a young Keanu Reaves and the late Patrick Swayze :.

A film that marked an era for the contents, interpretations and especially the explosive force of freedom and courage which broadcast not only in writing, but also the atmosphere and successful storyline.

Twenty-five years after the viewer finds himself in a see “Point Break” 2.0 that is only an ugly and faded copy of the original having also claiming “philosophical” of text and especially through the dialogue to show the discomfort of the younger generation towards Modern and greedy society.

This version of “Point Break” is certainly beautiful to look at, with a good photograph and presenting the natural settings that can not be like and compelling to the viewer.

A film that points all on potential adrenaline and intense pathos that the viewer should try seeing the breathtaking scenes, in which the protagonists are called to overcome their limitations to find their personal “Nirvana” sports through the “Eight tests Ono Ozaki “.

On paper, we might say that it is re-edition “cool” of the legendary seven labors of Hercules, yet when projecting more than the Myth greek viewers are reminded of the comic and clumsy business of “Kung Fu Panda”.

continues on

http://www.nuoveedizionibohemien.it/index.php/appuntamento-al-cinema-point-beak/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...