4) Mad Max – Fury Road

Mad Max Fury Road

Il biglietto d’acquistare per “Mad Max- Fury Road” è: 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.

“Mad Max – Fury Road” è un film del 2015 di George Miller, scritto da George Miller, Brendan McCarthy, Nick Lathouris, con : Tom Hardy, Charlize Theron, Zoë Kravitz, Nicholas Hoult, Danielle Riley Keough, Rosie Huntington-Whiteley, Nathan Jones, Megan Gale, Hugh Keays-Byrne, Josh Helman, Abbey Lee, Courtney Eaton e Hugh Keays Byrne

“Meglio tardi che mai” dice un vecchio e saggio proverbio, e mai come in questo caso il sottoscritto lo fa suo, mentre mi appresto, con grave ritardo ,a scrivere le mie riflessioni su questo film. Anche se con sofferenza faccio “coming out” ammettendo di aver visto solo oggi pomeriggio e in streaming “Mad Max Fury Road”.
Quando lo scorso maggio fu presentato al festival di Cannes, ho voluto dare fiducia a Paolo Mereghetti che lo stroncava ,senza se e senza ma, definendolo “un videogames noioso e privo di storia”.
Si sa che spesso le parole sono pietre c ehe ti possono trascinare a fondo.
Probabilmente il buon Mereghetti, nonostante ufficialmente resti della Sua rispettabilissima idea, magari a casa sua forse si starà mordendola lingua.
Non solo il botteghino mondiale ha premiato il nuovo film di Miller, ma gli stessi critici l’hanno osannato definendolo uno dei miglior film dell’anno.
Come si pone dunque il sottoscritto dopo la visione pirata? A metà strada. Non ho mai visto la precedente trilogia di Miller con Mel Gibson e non sono un fan del genere apocalittico. Però amando Ken il Guerriero, da sempre, affascinato dall’idea di un mondo post nucleare in cui l’uomo per sopravvivere debba contare sulle sue forze e capacità che sulle armi, evedendo“Mad Max – Fury Road” non ho potuto non pensare a quel mondo. Ciò è reso possibile da una ricostruzione ambientale e di luoghi che lascia, estasiasti. E’Un film visionario, vibrante, forte e soprattutto molto ambientalista.
Sì, perche in un mondo trasformato dall’uomo stesso in landa desertica e sconfinata, chi possiede il controllo dell’acqua s’impone con violenza sugli altri.
Mereghetti sbaglia nel sostenere che la sceneggiatura sia assente e la storia noiosa.
Il viaggio di andata e ritorno dell’Imperatrice Furiosa (Theron) e delle altre donne è un grido di libertà, indipendenza e soprattutto di emancipazione.
Certamente il film non sarà ricordato per gli intensi e lungi dialoghi, ma a volte bastano poche e concise parole per esprimere un concetto.
La regia di George Miller è davvero di altissimo livello e capace di allargare l’orizzonte visivo dello spettatore creando un perfetto equilibrio tra una pellicola d’azione e l’estetica filosofica della storia. Forse il film poteva durare qualcosa in meno essendo un po’ ridondante nella parte centrale, ma comunque non facendone risentire l’adrenalinico e avvincente ritmo.
Charlize Theron si conferma un’Attrice completa oltre che di una bellezza straripante. L’attrice americana si muove sulla scena con forza, personalità e carisma di fatto parlando solo con gli occhi. Una vera Star.

Non so se questo film sbancherà ai prossimi Oscar, ma so con certezza che quella notte al buon Mereghetti fischieranno le orecchie come non mai.

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...