1) Il Piccolo Principe – Anno 2016

il piccolo principe

Il biglietto d’acquistare per “Il Piccolo Principe” è :1) Neanche regalato 2) Omaggio 3)Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“Il Piccolo Principe” è un film d’animazione diretto da Mark Osborne e tratto dall’omonimo romanzo.
Portare sullo schermo un libro amato da diverse generazioni è una sfida rischiosa per chiunque.
Essere bravi nel non tradire le attese e mantenere lo spirito del libro non è da tutti.
Mark Osborne regista dell’acclamato “Kung fu Panda” ha scelto di raccogliere sfida e di rendere omaggio come ha dichiarato poi in sala stampa a uno dei libri più amati.
Personalmente non ho mai letto il romanzo e solo a grandi linee nè conoscevo la storia.
Così da profano oggi ho assistito all’anteprima stampa durante l’ultima giornata della Festa del Cinema di Roma.
Ho cercato di far prevalere la mia parte fanciullesca per poter entrare dentro la storia e coglierne appieno i significati.
Sono un attempato Peter Pan, ma ciò nonostante “Il Piccolo Principe”non mi ha convinto fino in fondo. Solo in parte sono entrato in empatia con l’anziano aviatore che fa scoprire alla bambina la bellezza e l’importanza di mantenere il candore e l’ ingenuità anche da adulti. Il liet motiv della storia è dimostrare che”.. Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”. Ovvero come sia importante anche da adulti mantenere un pò della purezza e dell’ingenuità di bambino.
Sebbene coraggiosa e creativa la scelta registica di modernizzare la storia trasferendola ai giorni nostri manca il quid emotivo che faccia sussultare lo spettatore. Una grafica semplice, pulita, diretta che riporta alla mente un epoca passata, ma il film fatica a darsi un vero ritmo.Sembra di vedere la trasposizione del romanzo in immagini sullo schermo,ma senza un vero collocante narrativo, penalizzato da una staticità teatrale
Un film adatto a un pubblico di bambini che magari sapranno apprezzare meglio il valore del prodotto e invoglierà alla lettura. Stimolo che invece alla fine non parte per uno spettatore più attempato e ignorante. Crescere e diventare adulti è un processo lungo e complesso, ma se si conserva la memoria della nostra infanzia tutto sarà più semplice.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

“The Little Prince” is an animated film directed by Mark Osborne and based on the novel.
Bring to the screen a book loved by several generations is a risky challenge for anyone.
Be good at not betray the expectations and keep the spirit of the book is not for everyone.
Mark Osborne director of the acclaimed “Kung Fu Panda” has chosen to pick up the challenge and to pay tribute as he said later in the press room at one of the most beloved books.
Personally I have never read the novel and with broad strokes neither knew the story.
So profane today I attended the preview release on the last day of the Rome Film Festival.
I tried to impose my childish side to enter into the story and fully appreciate the meanings.
I am an elderly Peter Pan, but nevertheless “The Little Prince” I was not convinced until the end. Only partially I entered into empathy with senior airman that introduces you to the child the beauty and the importance of maintaining the purity and ‘ingenuity even as adults. The leit motif of the story is to show that the essential thing is what the eyes can see and feel the heart.
Although courageous and creative directing the choice to modernize the story transferring it to this day lacks the quid emotional face startles the viewer. Simple graphics, clean, direct that brings to mind a bygone era, but the film struggles to give a true rhythm .Sembra to see the transposition of the novel into images on the screen, but without a real-ranking narrative as it suffers from static theatrical
A film suitable for an audience of children who may know better appreciate the value of the product and inspire them to read. Stimulus instead in the end part to a spectator more elderly and ignorant. Grow up and become adults has a long and complex process, but if it preserves the memory of our childhood everything will be easier.

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html
Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell’export
Disattiva traduzione istantaneaInformazioni su Google TraduttorePer cellulariCommunityPrivacy e TerminiGuidaInvia commenti

Annunci

2 pensieri su “1) Il Piccolo Principe – Anno 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...