251) A bigger Splash

guadagnino

Il biglietto d’acquistare per “A bigger splash ” è: 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre.
“A bigger splash” è un film del 2015 di Luca Guadagnino scritto da David Kajganich, con: Tilda Swinton, Raplh Fiennes, Matthias Schoenaerts, Dakota Johnson, Corrado Guzzanti.

Il vero e più grande splash lo compie lo spettatore quando alla fine proiezione corre verso il bagno bisognoso di sciacquarsi il volto per svegliarsi dal sonno e dal senso di nausea.
Sì, perché Luca Guadagnino è riuscito nel “capolavoro” di realizzare un brutto e insulso film e di screditare anche l’originale da cui si è ispirato.
Non ho visto la “la piscina” del 1969, ma dopo questa versione dubito che nessuno degli spettatori presenti ieri in sala ne avrà il desiderio.
Dispiace per Guadagnino, un giovane e talentuoso regista, ma avendo a disposizione una Ferrari si è dimostrata inadatto e probabilmente destinato a guidare solo utilitarie.
Il film è senza capo né coda. Né carne né pesce. Non si riesce a comprendere cosa l’autore voglia raccontarci. Un thriller?Noioso. Un noir? Debole e Prevedibile Un erotico? Forse la presenza di Dakota Johnson nel cast ha spinto il regista a immaginare un terzo tempo dell’inutile “Cinquanta sfumature di grigio”. Vorrei raccontarvi il filo rosso del film. L’intreccio narrativo è confuso, il pathos assente e il ritmo assai blando. Vorrei, ma non posso. Semplicemente perché manca una vera e chiara idea di cinema Quando, un autore è autoreferenziale e il regista si compiace di sé anche di più di Narciso il film non può che deragliare.
Vorrei dirvi che almeno l’isola di Pantelleria in cui è ambientato il film è meravigliosa e certi scorci tolgono il fiato. Eppure se fossi l’assessore al Turismo dell’isola dopo aver visto codesto scempio, proverei imbarazzo e chiederei i danni alla produzione per aver legato una bellezza a un orrore artistico.
Vorrei dirvi che Tilda Swinton e Ralph Fiennes, nonostante tutto, abbiano confermato il loro talento e professionalità evitando che lo spettatore con diversi attori avrebbe abbandonato la sala a metà spettacolo e invece si ha la sensazione di un gruppo di persone che si gode una vacanza gratuita e catapultata su un set senza una precisa direttiva.
Non si può non esprimere viva solidarietà a Corrado Guzzanti costretto a interpretare un personaggio che definirla grottesca e fastidiosa è solo un eufemismo.
Dopo aver visto questo film allo spettatore, gli resta solo la voglia d’estate e i brividi per un brutto film.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

The ticket purchase for “A bigger splash” is: 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always.
“A bigger splash” is a film of 2015 by Luca Guadagnino written by David Kajganich, with Tilda Swinton, Raplh Fiennes, Matthias Schoenaerts, Dakota Johnson, Corrado Guzzanti.

The real and biggest splash when it makes the viewer at the end projection runs to the bathroom in need to rinse the face to wake up from sleep and nausea.
Yes, because Luca Guadagnino has succeeded in “masterpiece” of making a bad and silly films and also to discredit the original from which it was inspired.
I did not see the “pool” of 1969, but after this version I doubt that any of the spectators in the hall yesterday it will have the desire.
Sorry for Guadagnino, a young and talented director, but when they have a Ferrari has proved unsuitable, which is likely to lead only small.
The film is without rhyme or reason. Neither meat nor fish. I can not understand what the author wants to tell us. A thriller? Boring. A noir? Weak and Predictable A erotic? Perhaps the presence of the cast Dakota Johnson drove the director to imagine a third time the useless “Fifty Shades of Grey”. I would like to tell you about the red thread of the film. The storyline is confused, absent the pathos and the pace very bland. I would but I can not. Simply because there is no real clear idea of ​​cinema When an author is self-referential and the director is pleased with himself even more of Narcissus that the film can not derail.
I would like to tell you that at least the island of Pantelleria where the film is set is wonderful and some breathtaking views. Yet if I were the Councillor for Tourism of the island after seeing Codest havoc, I would try embarrassment and ask for the damage to production linked to a horror artistic beauty.
I would tell you that Tilda Swinton and Ralph Fiennes, despite everything, have confirmed their talent and professionalism preventing the viewer with different actors would leave the room in half and show instead you have the feeling of a group of people that you can enjoy a free vacation and catapulted on a set without a clear directive.
One can not but express my deep solidarity with Corrado Guzzanti forced to play a character that define the grotesque and annoying is only a euphemism.
After seeing this film, the viewer, the left with the desire of summer and chills for a bad movie.

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...