174) Città di Carta( John Green)

Città di carta

“Città di carta” è un libro scritto da John Green scritto nel 2008 e pubblicata per la prima volta in Italia nel 2009 dalla Rizzoli.
E’ difficile essere adolescenti , è lo ancora di più se ti senti “fuori posto” nella tua famiglia e tra i tuoi coetanei. Il passaggio da ragazzo a un uomo per alcuni arriva in modo tranquillo, per altri in maniera turbolenta, per altri ancora tenendosi per mano con la persona che ami.
Avevo grandi aspettative su questo romanzo dopo aver letto l’acclamato “Colpa delle Stelle” avendomi colpito l’abilità dell’autore di raccontare due temi cosi complessi come l’amore e la morte dal punto di vista dei giovani.
Qualche settimana fa ho visto la trasposizione cinematografica di “Città di Carta” e la visione non mi era dispiaciuta nel complesso, ma lasciandomi il dubbio che il testo originale nascondesse qualcosa di più.
Ebbene confesso che dopo aver letto l’ultima pagina mi sono accesso il sigaro cercando il vero filo rosso di questa storia.
Nella mia recensione al film scrissi che non era una storia d’amore tra due ragazzi e lo confermo.
Quentin e Margo sono giovani studenti dell’ultimo anno ,ma non sono il simbolo dell’amore romantico, almeno non nella maniera tradizionale.
Quentin è il classico ragazzo della porta accanto, lo studente e figlio modello che ha ben chiaro cosa vuole fare dopo la scuola e sogna una famiglia.
Margo è un’anima inquieta, curiosa, eccentrica se vogliamo e desiderosa di fuggire dagli schemi e dalla normalita.
In qualche modo Margò è la nemesi di Quentin, eppure nella loro diversità si sono sfiorati durante una pazza e vendicata notte e per il ragazzo nulla sarà più lo stesso.
Margo ha accesso il mondo di Quentin e l’ho spinto a guardarsi dentro e a comprendere chi fosse realmente.
Quentin comincia a cercare Margo , improvvisamente scomparsa,con i suoi amici storici Radar e Ben iniziando una caccia al Tesoro, dove il Tesoro non è Margo, ma bensì la coscienza di sé.
Si nota come “Città di Carta” sia antecedente a “Colpa delle Stelle”dal punto di vista artistico, stilistico e di come l’autore abbia maturato con il tempo una sua personale visione del modo e di come esso venga visto e sentito dagli adolescenti.
Non so se John Green è il”Guru” della generazione 3.0 ,ma sicuramente riesce a toccarne con bravura, naturalezza e intensità i giusti tasti. continua su  http://www.passionelettura.it/recensioni-libri/citta-carta-john-green/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

“Paper Towns” is a book written by John Green wrote in 2008 and published for the first time in Italy in 2009 by Rizzoli.
It ‘hard to be teenagers, is it even more if you feel “out of place” in your family and among your peers. The transition from boy to man for some get so quiet, for more turbulently, for others holding hands with the person you love.
I had high expectations of this novel after reading the acclaimed “Blame the Stars” as He has hit the ability of the author to tell two issues so complex as love and death from the perspective of young people.
A few weeks ago I saw the film version of “City Charter” and the vision I was disappointed overall, but leaving no doubt that the original text was hiding something more.
Well I confess that after reading the last page I access the cigar looking the real thread of this story.
In my review I wrote that the film was not a love story between two guys and I can confirm this.
Quentin and Margo are young students last year, but they are the symbol of romantic love, at least not in the traditional way.
Quentin is the classic boy-next-door, the student and son model that has very clear what he wants to do after school and dreams of a family.
Margo is a restless soul, curious, eccentric, and if we are keen to escape the box and from normality.
Somehow Margo is the nemesis Quentin, but in their diversity have touched during a crazy night and avenged and the boy nothing will ever be the same.
Margo has access to the world of Quentin and I pushed him to look within and understand who he really was.
Quentin starts looking Margo, suddenly disappeared, with his old friends and Ben Radar starting a treasure hunt, where the Treasury is not Margo, but rather self-consciousness.
Is known as “City Paper” is earlier “Blame the Stars” from the point of view of art, style and how the author has developed over time a personal vision of the way and how it is seen and heard by teenagers .
I do not know if John Green is the “guru” of the 3.0 generation, but definitely can touch with talent, naturalness and intensity of the right buttons. continues on http://www.passionelettura.it/recensioni-libri/citta-carta-john-green/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Annunci

4 pensieri su “174) Città di Carta( John Green)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...