171) I Fantastici Quattro

fantastici

Il biglietto d’acquistare per “Fantastic 4 – I fantastici quattro” è: 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Josh Trank. Con Kate Mara, Miles Teller, Michael B. Jordan, Jamie Bell, Toby Kebbell. Azione, 100′. 2015

Sbagliare è umano, preservare è diabolico – un proverbio che ci accompagna spesso nella vita di tutti i giorni, e che tendiamo a ripeterci soprattutto per ricordare a noi stessi di non cadere mille volte negli stessi errori. Eppure sembra proprio che, in campo cinematografico, il concetto non sia ancora stato interiorizzato a dovere, soprattutto sull’altra sponda dell’Atlantico.

Gli americani non sanno proprio resistere alla tentazione di tornare ancora e ancora sulle stesse storie, modernizzandole, rinfrescandole, modificandole a seconda dei tempi, come si trattasse di una vecchia casa.

In alcuni casi il restyling funziona alla grande – pensate solo alla trilogia del Cavaliere Oscuro firmata da Christopher Nolan, che ha dato alla figura di Batman nuova vita e nuovo spessore -, in altri non convince del tutto, come con Spiderman. Poi ci sono i fiaschi completi, come Fantastic 4.

Visti i molti successi, forse la Marvel non riesce a rassegnarsi all’idea che qualcuno dei suoi super-eroi non sia un campione di incassi al botteghino e quindi si incaponisce, quasi peggio del sottoscritto.

Personalmente mi sono sempre piaciuti i Fantastici Quattro, soprattutto per quello che hanno rappresentato nei decenni, ovvero la diversità tra gli essere umani. Quell’esigenza di vivere una vita normale nonostante i poteri mi ha sempre affascinato.

Nonostante la forza del messaggio e il dispiegamento di mezzi ed effetti speciali, le precedenti versione cinematografiche della storia (le ultime, in ordine di tempo, datate 2005 e 2007) hanno deluso le aspettative dei fan, tanto che in molti credevano che sui personaggi fosse calato il sipario.

E invece, come un’araba fenice che risorge sempre dalle sue ceneri, la Marvel ha deciso di sparigliare le carte in tavola, proponendo un nuovo inizio per i Fantastici Quattro, con un cast giovane e di talento capace di attirare in sala nuove generazioni di spettatori.

Avete capito bene: la storia, nota ai più, non cambia. Di diverso, nella nuova pellicola, c’è solo l’età dei protagonisti.

Reed Richards (Teller), genio in campo scientifico, ci viene mostrato sin da bambino con notevoli potenzialità e con l’idea “visionaria” di costruire il teletrasporto, spalleggiato nel progetto dall’amico Ben (Bell). I due finiscono per farsi notare, durante una fiera scolastica, dal professor Franklin e dalla figlia adottiva Sue (Mara), impegnati anche loro nella realizzazione del viaggio intergalattico.

In seguito a questo episodio, Reed entra a far parte di un gruppo formato da menti giovani e brillanti che ha il compito di rendere possibile l’impossibile. Ne fanno parte, tra gli altri, l’oscuro e ambizioso Victor (Kebbell) e Johnny, il figlio naturale di Franklin.

Una volta realizzato il teletrasporto, i giovani scienziati, per non essere scavalcati dalla Nasa e dai militari come primi esploratori del nuovo mondo, decidono di bruciare le tappe e di organizzare una spedizione segreta, andando però incontro a un tragico incidente spaziale.

Incidente che trasformerà i ragazzi, poi rientrati sulla Terra, in uomini dotati di poteri straordinari e di conseguenza di grande interesse per le forze armate. Reed, spaventato, tenta la fuga, ma dopo un anno di latitanza viene preso e costretto, suo malgrado, a guidare gli amici in una missione disperata per salvare la Terra da un pericoloso quanto inaspettato nemico. continua su

http://paroleacolori.com/al-cinema-fantastic-4-i-fantastici-quattro/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket purchase for “Fantastic 4 – The Fantastic Four” is: 1) Not even a present; 2) Tribute; 3) In the afternoon; 4) Low; 5) Always.

Directed by Josh Trank. Kate Mara, Miles Teller, Michael B. Jordan, Jamie Bell, Toby Kebbell. Action, 100 ‘. 2015

To err is human, to preserve is diabolical – a proverb that often accompanies us in everyday life, and that we tend to repeat especially to remind ourselves not to fall a thousand times the same mistakes. Yet it seems that, in the film, the concept has not yet been properly internalized, especially across the Atlantic.

Americans do not know their own to resist the temptation to return again and again on the same stories, modernizzandole, rinfrescandole, modifying them according to the times, as it was an old house.

In some cases the restyling works great – just think of the trilogy Dark Knight signed by Christopher Nolan, who gave the figure of Batman new life and depth – in other not entirely convincing, as with Spiderman. Then there are the complete fiascos, such as Fantastic 4.

Given the many successes, perhaps Marvel can not resign ourselves to the idea that some of his super-heroes is not a blockbuster at the box office and then peg away, almost worse than myself.

Personally I’ve always liked the Fantastic Four, especially for what they represented in decades, ie the difference between human beings. That need to live a normal life despite the powers has always fascinated me.

Despite the strength of the message and the input of resources and special effects, the previous film version of the story (the latest, in time order, dated 2005 and 2007) have disappointed the expectations of fans, so much so that many thought that the characters were the curtain fell.

But, like a phoenix that rises again from its ashes, Marvel decided to sparigliare cards on the table, proposing a new beginning for the Fantastic Four, with a cast of young talent able to draw in new generations of room spectators.

You got it: history, known to most people, it does not change. Different, in the new film, there is only the age of the protagonists.

Reed Richards (Teller), a genius in science, there is shown as a child with great potential and with the idea “visionary” to build the transporter, backed the project by his friend Ben (Bell). The two end up getting noticed, during a trade school, Professor Franklin and adopted daughter Sue (Mara), they also engaged in the creation of intergalactic travel.

Following this episode, Reed joins a group of bright young people who have the task of making the impossible possible. These include, among others, the dark and ambitious Victor (Kebbell) and Johnny, the natural son of Franklin.

Once achieved teleportation, young scientists, not to be overtaken by NASA and by the military as early explorers of the new world, they decided to forge ahead and to organize a secret expedition, however, going to meet a tragic accident space.

Incident that will transform the boys, then returned to Earth, in men endowed with extraordinary powers and therefore of great interest to the armed forces. Reed, frightened, tried to escape, but after a year of inaction is taken and forced, reluctantly, to lead friends in a desperate mission to save the Earth from a dangerous and unexpected enemy. continues on

http://paroleacolori.com/al-cinema-fantastic-4-i-fantastici-quattro/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.