164) Città di Carta

citta di carta

Il biglietto d’acquistare per “Città di Carta” è : 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Jake Schreier. Con Cara Delevingne, Nat Wolff, Halston Sage, Cara Buono, Austin Abrams, Meg Crosbie, Caitlin Carver. Thriller, 109′. 2015

Un anno fa ho scoperto, per caso, lo scrittore John Green grazie al film “Colpa delle Stelle”, campione d’incassi al botteghino e capace di far versare al pubblico fiumi di lacrime.

Quando nei mesi scorsi ho iniziato a vedere, con largo anticipo rispetto alla data di uscita della pellicola, la pubblicità di “Città Carta” ho capito che non ci saremmo liberati tanto presto della Greenmania e ho cercato di porre rimedio alla mia ignoranza, comprando il romanzo omonimo e presentandomi carico in sala.

Un titolo particolare, un cast giovane, un talentuoso team di autori chiamato a confermarsi dopo il successo dello scorso anno: le premesse per rendere “Città di carta” un altro must ci sono tutte.

La pellicola è molto diversa da “Colpa delle Stelle” per temi, toni e impostazione narrativa; il comune denominatore è il passaggio dall’età dell’innocenza all’età adulta, un’età dell’innocenza che in questo caso coincide con la capacità di sognare e di credere nel vero amore.

Come nel caso del nostro protagonista, Quentin Jacobsen (Wolff), tranquillo ragazzino di Orlando che all’età di nove anni si è innamorato di Margo Roth Spiegelman (Delevingne), che diventa poi una giovane inquieta e misteriosa, incapace di adattarsi a un vita normale e già scritta.

Gli anni della scuola dividono i due, portandoli a frequentare persone diverse e a fare esperienze diverse, finché una notte, a poche settimane dal diploma, Margo si presenta, a sorpresa, nella stanza di Quentin chiedendogli aiuto per vendicarsi dei suoi amici traditori.

Inizia così una sorta di “Notte da leoni” adolescenziale che porta i due ragazzi ad avvicinarsi di nuovo, al punto che Quentin si convince che quello sia l’inizio di una storia d’amore. Anche lo spettatore ci crede, ma ecco che il film passa repentinamente dalla commedia romantica al thriller. Sì, perché Margo scompare nel nulla, lasciando in confusione familiari e amici, e portando Quentin, preoccupato e malinconico, a mettersi sulle sue tracce per ritrovarla.

Immaginate una versione 2.0 di “Missing” di Costa-Gavras o, se preferite, di “Cercasi Susan disperatamente” con Madonna e avrete un’idea di cosa aspettarvi dalla seconda parte di questo film, quella più riuscita, con una grande vivacità, un buon pathos narrativo e una serie di spunti di riflessione da non sottovalutare…continua su

http://paroleacolori.com/al-cinema-citta-di-carta/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket purchase for “City Paper” is: 1) Not even a present; 2) Tribute; 3) In the afternoon; 4) Low; 5) Always.

Directed by Jake Schreier. With Cara Delevingne, Nat Wolff, Halston Sage, Cara Buono, Austin Abrams, Meg Crosbie, Caitlin Carver. Thriller, 109 ‘. 2015

A year ago I discovered, by chance, the writer John Green in the film “Blame the Stars”, the blockbuster at the box office and able to have paid to the public rivers of tears.

When in recent months I began to see, well in advance of the release date of the film, advertising “City Paper” I realized that we would not have released any time soon of Greenmania and tried to remedy my ignorance, by buying the novel and presenting myself in the room load.

A particular title, a young cast, a talented team of authors called to confirm after the success of last year: the basis for making “Paper Towns” another must are all there.

The film is very different from “Blame the Stars’ for themes, tones and narrative setting; the common denominator is the passage from innocence to adulthood, an age of innocence in this case coincides with the ability to dream and to believe in true love.

As in the case of our protagonist, Quentin Jacobsen (Wolff), quiet boy Orlando that age nine is in love with Margo Roth Spiegelman (Delevingne), which then becomes a young restless and mysterious, unable to adapt to a life normal and already written.

The school years stand between the two, leading them to attend different people and do different experiences, until one night, a few weeks after graduation, Margo comes, surprisingly, in the room of Quentin asking for help to avenge his friends traitors.

Thus began a “Night of lions” that brings the two teenage boys to approach again, to the point that Quentin is convinced that this is the beginning of a love story. Even the audience believes it, but then the film goes suddenly from romantic comedy to thriller. Yes, because Margo disappears into thin air, leaving confusion in family and friends, and bringing Quentin, worried and sad, to get on his trail to find her.

Imagine a 2.0 version of “Missing” by Costa-Gavras, or, if you prefer, of “Desperately Seeking Susan” with Madonna and you will have an idea of ​​what to expect from the second part of this film, the most successful, with a great vivacity, a good drama narrative and a series of insights to be reckoned with … read on

http://paroleacolori.com/al-cinema-citta-di-carta/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...