160) La Bella Gente

la bella gente

Il biglietto da acquistare per “La bella gente” è : 1)Neanche regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto; 5)Sempre.

Un film di Ivano De Matteo. Con Elio Germano, Monica Guerritore, Antonio Catania, Victoria Larchenko, Iaia Forte, Giorgio Gobbi, Myriam Catania. Drammatico, 98′. 2009

Per quanto ci professiamo progressisti e aperti mentalmente, non possiamo fare a meno di vivere abbracciando schemi compassati e luoghi comuni. L’uomo di destra è per definizione gretto, egoista ed edonista; chi a vota a sinistra, invece, è sensibile, altruista, profondo, colto.

Aiutare il prossimo, oggi più che mai, è un dovere morale oltre che civile; se vogliamo insultare una persona, nel 2015 gli diciamo: “Sei come Salvini”.

Ma siamo così convinti di queste categorie? Siamo sicuri che “La Bella Gente” stia a sinistra, nei salotti radical chic?

Ivano De Matteo, in questo nuovo/vecchio film del 2009, si pone questa domanda, mostrandoci amaramente come l’ipocrisia e il culto delle apparenze siano il pane quotidiano di noi italiani.

La generazione degli anni ’60 si è illusa di cambiare il mondo, quando invece è stato quest’ultimo a cambiare loro, eppure continua a vivere nell’illusione che ancora oggi siano gli ideali a muoverli.

Come nel caso dell’affiatata e innamorata coppia composta da Alfredo (Catania) e Susanna (Guerritore), che vive una vita serena e agiata tra Roma e la casa di campagna dove passare le vacanze.

Susanna è impegnata nel sociale, lavora in un’associazione che si occupa di donne maltrattate. Un giorno, tornando a casa in auto dopo aver fatto la spesa, nota a bordo strada una giovane maltratta dal protettore. Questa vista la scuote al punto da convincere il marito, all’inizio molto titubante, a prendere in casa con loro la giovane, Nadia (Larchenko), che si scoprirà poi essere di origini ucraine.

In Susanna scatta una sorta d’istinto materno, sicuramente quello che prevale in lei è il desiderio di dimostrarsi diversa dai suoi vicini di casa gretti e superficiali, al punto di considerare l’idea di portare Nadia a Roma.

Il “segreto” di Nadia ben presto viene svelato agli amici e soprattutto al figlio della coppia Giulio (Germano) e alla sua compagna snob Flavia (Myriam Catania), provocando non pochi problemi e di fatto rompendo l’apparente equilibrio familiare. continua su

http://paroleacolori.com/al-cinema-la-bella-gente/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket to buy for “The beautiful people” is: 1) Not even a present; 2) Tribute; 3) In the afternoon; 4) Low; 5) Always.

A film by Ivano De Matteo. With Elio Germano, Monica Guerritore, Antonio Catania, Victoria Larchenko, Iaia Forte, Giorgio Gobbi, Myriam Catania. Drama, 98 ‘. 2009

As we profess liberal and open-minded, we can not help but live embracing schemes prim and clichés. The man on the right is by definition narrow, selfish and hedonistic; Who to vote on the left, however, it is sensitive, caring, deep, cultured.

Helping others, now more than ever, it is a moral duty as well as civil; if we want to insult a person, in 2015 we tell him: “You’re like Salvini.”

But we are so convinced of these categories? We are sure that “The Beautiful People” is on the left, in living radical chic?

Ivano De Matteo, in this new / old movie of 2009, asks this question, showing us bitterly as the hypocrisy and the cult of appearances are the daily bread of the Italians.

The 60s generation was deluded to change the world, when in fact it was the latter to change them, yet he continues to live in the illusion that even today are the ideals to move them.

As with dell’affiatata and love tandem of Alfredo (Catania) and Susanna (Guerritore), who lives a peaceful life and well-off between Rome and the country home to spend the holidays.

Susanna is engaged in social work in an association that deals with battered women. One day, coming home in the car after shopping, known roadside a young mistreats the protector. This view shakes enough to convince her husband, very hesitant at the beginning, to take home with them the young, Nadia (Larchenko), who turns out to be then of Ukrainian origin.

In Susanna takes a sort of maternal instinct, surely what prevails in her is the desire to prove different from its neighbors petty and superficial to the point of considering the idea of ​​bringing Nadia in Rome.

The “secret” of Nadia was soon revealed to friends and especially the couple’s son Giulio (Germano) and his partner Flavia snob (Myriam Catania), causing many problems and in fact breaking the apparent family balance. continues on

http://paroleacolori.com/al-cinema-la-bella-gente/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...