133) Predestination

predistination

Il biglietto d’acquistare per “Predestination” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“Predestination” è un film del 2015 scritto e diretto da Michael Spierig, Peter Spierig, con : Ethan Hawke, Noah Taylor, Sarah Snook.
Capita a volte di vedere dei film e di rimanere alla fine della proezione perplessi e nello stesso tempo pieni di domande su cosa abbia voluto dire l’autore e in qualche caso si è anche tentati di rivederlo la sera stessa per comprenderlo meglio.
Non sempre è un capolavoro eppure ti ha lasciato qualcosa dentro suscitando la tua curiosità tenendoti inchiodato allo schermo fino all’ultimo fotogramma e oltre..
Questo mi è capitato sera insieme agli altri spettatori vedendo “Predestination” ,un film difficile da collocare non tanto come genere ma nel decidere se definirlo un cult o qualcosa che poteva essere e non è stato per qualche limite evidente.
Un film di fantascienza che ha al suo interno i semi dell’introspettivo e del giallo mescolati con sapienza mano e ispirazione per merito dei due autori.
Lo spettatore entra come in un vortice , sballottato continuamente avanti e indietro nel tempo senza mai dargli la possibilità di prendere fiato e di comprendere fino in fondo il filo rosso della storia. Potremmo definirlo una grande matrioska scomposta o un puzzle sparpagliato in cu non sono chiari inizio e fine. E’ un caos voluto, cercato e organizzato dai registi che nella prima parte regala pathos, curiosità e suspense in cui vediamo il misterioso agente speciale antiterrorismo Ethan Hawke , sottocopertura nel ruolo di barista, conversare con un strano cliente (Snook) che sollecitato a raccontare di sé ben presto svela la sua misteriosa e incredibile “doppia natura”.
Un caos che nella seconda parte però diventa confusione narrativa in cui viene a mancare una lucida e solida regia che permetta di cogliere e seguire i continui cambi di scena, così facendo scemare attenzione e concentrazione allo spettatore. Un film diretto in maniera creativa e originale dai due registi mostrando una visione cinematografica particolare, con un ritmo sicuramente avvolgente e ipnotico seppure nello stesso tempo abbia in sé una certa criticità nell’intreccio e sviluppo narrativo
Se Ethan Hawke conferma di aver raggiunto una buona maturità artistica riuscendo a rendere credibile e avvincente il suo personaggio passando con bravura da spalla a vero protagonista con i giusti tempi, non si può non menzionare particolarmente l’interpretazione intensa, poliedrica e piena di sfumature psicologiche di Sarah Snook, personalmente sconosciuta fino a ieri, eppure capace di dare al suo ruolo davvero un tocco di umanità e sensibilità per merito di un talento e capacità espressive non comuni.
Il finale spiazza e forse non convince completamente perché da la sensazione di chiudere il cerchio narrativo con fatica e affanno, ma resta forte nello spettatore la sensazione che la vita di ognuno di noi sia un mix di passato, presente e futuro che spesso si toccano mescolandosi rendendola unica e imprevedibile.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.ibs.it/ebook/de-agr-vittorio/amiamoci-nonostante-tutto/9788891176837.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

he ticket purchase for “Predestination” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always

“Predestination” is a 2015 film written and directed by Michael Spierig, Peter Spierig, with: Ethan Hawke, Noah Taylor, Sarah Snook.
It happens sometimes to see the film and to remain at the end of proezione perplexed and at the same time full of questions about what the author meant to say, and in some cases it is also tempting to see him again that night to understand it better.
It is not always a masterpiece and yet you left something in arousing your curiosity keeping you riveted to the screen until the last frame and beyond ..
This happened to me the other night with viewers seeing “Predestination,” a film hard to place, but generally not as much as in deciding whether to call it a cult or something that could be and has not been for some obvious limitation.
A science fiction film that has within it the seeds of the introspective and yellow mixed with wisdom and inspiration to hand about the two authors.
The viewer enters as in a vortex, continually tossed back and forth through time, never give him a chance to catch your breath and understand completely the thread of the story. We could call it a big matryoshka decomposed or scattered in a puzzle cu not clear beginning and end. It ‘a chaos wanted, searched and organized by directors who in the first part gives pathos, curiosity and suspense in which we see the mysterious anti-terrorism special agent Ethan Hawke, in the undercover role of a bartender, conversing with a strange customer (Snook) which urged to tell self soon reveals its mysterious and incredible “dual nature”.
A chaos in the second half, however, it becomes confusing narrative in which there is no a clear and solid direction that allows them to grasp and follow the constant changes of scene, so doing diminish concentration and focus the viewer. A film directed in a creative and original by the directors showing a particular cinematic vision, with a pace definitely enveloping hypnotic although at the same time has itself a certain critical and interweaving narrative
If Ethan Hawke confirms that it has reached a good artistic maturity managing to make believable and compelling her character going through skill shoulder to real star with the right timing, you can not fail to mention the interpretation particularly intense, multifaceted and nuanced psychological Sarah Snook, personally unknown until yesterday, and yet able to give his role really a touch of humanity and sensitivity thanks to a talented and expressive skills not common.
It displaces the final and perhaps not entirely convincing because of the feeling of closing the circle narrative with fatigue and shortness of breath, but remains strong in the viewer the feeling that the life of each of us is a mixture of past, present and future that are touched often mingling making it unique and unpredictable.

Annunci

Un pensiero su “133) Predestination

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...