97) La voce umana

la voce umana

“La voce umana” è uno spettacolo teatrale di Jean Cocteau , con la regia e Idea scenica di Viviana Di Bert, con Gloria Annovazzi, in scena fino al 10 Maggio al teatro Sala Uno di Roma.

Anche i grandi amori a volte finiscono, eppure non riusciamo mai a rassegnarci all’idea della solitudine. Così ogni scusa è buona per vedere, sentire, toccare il nostro ex.
Per amore siamo disposti a tutto, anche a gesti estremi, per lo più solo annunciati, magari al telefono.
Telefono che può diventare prezioso alleato e nello stesso tempo croce e delizia di una relazione,amplificando ogni sentimento e spesso spezzando le illusioni e le residue speranze di una coppia.
Un telefono e un’anziana ed elegante donna (Annovazzi) sono i protagonisti di questo monologo teatrale , un “ever green” nel corso degli anni per il teatro..
Una donna sola e triste nella sua casa che si aggrappa al telefono per poter sentire ancora il suo amato . Un amore concluso, ma ancora vivo nell’anima e nelle carni della donna che durante la telefonata cerca in tutti i modi di convincere lo spasimante a tornare da lei. Evocando ricordi,episodi di vita comune, alternando vari stati d’animo per cercare di scuotere l’uomo dalla sua decisione. Una fine di un amore che rappresenta per la donna anche la fine della propria vita facendole minacciare il gesto estremo. Seppure il testo sia un“classico” risulta asciutto e diretto anche se personalmente mi ha coinvolto solo in parte, forse per un tipo di scrittura e di resa scena legati troppo alla forza della parola a scapito di una recitazione scarna e dinamismo scenico quasi assente Una recitazione, quella di Gloria Annovazzi sicuramente intensa, forte e avvolgente mettendo in scena anima e corpo fino al punto di denudarsi letteralmente per mostrare allo spettatore il travaglio interiore del suo personaggio. continua su

http://www.mygenerationweb.it/201505122427/articoli/palcoscenico/teatro/2427-la-voce-umana-di-jean-cocteau-solitudine-e-ricordi-al-teatro-sala-uno-roma

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1431416988&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

“The human voice” is a play by Jean Cocteau, directed and Idea stage of Viviana Di Bert, with Gloria Annovazzi, on stage until May 10 at the Teatro Sala Uno in Rome.

Even the great loves sometimes end up, but we never resign ourselves to the idea of ​​solitude. So any excuse is good to see, hear, touch our ex.
We are willing to do anything for love, even in extreme measures, mostly just announced, maybe the phone.
Phone that can become valuable ally and at the same time mixed blessing of a report amplifying every feeling and often breaking the illusions and the remaining hopes of a couple.
A telephone and an old and elegant woman (Annovazzi) are the protagonists of this theatrical monologue, an “ever green” over the years for the theater ..
A sad and lonely woman in her house that clings to the phone in order to hear even his beloved. A love ended, but still alive in the soul and in the meat of the woman during the phone tries in every way to convince him to come back to her suitor. Evoking memories, episodes of everyday life, alternating various moods to try to shake the man from his decision. One end of a love that is for women also the end of their lives making them threaten the extreme action. Although the text is a “classic” it is dry and straightforward although personally involved me only in part, perhaps a kind of writing and rendering scene too tied to the strength of the word at the expense of acting gaunt and dynamism scenic almost absent A acting, that of Gloria Annovazzi definitely intense, strong and enveloping staging soul and body to the point of literally strip naked to show the viewer the inner struggle of his character. continues on

http://www.mygenerationweb.it/201505122427/articoli/palcoscenico/teatro/2427-la-voce-umana-di-jean-cocteau-solitudine-e-ricordi-al-teatro-sala-uno-roma

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1431416988&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.