95) Short Skin

pene
Il biglietto d’acquistare per “Short skin” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“Short Skin” è un film del 2015 diretto da Duccio Chiarini,scritto da : Duccio Chiarini, Ottavia Maddeddu, Marco Pettenello, Miroslav Mandic, con : Matteo Creatini , Francesca Agostini, Nicola Nocchi, Miriana Raschillà, Bianca Ceravolo.

Ci sono momenti fondamentali per sancire il passaggio dall’adolescenza all’età adulta.
Per una ragazza è sicuramente quando arrivano le prime mestruazioni.
Per un ragazzo quando prendi coscienza di cosa hai tra le gambe e impari a usarlo per poi il più delle volta pensare solo con quello.
Ma c’è una piccola ma enorme differenza. Le ragazze sono pronte al cambiamento, noi no.
Il pene diventa si una parte di noi, ma nello stesso tempo lo mettiamo sull’altare e ne abbiamo timore e cura. Eppure capita che il nostro amico abbia qualche problema di fabbrica.
Già può capitare di essere afflitti da “ fimosi”, lo so sembra una parolaccia,ma in maniera cruda e diretta significa avere “il prepuzio troppo stretto che non permette al glande di uscire “come dovrebbe””.
La fimosi è un problema medico abbastanza diffuso, e anche il sottoscritto ne ha sofferto, che si può risolvere con operazione chirurgica. Ma per chi ne soffre oltre ad avere un disagio fisico doloroso diventa un pesante fardello psicologico.
Ti senti diverso dagli altri ragazzi, impacciato, guasto, diventando così di fatto un asessuato tendente all’asocialità. Fa sudare freddo solo immaginare un medico con bisturi che taglia e opera in quella tua parte così intima .Vi chiederete se è possibile fare un film sull’argomento. Ebbene si, come è” il caso del delizioso Short Skin”. In America i critici lo chiamerebbero “film indie” e gioiellino,invece in Italia uscito lo scorso week end rischia di passare sotto silenzio, ed è un peccato.
Duccio Chiarni con il suo primo lungometraggio porta lo spettatore dentro la vita di Edoardo(Creatini) diciassettenne pisano in apparenza sereno e tranquillo con la sua famiglia e amici,ma in vero complessato per via della fimosi che si trascina fin da bambino.
Edoardo vorrebbe avere una ragazza, una vita sessuale come tutti gli adolescenti ma è terrorizzato dall’intervento e così evita qualsiasi contatto fisico con una ragazza e la stessa masturbazione diventando di fatto un eunuco.
Edoardo ama la bella e dolce Bianca (Agostini) e sebbene da tempo amici è evidente tra un loro una certa sintonia. L’estate diventa per il nostro protagonista l’opportunità di dichiararsi e di perdere la verginità,nonostante la fimosi.
Un film che affronta con delicatezza, naturalezza e garbo ,con la scusa del handicap fisco,il mondo dei giovani e di quanto basti poco per far sentire diverso se non addirittura un emarginato un ragazzo e di come sebbene il sesso e dintorni sia costantemente sulla bocca dei ragazzi molte cose sono sconosciute.
Un testo semplice, asciutto, lineare che però riesce a descrivere con forza e bravura il travaglio interiore del protagonista mostrandoci con pudore le paure, i dubbi e l’ingenuità di una generazione.
La regia è solida, pulita e talentuosa nel creare empatia e coinvolgimento tra il protagonista e pubblico facendo sentire parte integrante delle sue emozioni e scelte.
Il giovane cast è per intero meritevole di menzione per la freschezza e professionalità mostrata regalando veridicità , sorrisi e genuine emozione.
L’esordiente Matteo Creatini si muove sulla scena con una esperienza di un veterano mostrando un talento e una personalità che esaltano le sue doti interpretative. Da tenere d’occhio per i prossimi Nastri d’Argento.
E’ un film per uomini, ma l’universo femminile è ben descritto e interprato dalla brava e candida Francesca Agostini che incanta il pubblico con il suo magnetico sguardo.
Il finale nella sua semplicità è speranzoso e toccante invitando lo spettatore a tagliare con delizia e sicurezza il cordone con l’adolescenza e guardare con fiducia all’età adulta.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1430164461&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

The ticket purchase for “Short skin” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always

“Short Skin” is a film of 2015 directed by Duccio Chiarini, written by Duccio Chiarini, Octavia Maddeddu, Marco Pettenello, Miroslav Mandic, with: Matthew Creatini, Francesca Agostini, Nicholas Nocchi, Miriam Raschillà, White Ceravolo.

There are key moments to sanction the transition from adolescence to adulthood.
For a girl is definitely when the first menstruation.
For a guy when you become aware of what you have between your legs and learn to use it and then most of the time only think with that.
But there is a small but huge difference. The girls are ready for change, we do not.
The penis will become a part of us, but at the same time we put it on the altar and we fear and care. Yet it happens that our friend has a problem in the factory.
Already may happen to be afflicted with “phimosis”, I know it looks like a dirty word, but in a raw and direct means to have “the foreskin too tight that does not allow the penis to come out” as it should “.”
The phimosis is a fairly common medical problem, and the undersigned has suffered, which can be solved with surgery. But for those who suffer as well as having a painful physical discomfort becomes a heavy psychological burden.
Do you feel different from other kids, clumsy, fault, making it a de facto asexual tending asociality. Makes cold sweat only imagine a doctor with a scalpel that cuts and work in that part of your so intimate .We wonder if you can make a film on the subject. Yes, as is “the case of the delightful Short Skin”. In America the critics would call “indie films” and gem instead in Italy came out last weekend is likely to pass over in silence, and it is unfortunate.
Duccio Chiarni with his first feature film takes the viewer inside the life of Edward (Creatini) seventeen Pisa apparently serene and peaceful with his family and friends, but in true complexed because of phimosis that drags since childhood.
Edward would like to have a girl, a sex life as all teenagers but is terrified by the intervention and thus avoids any physical contact with a girl and the very fact of masturbation becoming a eunuch.
Edward loves beautiful and sweet Bianca (Agostini) and although from time friends is evident between them a certain harmony. The summer becomes for our protagonist the opportunity to declare himself and losing his virginity, despite phimosis.
A film that deals gently, naturally and gracefully, with the excuse of the disability tax authorities, the world of young people and how much is enough just to feel different or even an outcast and a boy as though sex is constantly on the lips and around boys many things are unknown.
A simple text, dry, linear but can describe with strength and skill the inner struggle of the protagonist showing modesty with the fears, the doubts and the ingenuity of a generation.
The direction is solid, clean and talented in creating empathy and involvement between the protagonist and the audience making them feel part of his emotions and choices.
The young cast is entirely worthy of mention for the freshness and professionalism shown giving veracity, smiles and genuine emotion.
The rookie Matthew Creatini moves on the scene with an experience of a veteran showing a talent and a personality that enhance its interpretative skills. Keep an eye out for the next Silver Ribbons.
It ‘a film for men, but the female is well described and interpreted to the good and candid Francesca Agostini that captivates the audience with his magnetic gaze.
The ending is hopeful in its simplicity and touching inviting the viewer to cut with delight and security cordon with adolescence and look confidently to adulthood.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...