86) Giacominazza

Giacominazza

“Giacominazza è uno spettacolo teatrale scritto, diretto e interpretato da Luana Rondinelli con Claudia Gusmano, in scena fino al 19 Aprile al Teatro Argot Studio di Roma.
Quando ci guardiamo allo specchio, molto spesso non riconosciamo l’immagine che abbiamo di fronte e nonostante ciò ci interroghiamo su chi o cosa siamo.
Domande che soprattutto gli adolescenti, nella fase della crescita, si pongono costantemente in perenne travaglio tra quello che sono e quello che vorrebbero essere e in lotta con i pregiudizi della società in cui vivono e con le etichette imposte delle proprie famiglie.
Ma come, dove e soprattutto con chi mai potrà sfogarsi una ragazza con la mente e soprattutto il cuore in subbuglio se vive in Sicilia? Una Sicilia in cui il tempo sembra eternamente bloccato e in cui non ci sono unità di misura e di spazio e le parole modernità e progresso sono sconosciute.
Immaginate dunque che la giovane e inquieta Giacomina (Gusmano) cerchi confronto e sostegno in Mariannina (Rondinelli), eccentrica e vivace cartomante del paese, iniziando così un confronto che tanto somiglia a una seduta di psicoanalisi tra due donne siciliane, diverse in apparenza, ma in fondo molto simili.
Già, perché Mariannina, ora donna disillusa, malinconica e sarcastica, era un tempo come Giacomina, ribelle e desiderosa di esprimere i propri sentimenti e rivendicare le propria libertà, ma per quieto vivere ha scelto di piegare la testa e di adattarsi alla società, indossando una maschera. Giacomina, diversamente dalla cartomante, non vuole nascondersi, non vuole mettersi un bavaglio sulla bocca, vuole gridare a tutti la sua essenza,la sua forza, la sua diversità, il suo amore. Sì, perché Giacomina è diversa dalle altre femmine del paese, ama senza censure e inibizioni, ama e vuole essere amata per quello che è al di là del sesso.
Un testo denso di significati, di emozioni, che potremmo definire come una ballata sull’amore che dovrebbe girare libero senza essere costretto in determinanti e soffocanti recinti. Luana Rondinelli mostra, con talento, bravura e ironia allo spettatore, l’anima e la mentalità siciliana che forse continuano a essere un tantino più bigotte e reazionarie rispetto al resto dell’Italia, ma alzi la mano chi pensa che certe tematiche non siano attuali in ogni città e ambiente d’Italia. La Rodinelli nel suo triplice ruolo conferma le sue importanti doti artistiche, dimostrando che anche in teatro si può respirare aria fresca e innovativa.

Confermo , senza remore,il mio “amore artistico” per Claudia Gusmano . L’attrice marsalese, dopo aver vinto, con merito, la scorsa estate il premio come migliore Attrice al Roma Fringe Festival, conferma di essere in costante crescita artistica sfoderando con il personaggio di Giacomina una performance intensa fatta di passione, sangue e anima regalando al pubblico diversi momenti di commozione e di comicità risultando sempre credibile e creando forte empatia e simpatia.
La coppia Rondinelli-Gusmano si dimostra all’altezza,affiatata e capace di scuotere e soprattutto far riflettere lo spettatore con la forza del sorriso.
Il finale ben costruito tocca il giusto climax e pathos narrativo emozionando il pubblico grazie all’intensa Gusmano che ci domanda con ironia e senza retorica se sia davvero così importante essere uguali agli altri.

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1429465811&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio  De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

“Giacominazza is a play written, directed and starring Luana Rondinelli with Claudia Gusman, on stage until April 19 at the Teatro Argot Studio in Rome.
When we look in the mirror, very often we do not recognize the picture that we face and yet we question of who or what we are.
Questions that especially teenagers, the stage of growth, constantly arise in perpetual labor between what they are and what they want to be and in the struggle with the prejudices of the society in which they live and with labels taxes for their families.
But how, where, and especially with those who will never be able to let off steam with a girl’s mind and especially the heart in turmoil if he lives in Sicily? A Sicily where time seems eternally locked and in which there are no units and space, and the words modernity and progress are unknown.
Imagine, then, that the young and restless Giacomina (Gusman) looking to exchange and support in Mariannina (Rondinelli), eccentric and lively teller of the country, thus starting a confrontation which so resembles a psychoanalysis session between two Sicilian women, different in appearance, but basically very similar.
Yeah, because Mariannina, now disillusioned woman, melancholic and sarcastic, was once as Jacqueline, rebellious and eager to express their feelings and reclaim their freedom, but for a quiet life chose to bend his head and to adapt to society, wearing a mask. Jacqueline, unlike the fortune teller, does not want to hide, do not want to put a gag in his mouth, he wants to cry out to all its essence, its strength, its diversity, its love. Yes, because Jacqueline is different from other females in the country, loves uncensored and uninhibited, loves and wants to be loved for what it is beyond sex.
A text full of meaning, of emotions, which we can define as a ballad about love, which should run free without being forced into determinants and suffocating fences. Luana Rondinelli shows, with talent, skill and irony to the viewer, the soul and the Sicilian mentality that perhaps continue to be a tad more bigoted and reactionary than the rest of Italy, but raise your hand if you think that certain issues are not present in every city and environment of Italy. The Rodinelli in his triple role confirms its important artistic skills, demonstrating that even in the theater you can breathe fresh air and innovative.

I confirm, without hesitation, my “love art” for Claudia Gusman. The actress Marsala, after winning, with about, last summer the award for Best Actress at the Rome Fringe Festival, confirms that it is in constant artistic growth unleashing with the character of Giacomina an intense performance of passion, blood and soul giving the public several moments of emotion and humor was always the credible and creating strong empathy and sympathy.
The couple Rondinelli-Gusman rises to, close and able to shake and especially to reflect the viewer with the power of smile.
The final well-built touches the right pathos and narrative climax thrilling audiences thanks to intense Gusman that question with irony and rhetoric if it is really so important to be equal to others.

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1429465811&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...