82) Maurizio Costanzo Show

costanzo

È difficile recensire, raccontare, descrivere l’amarcord di un teledipendente. Il teledipendente non può mostrare i propri sentimenti in pubblico, perché teme di essere deriso, messo alla gogna e lapidato dagli aspiranti intellettuali. Essere teledipendente oggi è un po’ come essere stato democristiano in passato, se lo sei lo neghi.
La tv generalista è cambiata tanto negli ultimi anni – anche troppo, oserei dire. È un po’ come se vivesse costantemente sotto il bisturi del chirurgo estetico, per cercare di competere con il tempo che passa e con le reti satellitari e a pagamento. I risultati dei ritocchini, purtroppo, sono sempre assai modesti.
Eppure, in quella televisione che oggi stenta a trovare la sua strada, c’era qualcosa di buono e giusto, c’erano dei punti fermi.
Uno di questi pilastri era il Maurizio Costanzo Show, programma in onda alle 23 su Canale 5 (già perché allora la prima serata iniziava alle 20:30 pensate un po’). Non voglio fare l’insegnante di storia dei media pedante, ma Costanzo, con il suo show, ha scritto delle pagine indimenticabili di televisione e, ahinoi, ha anche creato – novello dottor Frankenstein – tanti mostri che ancora oggi popolano gli studi. Con le sue4.392 puntate il suo è stato il programma più longevo della tv italiana.
Quando, nel 2009, Mediaset decise di chiudere dopo 27 anni di imperturbabile attività (il format aveva infatti esordito nel 1982), furono molte le persone che caddero nella più nera depressione. All’epoca vennero anche segnalati in tutta Italia casi di soggetti smarriti, che vagano per le città dopo le 23 senza una meta.
Nei piani alti di Cologno Monzese qualcuno deve essersi messo una mano sulla coscienza – chissà che qualcuno di questi nottambuli erranti non fosse un parente. Il Maurizio Costanzo Show è stato quindi resuscitato, traslato su Rete4, e in prima serata. Per quattro puntate.
I social hanno risposto bene al ritorno dello show – su Twitter è stato trend topic per tutta la serata di ieri. I nostalgici puristi hanno mostrato di apprezzarlo, nonostante un ritmo lento e monocorde e una certa confusione nei contenuti. Chi invece con il passato ha decisamente tagliato il cordone ombelicale – e, tornando al paragone politico, oggi probabilmente è un renziano – ha commentato che mandare in onda una serata da una casa di riposo sarebbe stato più divertente.

Sapete che, televisivamente parlando, sono molto di bocca buona (scusate il doppio senso, ma dopo aver ascoltato per due ore i dialoghi tra Mara Venier, Rocco Siffredi e l’imbarazzante Enzo Iacchetti anche un vero inglese perderebbe il proprio self controll) e quindi non sono mai tenero.
Per non annoiarvi, mi lascerò andare soltanto a due brevi considerazioni. ..continua su

http://paroleacolori.com/amarcord-in-tv-torna-su-rete4-il-maurizio-costanzo-show/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1428926193&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

It is difficult to review, tell, describe the nostalgic memory of a couch potato. The couch potato can not show their feelings in public, because they are afraid of being laughed at, pilloried and stoned by aspiring intellectuals. Be couch potato today is a bit ‘as being Democrat in the past, if you’re deny it.
Generalist TV has changed so much in recent years – too, I dare say. It is a bit ‘as if he lived constantly under the surgeon’s knife aesthetic, to try to compete with the passage of time and with satellite networks and payment. The results of ritocchini, unfortunately, are always very modest.
Yet, in that television today is struggling to find its way, there was something good and right, there were some fixed points.
One of these pillars was the Maurizio Costanzo Show, the program aired at 23 on Channel 5 (already because then the first evening began at 20:30 think ‘). I do not want to be a teacher of media history pedantic, but Costanzo, with his show, wrote the unforgettable pages of television and, alas, also created – new Dr. Frankenstein – many monsters that still populate the studies. With sue4.392 bets his was the longest running program of Italian television.
When, in 2009, Mediaset decided to close after 27 years of unabashed activities (the format had in fact started in 1982), were many people who fell into the blackest depression. At the time, were also reported across Italy cases of subjects lost, wandering the city after 23 without a goal.
The upper floors of Cologno Monzese someone must have put a hand on your heart – who knows any of these revelers wandering was not a relative. The Maurizio Costanzo Show was then resurrected, translated on Rete 4, and in the early evening. For four episodes.
Social responded well to the return of the show – has been trending topic on Twitter throughout the evening yesterday. The nostalgic purists have shown they appreciate it, despite a slow and lackluster and some confusion in content. Those who with the past has definitely cut the umbilical cord – and, returning to the political comparison, today is probably a fer – commented that airing an evening to a nursing home would have been more fun.

You know, television viewing, are very fussy (pardon the double entender, but after listening to two hours dialogues between Mara Venier, Rocco Siffredi and embarrassing Enzo Iacchetti also a true Englishman would lose their self-control breaks) and then never tender.
Not to bore you, I will only go to two brief remarks. ..more about

http://paroleacolori.com/amarcord-in-tv-torna-su-rete4-il-maurizio-costanzo-show/

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1428926193&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...