58) Cenerentola

cenerentola Il biglietto d’acquistare per “Cenerentola” è : 1)Neanche regalato 2)Omaggio 3) di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre “Cenerentola” è un film del 2015 diretto da Kenneth Branagh, scritto da Aline Brosh McKenna, Chris Weitz, con Lily James, Hayley Atwell, Cate Blanchett,Richard Madden, Helena Bonham Carter, Stellan Skarsgård, Sophie McShera, Holliday Grainger, Derek Jacobi, Ben Chaplin, Nonso Anozie, Rob Brydon, Eloise Webb, Laurie Calvert. C’era una volta un mondo in cui i bambini amavano farsi leggere le favole dai propri genitori e soprattutto bastava poco per essere felici e contenti. C’era una volta una società in cui cortesia, eleganza e coraggio erano gli elementi fondati della stessa. C’era una volta un tempo in cui esistevano davvero cavalieri e principi e donzelle da salvare dal drago e dalla cattiva sorte. Oggi purtroppo abbiamo smesso di credere alla magia, alle virtù e le stesse favole vengono trasformate e modernizzate perché possano essere d’interesse. Eppure c’è ancora bisogno di qualcosa di antico e lontano che possa farci sognare ed emozionare così Walt Disney ha voluto riportare in scena la sempre verde storia di Cenerentola con nuovi protagonisti per dare ai bambini del 2015 e anche ai meno giovani la possibilità di conoscere questa storia. Ognuno di noi forse almeno una volta si è sentito un po’ “Cenerentola” o sarebbe meglio dire “sfigato” come Cenerentola Messi in un angolo, esclusi dalla bellezza e dal divertimento e destinati a una vita triste e vuota. I box office americano e italiano hanno premiato in questo primo week end con incassi notevoli la sfida della Disney e il rifacimento de regista inglese Branagh. Un rifacimento classico,puntuale, preciso che punta a rinverdire la storia e ad incantare il pubblico per farlo entrare nel favoloso mondo della protagonista. La domanda che si pone lo spettatore fin dalle prime scene, nel 2015 c’è ancora spazio per “Cenerentola”? Si, senza dubbio. Perché continuano ad esserci in molte famiglie matrigne cattive come la Blanchett , sorellastre gelose e invidiose ed esistono, anche se rari principi, belli e affettuosi come Madden e soprattutto ci sono ragazze dolci, belle dentro e fuori come Cenerentola(James) che fanno della gentilezza e del coraggio i loro segni di distinzione. Eppure questa Cenerentola funziona e convence solo in parte. Se gli occhi dello spettatore rimangono colpiti ed estasiati dalle magnifiche scenografie del talentuoso genio di Dante Ferretti e non possono non ammirare i magnifici costumi e la scrupolosa e ricca ricostruzione scenica, invece le sue orecchie ascoltando il testo non hanno lo stesso slancio emozionale e di compiacimento Ci saremmo aspettati pur mantenendo la fedeltà al testo una maggiore vivacità e creativa nel costruire i personaggi,una più approfondito e attento studio e ricerca nel costruire i dialoghi rendendoli meno banali e scontanti. Un testo privo di quella freschezza e forza innovativa che si nota negli altri aspetti del film. Il cuore del film è dimostrare che la gentilezza unita al coraggio avrà sempre la meglio su tutto e tutti ,ma sebbene siano nobili e alti valori non risultano adeguatamente sviluppati argomentati facendo cosi apparire la struttura e soprattutto il pathos narrativo compassati e scialbi. Mi piace molto Kenneth Branagh sia come attore che come regista riuscendo con naturalezza e bravura a passare da Shakespeare a Thor, ma stavolta la sua regia è rimasta sotto le aspettative. E’apparsa accademica, priva del brio e del genio che il mondo gli riconosce. Non dà il suo tocco al film risultando un lavoro solo sufficiente e normale. Non conoscevo i protagonisti Lily James e Richard Madden, beniamini di fortunate e acclamate serial come” Downton Abbey e il Trono di Spade” e onestamente non mi hanno particolarmente colpito. Non è scattata l’empatia con i personaggi. Sono giovani, belli e nel complesso professionali ,ma la coppia non ha fatto sussultare il mio vecchio cuore. Come mi sarei aspettato qualcosa in più dalla poliedrica e talentuosa Cate Blanchett. La sua matrigna è bella, elegante, affascinante, ma mette in scena una cattiveria senza artigli, non punge. Una recitazione pulita, ma senza quei guizzi che da una Artista dl suo livello era lecito aspettarsi. Invece degna di menzione è la perfomance di Helena Bonha mCarter, perfetta nel ruolo di Fata Madrina, le dà anima oltre che un volto donandole peculiarità e originalità. Il finale è ovviamente a lieto fine e in fondo lo spettatore ama Cenerentola anche per questo,perché in fondo noi tutti sogniamo di essere amati per quello che siamo veramente e non per il bel vestito o le magnifiche scarpe di vetro che possiamo calzare. Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto” http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1426510453&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto Vittorio De Agrò e Cavinato Editore presentano “Essere melvin” http://www.cavinatoeditore.com” The ticket purchase for “Cinderella” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) afternoon 4) Reduced 5) Always “Cinderella” is a film of 2015 directed by Kenneth Branagh, written by Aline Brosh McKenna, Chris Weitz, with Lily James, Hayley Atwell, Cate Blanchett, Richard Madden, Helena Bonham Carter, Stellan Skarsgård, Sophie McShera, Holliday Grainger, Derek Jacobi , Ben Chaplin, Nonso Anozie, Rob Brydon, Eloise Webb, Laurie Calvert. There was once a world in which the children loved to be read fairy tales from their parents and especially did not take much to be happy and content. There was once a society where courtesy, elegance and courage were the elements based thereof. There once was a time when there really knights and damsels and principles to be saved from the dragon or evil. Today, unfortunately, we have ceased to believe in magic, the virtues and the same tales are transformed and modernized so that they may be of interest. Yet there is still need something ancient and far who can seduce us and excite so Walt Disney wanted to bring back the evergreen Cinderella story with new players to give children of 2015 and even the less young people the opportunity to know this story. Each of us probably at least once felt a little ‘”Cinderella” or should I say “loser” like Cinderella Messi in a corner, excluded by the beauty and fun, and destined to a life sad and empty. The American box office and Italian rewarded in this first weekend takings considerable challenge of Disney and the remaking of British director Branagh. A reworking classic, punctual, precise pointing to revive the history and charm the audience to make it fit into the fabulous world of the protagonist. The question that puts the viewer right from the first scene, in 2015 there is still room for “Cinderella”? Yes, without a doubt. Because there are still many families like the evil stepmothers Blanchett, sisters jealous and envious and there, although rare principles, beautiful and affectionate as Madden and especially girls are sweet, beautiful inside and out like Cinderella (James) who do kindness and courage of their distinguishing traits. Yet this Cinderella works and convence only partially. If the viewer’s eyes are struck and delighted by the magnificent scenery of the talented genius of Dante Ferretti and can not but admire the magnificent costumes and the scrupulous and rich soundstage instead his ears listening to the text does not have the same emotional momentum and satisfaction We would have expected while maintaining fidelity to the text a more vivid and creative in building the characters, a more thorough and careful study and research in building dialogues making them less trivial and scontanti. A text without the freshness and innovative force that is noticed in the other aspects of the film. The heart of the film is to show that kindness combined with courage will always have the best of everything and everyone, but although they are noble and high values ​​are not adequately developed argued doing so appear the structure and especially the narrative pathos stiff and lifeless. I really like Kenneth Branagh as an actor and as a director succeeding with ease and skill to pass from Shakespeare to Thor, but this time his direction has remained below expectations. E’apparsa academic, devoid of wit and genius that the world recognizes. It does not give his touch to the film resulting work only sufficient and normal. I did not know the protagonists Lily James and Richard Madden, darlings of successful and acclaimed series such as “Downton Abbey and the Throne” and honestly I was not particularly impressed. Is not taken empathy with the characters. They are young, beautiful and overall professional, but the couple did not startle my old heart. How I would have expected something more from multifaceted and talented Kate Blanchett. Her stepmother is beautiful, elegant, charming, but depicts an evil without claws, does not sting. A recitation clean, but without those flashes that by Artist dl his level was reasonable to expect. Instead worthy of mention is the performance of Helena Bona Carter, perfect in the role of the Fairy Godmother, gives the soul as well as giving it a face peculiarity and originality. The finish is of course a happy ending and basically the spectator loves Cinderella for this, because basically we all dream of being loved for who we really are and not for the beautiful dress or the magnificent glass shoes that we wear.

Annunci

2 pensieri su “58) Cenerentola

  1. A men nemmeno la Bonham Carter è piaciuta. Continua a recitare lo stesso personaggio. Il suo costume sembrava di plastica, e l’hanno truccata malissimo, nonostante sia una bella donna. A mio avviso Holliday Grainger (Anastasia, nonché Lucrezia in The Borgias) avrebbe potuto sostituire Cenerentola egregiamente. Non so, ancora una volta, dopo Maleficent, una cosa bella da vedere, ma al di sotto delle aspettative, creando una linea ad andamento decadente pericolosa visti i progetti per i futuri film. Già mi preoccupo per la Bella e la Bestia…un ottimo cast, come dimostrato con la Bonham Carter e la Blanchett, purtroppo non garantisce un buon film.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...