51) The Search

The Search

Il biglietto d’acquistare per “The Search” è: 1)Neanche regalato 2) Omaggio 3)  Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

“The Search” è un film del 2015 scritto, diretto e prodotto da Michel Hazanavicius, con : Bérénice Bejo, Annette Bening, Nino Kobakhidze, Nika Kipshidze, Maksim Emelyanov, Abdul Khalim Mamutsiev, Zukhra Duishvili.

I libri di storia ci raccontano la brutalità e la tragedia di due conflitti mondiali e di come l’umanità diede il peggio di sé in atrocità e orrore uccidendo , devastando,massacrando. Tutti dicono a parole che mai più dovrà ripetersi uno nuovo confitto perché si rischierebbe un disastro senza ritorno con l’utilizzo delle armi nucleari, Eppure continuano a nascere conflitti nel mondo e amaramente e paradossalmente classificati dagli stessi media chi di serie A e chi di B. Come se i morti, le violenze, i bombardamenti possano essere diversi e meno gravi. La vecchia Europa negli ultimi vent’anni è stata al centro di sanguinosi e tremendi conflitti come la guerra nell’ex Jugoslavia e il conflitto russo- ceceno. Quest’ultimo addirittura replicato ben due volte tra il 96 e il 99 in la cui scintilla di guerra è stata mascherata dalla lotta al terrorismo. Una guerra che ben presto è diventato genocidio, disastro umanitario e una sorta di “olocausto ceceno”.

Il Premio Oscar Hazanavicius, dopo i trionfi di “The Arist”, compie una azione coraggiosa e radicale nel voler raccontare il secondo conflitto russo- ceceno, sconosciuto ai molti e che può apparire lontana nella memoria dello spettatore se si pensa che i protagonisti politici di questa storia erano il presidente Boris Eltsin e l’allora giovane e sconosciuto premier Vladimir Putin, ma come scrisse invece Giambattista Vico “corsi e ricorsi della storia” è di assooluta attualità.

Il regista francese sceglie di offrire allo spettatore diverse prospettive del conflitto, ben quattro storie apparentemente distanti tra loro, ma che in vero sono uniti dalla crudezza e dalla ferocia di una guerra quasi clandestina. Una guerra che si presenta nella sua violenza fin dalle prime immagini in cui un gruppo di giovani soldati russi uccidono senza motivo una coppia sotto gli occhi sgomenti del loro figlio Hadji( Mamatsuiev ) di nove anni che senza farsi notare scappa con il fratellino più piccolo in mezzo alle rovine e alle colonne di profughi. Lasciando nella disperazione e angoscia la sorella maggiore Raissa( Duishvili) che con coraggio decide di andarli a cercarli per salvare quel poco di famiglia che le è rimasta.

Una guerra vista attraverso gli occhi di Carole (Bejo) giovane e volenterosa impiegata della commissione dell’Onu per i diritti umani che ascoltando impotente ai racconti dei sopravvissuti dei rastrellamenti e violenze russe spera di scuotere l’immobilismo dell’Unione Europea con la sua dettagliata relazione… continua su

http://www.nuoveedizionibohemien.it/?p=8945

Vittorio De  Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1425672030&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agrò e Cavinato  Editore International presentano “Essere Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

The ticket purchase for “The Search” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always

“The Search” is a film of 2015 wrote, produced and directed by Michel Hazanavicius, with: Bérénice Bejo, Annette Bening, Nino Kobakhidze, Nika Kipshidze, Maksim Emelyanov, Abdul Khalim Mamutsiev, Zukhra Duishvili.

The history books tell us about the brutality and tragedy of two world wars and how humanity gave the worst of themselves in atrocities and horror killing, destroying, killing. Everyone says in words that never again will repeat one new conflict because it would risk a disaster no return with the use of nuclear weapons, yet continue to be born and bitter conflicts in the world and paradoxically classified by the same media who’s who of series A and B . As if the dead, the violence, the bombing may be different and less severe. The old Europe in the last twenty years has been the focus of bloody and terrible conflicts like the war in the former Yugoslavia and the Russian-Chechen conflict. The latter even replicated twice between 96 and 99 in which the spark of war has been masked by the fight against terrorism. A war that soon became genocide, humanitarian disaster and a “holocaust Chechen”.

Oscar winner Hazanavicius, after the triumphs of “The Arist”, makes a bold action and radical in wanting to tell the second Russo-Chechen conflict, unknown to many and that can appear in the distant memory of the viewer if you think that the protagonists of political this story were President Boris Yeltsin and the then young and unknown Prime Minister Vladimir Putin, but as he wrote instead Giambattista Vico “twists and turns of the story” is assooluta topical.

The French director chooses to offer the viewer different perspectives of the conflict, four stories apparently far apart, but in real they are united by the rawness and the ferocity of a war almost illegal. A war that comes in its violence since the first images in which a group of young Russian soldiers kill without reason a couple under the eyes of their son dismayed Hadji (Mamatsuiev) nine years without being noticed escapes with his little brother in amid the ruins and columns of refugees. Leaving in despair and anguish her older sister Raissa (Duishvili) who courageously decided to go and look for them to save what little family she has left.

A war seen through the eyes of Carole (Bejo), a young and enthusiastic employee of the UN Commission for Human Rights that helpless listening to the stories of the survivors of the raids and violence Russian hopes to shake the inaction of the European Union with its detailed relationship … read on

http://www.nuoveedizionibohemien.it/?p=8945

Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything”

http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1425672030&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Vittorio De Agro and Cavinato Publisher International show “Being Melvin”

http://www.cavinatoeditore.com

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...