47) Le leggi del desiderio

muccino Il biglietto d’acquistare per “Le leggi dl desiderio” : 1)Neanche regalato 2)Omaggio 3)Di pomeriggio 4)Ridotto 5) Sempre

La vita di ognuno di noi è fatta di sacrifici, quotidianità, bollette da pagare, lavoro e delusioni, ma nonostante questo non possiamo fare a meno di sognare e di covare dentro di noi desideri e aspirazioni. Cosa saremmo, in fondo, senza tutto questo? Molto spesso, però, non siamo neanche capaci di pronunciarli ad alta voce, questi desideri, figurarsi di realizzarli. Cosi come a scuola e nello sport abbiamo bisogno di un maestro, di un allenatore, di un preparatore che faccia uscire il meglio delle nostre capacità mentali e fisiche, ecco che dagli Stati Uniti si sta diffondendo anche in Italia la figura del “life coach”, un vero e proprio motivatore, capace di tirare fuori il meglio dalle persone. Il suo compito è quello di leggere l’animo di chi richiede il suo aiuto, e capire di volta in volta ciò che serve per far diventare ogni anima migliore. Sottospecie di psicologi oppure semplici imbroglioni? È più o meno questa la domanda che lo spettatore si pone fin dalla prima apparizione in scena, in tutto il suo aggressivo splendore, di Giovanni Canton (Muccino), giovane e determinato guru di un diverso approccio alla vita, che ha riscosso un grande successo, tanto da fare del suo libro un best-seller. Canton e il suo avido editore, Paolo Rubens (Ward), per dimostrare l’efficacia delle idee esposte nel libro, decidono di indire un concorso attraverso il quale saranno scelte tre persone qualunque – meglio se frustrate e per certi versi sfigate -, che in soli sei mesi verranno trasformate in soggetti realizzati e determinati, naturalmente utilizzando i metodi del guru. Per Giovanni Canton sono i desideri a muovere e a cambiare una persona, così dopo una variegata selezione sceglie come “cavie” Luciana (Signoris), in apparenza tranquilla madre di famiglia, in realtà talentuosa scrittrice di libri erotici, Ernesto (Mattioli), disoccupato sessantenne che non vuole arrendersi alla pensione e cerca disperatamente di riciclarsi, e Matilde (Grimaudo), giovane e dolce editor nonché amante segreta di Rubens da due anni, che coltiva invece il sogno di costruirsi una famiglia. Inizia così la sfida del life coach: plasmare questi tre individui secondo i suoi dettami e trasformarli in persone vincenti, capaci di realizzare i propri desideri. Ma nonostante l’impegno e gli sforzi di Canton, la realtà e i problemi dei tre si scontrano con il suo ottimismo e idealismo… Alla fine sarà proprio lui a cambiare, grazie al confronto con la vita e le sue sfumature. continua su http://paroleacolori.com/al-cinema-le-leggi-del-desiderio/

Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci,nonostante tutto” Youcanprint: http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/amiamoci-nonostante-tutto-ebook.html

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore Internatonial presentano “Essere Melvin” http://www.cavinatoeditore.com http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1425120620&sr=1-1&keywords=essere+melvin

Il biglietto d’acquistare per “Le leggi dl desiderio” : 1)Neanche regalato 2)Omaggio 3)Di pomeriggio 4)Ridotto 5) Semp

The life of each of us is made of sacrifices, everyday life, bills to pay, work and disappointments, but despite this we can not help but dream and to hatch inside of us desires and aspirations. What would we be, after all, without all this? Very often, however, we are not even able to pronounce them out loud, these desires, let alone achieve. As well as in school and in sports we need a teacher, a coach, a trainer who bring out the best of our mental and physical abilities, that’s from the United States is spreading in Italy the figure of the “life coach” , a real motivator, able to bring out the best in people. His task is to read the mind of those requesting his help, and understand each time you need to make every soul better. Subspecies of psychologists or simple cheaters? It is more or less this demand that the viewer arises from the very first appearance on stage, in all its splendor aggressive, John Canton (Muccino), young and determined guru of a different approach to life, which has been a great success , so much to do of his book a bestseller. Canton and his greedy publisher, Paul Rubens (Ward), to demonstrate the effectiveness of the ideas presented in the book, they decided to hold a contest through which will be chosen three people any – better if frustrated and somewhat unlucky – which in just six months will be transformed into subjects and made certain, of course, using the methods of the guru. For John Canton are the desires to move and change a person, so after a varied selection chooses as “guinea pigs” Luciana (Signoris), seemingly quiet mother, really talented writer of erotic books, Ernesto (Mattioli), unemployed sixty who does not want to surrender to the board and tries desperately to recycle, and Matilda (Grimaudo), young and sweet, as well as editor of Rubens secret lover for two years, cultivating instead the dream to build a family. Thus began the challenge of life coach: shaping these three individuals according to its dictates and turn them into a winning staff, able to realize their desires. But despite the commitment and efforts of Canton, the reality and the problems of the three collide with his optimism and idealism … Eventually he will be right to change, thanks to the comparison with life and its nuances.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...