43) Il fulmine nella terra- Irpinia1980

il fulmine nella terra “Il Fulmine nella terra – Irpinia 1980” è uno spettacolo teatrale scritto e diretto da Mirko Martino, con: Orazio Cerino. L’uomo pensa di essere il più delle volte invincibile, onnisciente e in grado di poter sfidare e vincere anche Madre Natura e il Destino. L’uomo è arrivato sulla Luna e magari un giorno si farà un giro pure su Marte, ma probabilmente continuerà a non conoscere tutte le realtà del suo mondo. Ed ecco arrivare puntuale e ciclica la Natura a presentargli il conto e mostrargli quanto sia lontano dalla vetta e dalla presunta superiorità sull’intero Universo. La storia di Italia è tristemente ricca di disastri naturali che hanno provocato morte, dolore e soprattutto evidenziato come il nostro Paese, pur essendo uno dei maggiori paesi industrializzati, sia di fronte alle tragedie un paese del terzo mondo con il massimo rispetto per quest’ultimo. Il 23 novembre del 1980 alle 19:34 di una domenica qualunque mezza Italia cominciò a tremare. La terra ruggì con violenza per oltre cento secondi e molti furono quelli che scesero in strada per la paura e molti che si chiesero dove fosse l’origine di questo tremendo ruggito. Le notizie arrivarono lentamente, frammentarie, confuse perché nessuno si aspettava qualcosa del genere e all’epoca non esisteva internet né i social network, né i cellulari. Il cuore del sisma fu in Irpinia, un luogo conosciuto solo sulle carte geografiche e in vero mai “scoperto” dagli italiani e da nostri politici. La “scoperta” arrivò in maniera tragica e drammatica quella sera e nei giorni successivi quando si capì che il silenzio iniziale dei Comuni e della popolazione locale era dovuta alla semplice e sconvolgente motivazione che niente era rimasto in piedi. Interi paesi spazzati via come castelli di carta, famiglie sepolte vive e tante vite spezzate. Gran parte dell’ Irpinia era diventato come la Luna( paesaggi di desolazione e di silenzio) . Le immagini che la Rai cominciò a trasmettere dall’alto grazie ai suoi elicotteri erano per lo più scene di un bombardamento:macerie fumanti e l’assordante rumore della morte e disperazione. Se i numeri ,come si dice, non mentono mai e quelli dell’Irpinia raccontano una immane tragedia: sisma del 6,9 della scala Richter, 280 000 sfollati e 2914 morti. Il bravo ed eclettico Orazio Cerino, con un vibrante e toccante monologo, accompagna lo spettatore in mezzo al disastro, raccontandoci le storie dei sopravvissuti, di chi è scampato alla tragedia e di chi non c’è l’ha fatta. Le sue parole scuotono e commuovono riuscendo a farci tornare indietro nel tempo e di vivere gli eventi come accaduti in tempo reale…continua su http://www.nuoveedizionibohemien.it/?p=8805 Vittorio De Agrò e Cavinato Editore  presentano “Essere Melvin” http://www.cavinatoeditore.com http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html Vittorio De Agrò presenta “Amiamoci, nonostante tutto” http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1424695939&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto “The Lightning in the land – Irpinia 1980” is a play written and directed by Mirko Martin, with: Orazio Cerino. The man thought to be the most often invincible, all-knowing and able to be able to challenge and win even Mother Nature and Destiny. The man arrived on the moon and maybe one day you will tour as well on Mars, but it probably will continue to not know all the reality of his world. And here came on time and cyclical nature to submit the bill and show how far off the pace and the presumed superiority over the entire Universe. The history of Italy is sadly full of natural disasters that have caused death, pain, and especially highlighted how our country, despite being one of the major industrialized countries, both in the face of tragedies a third world country with the greatest respect for the latter . November 23, 1980 at 19:34 on a Sunday every half Italy began to tremble. The earth roared with violence for over one hundred seconds and many were those who took to the streets for fear, and many who wondered where was the origin of this tremendous roar. The news came slowly, piecemeal, confused because nobody expected something like this, and at the time there was no internet or social networks, or mobile phones. The heart of the quake was in Irpinia, a place known only on maps and in truth never “discovered” by the Italians and by our politicians. The “discovery” came to a tragic and dramatic that night and the following days when it was realized that the initial silence of Commons and the local population was due to the simple and overwhelming motivation that nothing was left standing. Whole villages swept away like a house of cards, families buried alive and so many broken lives. Much of the ‘Irpinia had become like the Moon (landscapes of desolation and silence). The images that Rai began broadcasting from the top with its helicopters were mostly scenes of a bombing: smoking ruins and the deafening noise of death and despair. If the numbers, as they say, never lie and those Irpinia tell a terrible tragedy: the earthquake of 6.9 on the Richter scale, 280 000 displaced people and 2914 deaths. The talented and eclectic Orazio Cerino, with a vibrant and touching monologue takes the audience in the midst of the disaster, telling the stories of the survivors, who escaped the tragedy and those who do not make it. His words shake and moved by managing to make us go back in time and live events as occurring in real time … read on http://www.nuoveedizionibohemien.it/?p=8805 Vittorio De Agro and Cavinato Publisher present “Being Melvin” http://www.cavinatoeditore.com http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html Vittorio De Agro presents “Let us love, despite everything” http://www.amazon.it/Amiamoci-nonostante-tutto-Vittorio-Agr%C3%B2-ebook/dp/B00TJEWLZU/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1424695939&sr=1-1&keywords=amiamoci+nonostante+tutto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...